Crisi Coronavirus: per The Telegraph l’Italia è un paese da tornare a visitare

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Cibo e cultura i motivi che rendono l’Italia il paese più amato dagli stranieri anche al tempo del Coronavirus

La rivista britannica The Telegraph, nelle sue pagine dedicate al turismo, ha scritto un inno dedicato alle bellezze italiane, elencando 20 ragioni, per cui, quando tutti torneremo a viaggiare senza limitazioni, molti desidereranno visitare il nostro Paese, giudicato il più bello del mondo.

Il giornalista Tim Jepson ammette all’inizio dell’articolo che 20 motivi sono veramente pochi. In realtà ci sono 20 dipinti, 20 ristoranti, 20 località collinari, 20 scorci e tanto altro. Nessun paese al mondo – continua il giornalista inglese – custodisce tante bellezze in una combinazione di arte, paesaggi, cibo e cultura. Nel Bel Paese si mixano tracce di antichità con suggestioni moderne. E per dare maggiore credibilità alle sue parole riporta alcuni esempi: dalle tracce dell’antichità fino alle meravigliose opere di Raffaello, Michelangelo o Leonardo.

Crisi coronavirus Italia da visitare

Ma quali sono i 20 motivi segnalati da The Telegraph? Famelici ve li riporta “traducendoli” famelicamente.

Giardini

crisi coronavirus Italia da visitare: per The Telegraph ci sono almeno 20 motivi per visitare il Bel Paese

Luoghi magici che sembrano usciti da un libro di favole, tanto che il NYT ha scritto che il giardino delle fiabe esiste davvero ed è in Italia. Dove? A Cisterno di Latina. Parliamo dello – ahimè  sconosciuto agli italiani –  Giardino di Ninfa.

Borghi

crisi coronavirus Italia da visitare: secondo The Telegtaph una meta sono i borghi iraliani come Perinaldo

Un viaggio ai confini della meraviglia dei borghi italiani alla ricerca di saperi e sapori? L’Italia, oltre ad essere una testimonianza vivente della Bellezza, è uno dei più grandi parchi alimentari del mondo. Da Nord a Sud il nostro Paese è costellato di borghi che permettono di costruire un itinerario assolutamente unico a seconda dei propri interessi. Bello anche scoprire piccoli borghi ancora poco conosciuti come Perinaldo, in provincia di Imperia.

Outdoor

crisi coronavirus Italia da visitare: gallura, valle della luna

L’Italia per la sua conformazione fisica consente di praticare diversi sport: dallo sci al trekking fino alla mountain-bike. Tutte le regioni italiane si stanno attrezzando per offrire itinerari stupefacenti. Famelici è rimasto affascinato dalla Valle della Luna, nei pressi di Aggius, in Gallura. L’associazione Tutt’a Pedi Aggius organizza diverse escursioni, anche in notturna.

Lingua

Una lingua amata fatta conoscere da poeti, scrittori e identificata con le parole dell’amore. Ma non c’è solo l’italiano, ci sono i mille dialetti che custodiscono una cultura legata al territorio. Un esempio della potenza del dialetto è stata la recente iniziativa tenutasi negli agriturismi piacentiniSüpera e Sipäri. Una manifestazione che riprenderà appena supereremo l’emergenza Coronavirus.

Laghi

crisi coronavirus Italia da visitare: the Telegraf segnala i laghi come meta preferira dai turisti stranieri

Gli stranieri adorano i laghi italiani, non solo i più famosi, ma anche quelli da scoprire, incastonati tra le montagne. Qui si aprono paesaggi indimenticabili, piccoli borghi pittoreschi e una natura incontaminata. Come i dipinti di Paul Cézanne, sono un tripudio di colori e di sfumature. Imperdibile, laddove consentito, una gita in barca!

Opera

crisi coronavirus Italia da visitare the Telegraf segnala l'opera come motivo per visitare l'Italia

L’Opera fa crescere l’appeal dell’Italia agli occhi degli stranieri. Il nostro Paese è la destinazione preferita dai turisti che viaggiano per interessi musicali e che assistono volentieri a concerti o eventi musicali. I teatri che accolgono eventi musicali stanno ottenendo un grande successo: sia i più noti che i più piccoli. Nella foto il Teatro Comunale di Atri, in Abruzzo.

Cucina italiana

Parma, Piacenza e Reggio Emilia: i tortelli con la coda

In Italia cibo e cultura vanno a braccetto. La cucina italiana è conosciuta in tutto il mondo soprattutto per la sua grande diversità a livello regionale. Il turismo enogastronomico è diventato un fenomeno di grande successo e un volano per la nostra economia. La nostra esplorazione enogastronomica ci ha portato a scoprire i turtei cu la cua proposti in diversi agriturismi nel piacentino.

Bevande

Vicenza, la città del Palladio, dove bere lo Spritz

Non solo vino. Chi non conosce e apprezza liquori da degustare a fine pasto o come ingredienti di cocktail che hanno conquistato molti stranieri? Un esempio è lo spritz, nato a Venezia nell’ 800 per soddisfare i gusti dei soldati asburgici, che preferivano allungare i vini veneti, troppo forti per il loro palato.

Caffé

vieni a prendere un caffè

Chiedere un caffè in Italia è scegliere il gusto. É un piccolo lusso entrato a far parte della nostra identità nazionale. Per molti è un rito da fare ancora con la moka. L’espresso è poi identificato con il Made in Italy. La torrefazione è considerata una vera arte ed è stato celebrato da diversi artisti: da Carlo Goldoni a Giuseppe Verdi, da Edoardo De Filippo a Pino Daniele fino a Fabrizio De Andrè.

Montagne

crisi coronavirus Italia da visitare: la montagna amata dai turisti stranieri

Il nostro Paese ha un grande tesoro: custodisce incredibili monumenti naturali. Parliamo delle spettacolari montagne, che si stagliano contro il cielo. Paesaggi fatti di laghi alpini, sentieri, ruscelli, scenari selvaggi di estrema bellezza, dove trova ospitalità una ricca flora e fauna.

Moda

Perchè il borgo di Aggius tesse una trama magica

La moda italiana, l’artigianato Made in Italy, è conosciuto in tutto il mondo. Non solo grandi firme ma anche atelier dove si lavorano materiali offerti dal territorio. Un esempio? A Tempio Pausania dal sughero si ottengono abiti da sposa e da sera, oltre che borse e monili. Gli abiti di Anna Grindi testimoniano la lunga storia d’amore tra la stilista e le sugherete della Gallura.

Architettura

crisi coronavirus Italia da visitare: orvieto. L'architettura uno dei tanti motivi per cui è visitata l'Italia

L’Italia è il trionfo dell’architettura: chiese, basiliche , abbazie, monasteri..Non solo nelle grandi città, ma anche in piccoli borghi. Ammirare un’opera architettonica significa conoscere un luogo, la sua storia, il carattere delle persone che lo abitano. Nella foto il bellissimo portale del Duomo di Orvieto.

Venezia

crisi coronavirus Italia da visitare: Venezia una delle città italiane più amate dai turisti stranieri

Scrittori, poeti, musicisti, hanno scelto Venezia per dare forma ad un sogno, ad una meraviglia. Da Thomas Mann a Casanova, da Herman Hesse a Goldoni fino a Goethe la città lacustre è stata descritta in modi diversi e suggestivi. Una città contradditoria, fatta di luci che illuminano e di nebbie che offuscano, che consentono di abbandonare la realtà per inoltrarsi nei meandri dell’immaginazione.

Isole

crisi coronavirus Italia da visitare: la Sardegna e la gallura

Le isole sono luoghi dell’anima, spesso prese dagli scrittori come pretesto per creare mondi dominati dall’immaginazione. Qui vi naufragano eroi solitari che per ritrovare se stessi sono costretti a confrontarsi con una natura che assume le forme dei loro turbamenti o dei loro sogni infranti. Sarà un caso che Garibaldi, l’eroe dei due mondi, abbia scelto la Sardegna e La Maddalena come rifugio per dare vita alle sue utopie.

Costa italiana

crisi coronavirus Italia da visitare: salento

La Grande Bellezza delle coste italiane, puntellate dai colori del mare, sono un suggestivo mix di scale cromatiche tra il blu e il verde. Ciò che le rende uniche, oltre al loro fascino, è l’accoglienza offerta da hotel, villaggi, B&B e camping. Nella foto un tratto della costa salentina, lungo la quale si alternano tratti di soffice sabbia a scogliere, più o meno impervie.

Gallerie

crisi coronavirus Italia da visitare: galleria mazzolini Bobbio

Punto di riferimento degli amanti dell’arte, veri centri culturali, le gallerie d’arte rappresentano una fucina di idee, di desideri, di progetti di diversi artisti. Stimolano incontri inaspettati, la formulazione di diverse domande e talvolta di risposte cercate e mai trovate. Sono la scoperta di mondi complessi attraversati dalla Bellezza. Sorprendente a Bobbio il Museo Collezioni Mazzolini, dove sono esposti a rotazione lavori di artisti autorevoli come Enrico Baj, Renato Birolli, Carlo Carrà, Massimo Campigli, Giuseppe Capogrossi, Giorgio De Chirico, Filippo De Pisis, Ottone Rosai, Lucio Fontana, Achille Funi, Piero Manzoni, Mario Nigro, Giò Pomodoro, Mario Sironi.

Luoghi d’arte

crisi coronavirus Italia da visitare: milano

Perdersi nei luoghi d’arte vuol dire cibarsi di quel nutrimento che offre emozioni, ideali, tensioni, moti dell’animo. Davanti ad un’opera d’arte non esiste ignoranza, si resta solo sbalorditi davanti a ciò che è riuscito a creare una mente ricca di idee visionarie capaci di creare un mondo che va al di là dell’apparenza. Nella foto “Ritratto di giovane dama” del Pollaiolo.

Resti antichi

crisi coronavirus Italia da visitare: le vestigia del passato attirano molti turisti stranieri

L’Italia è celebre per il numero di siti archeologici e di testimonianze del passato. Dalla Valle dei Templi ad Agrigento al Foro Romano fino a piccoli musei che in ogni cittadina ricordano il passato della nostra terra. Qui si viene catapultati in quelle epoche storiche lontanissime nel tempo che hanno concorso alla formazione della nostra cultura.

Toscana

crisi coronavirus Italia da visitare: toscana

La Toscana è la regione con cui si identifica l’Italia all’estero. La straordinaria varietà, bellezza e ricchezza del suo territorio la rendono leader nel settore del turismo enogastronomico. Il Made in Tuscany è apprezzato sia per la varietà dei prodotti locali che per l’offerta della ristorazione.

NELLA FOTO IN HOME IL RISTORANTE S’ANDIRA DI UMBERTO REIMBELLI A SANTA REPARATA IN GALLURA. UNA TAPPA DI UN PRESS TOUR ORGANIZZATO DA ROBERTO ROSSI.

Potrebbe interessarti anche:


#Italiadanonscordare: viaggio virtuale nei ricordi di Famelici

Il Coronavirus ci costringe in casa, i nostri sguardi non vanno oltre al balcone, un senso di claustrofobia che vogliamo vincere ci riporta alla mente i nostri ricordi di viaggi. Famelici ne ha tanti! Chi lo dice che non si può viaggiare con i ricordi? Anzi si può fare di più, si possono programmare viaggi in quei medesimi posti per...#Italiadanonscordare: viaggio virtuale nei ricordi di Famelici ultima modifica: 2020-04-23T13:04:28+00:00 da Doppiamente Famelici


Potrebbe interessarti anche:


Coronavirus Fase 2: come riapriranno i ristoranti e come sceglieremo il cibo

Le crisi nascono quando un modello alternativo spinge quello vigente all'auto- annientamento. Noi negli ultimi anni abbiamo vissuto l'imporsi di un "pensiero unico", un modello non solo di sviluppo...Coronavirus Fase 2: come riapriranno i ristoranti e come sceglieremo il cibo ultima modifica: 2020-04-19T16:56:07+00:00 da Monica Viani

Le crisi nascono quando un modello alternativo spinge quello vigente all'auto- annientamento. Noi negli ultimi anni abbiamo vissuto l'imporsi di un "pensiero unico", un modello non solo di sviluppo economico, ma anche culturale, che ha impedito la ricerca di...Coronavirus Fase 2: come riapriranno i ristoranti e come sceglieremo il cibo ultima modifica: 2020-04-19T16:56:07+00:00 da Monica Viani

Le crisi nascono quando un modello alternativo spinge quello vigente all'auto- annientamento. Noi negli ultimi anni abbiamo vissuto l'imporsi di un "pensiero unico", un modello non solo di sviluppo economico, ma anche culturale, che ha impedito la ricerca di punti di vista diversi da quelli vincenti. Si è persa la capacità di dialogare, di costruire un percorso condiviso, preferendo sostenere...Coronavirus Fase 2: come riapriranno i ristoranti e come sceglieremo il cibo ultima modifica: 2020-04-19T16:56:07+00:00 da Monica Viani

Crisi Coronavirus: per The Telegraph l’Italia è un paese da tornare a visitare ultima modifica: 2020-05-06T11:02:34+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *