Il dolce dell’Epifania: la galette des rois, un dolce francese

Un dolce di origine francese per la festa dell’Epifania? Le francesi galette des rois. Un dessert che ha una storia antica.

Superato il Natale e il Capodanno, ci aspetta un’altra festa. L’Epifania, che ogni festa porra via. La festa della Befana è un momento conviviale, perfetto per condividere un ottimo dolce di origine francese. Degustiamolo senza sensi di colpa, per la dieta c’è tempo fino a…Carnevale! Pronti a conoscere la galette des rois, il dolce con un ingrediente segreto racchiuso al suo interno? La tendenza di quest’anno è servirla con una tazza di cioccolata calda. In Francia sono molto richieste anche le molte morbide brioches des rois.

Il dolce dell’Epifania francese: la storia della galette des rois

Per la cronaca, sappiate che il dolce affonda le sue origini ai tempi dell’Impero Romano. Ovviamente, come potete immaginare, siamo lontanissimi dalla pasta sfoglia leggera come l’aria di Pierre Hermé. La galette des rois più che un dolce sembrava un grosso pezzo di pane duro. Il dolce non è solo un dessert, è anche un gioco. Il più anziano a tavola taglia la Galette in tante fette quanti sono gli ospiti, mentre il più piccolo si nasconde sotto il tavolo e decide a chi spettano. Solo colui o colei che trovano la fève viene eletto re o regina della giornata e può indossare la corona venduta con il dolce.

Il trucco per trovare la “feve” nella galette des rois, il dolce dell’Epifania

Diciamo la verità, tanto Natale è già dimenticato e non dobbiamo essere per forza buoni, chi non ama indossare la corona, almeno per un giorno? Molti, dimenticando le regole del bon ton, prima del taglio cercano di capire dove si nasconde la feve. C’è chi cerca di sollevare la “crosta” dorata, chi cerca di capire dal peso dove si nasconde il prezioso fagiolo. Forse non lo sapete ma molti pasticceri indicano sotto il dolce dove si trova la feve, con una piccola traccia come un punto o una croce visibile. Quindi divete solo guardare con circospezione sotto la torta e assicurarvi di essere voi a tagliare e distribuire le fette. In effetti il segno è sempre stato anche un modo di essere sicuri di dare a un bimbo la fetta con il fagiolo. Lo si manda sotto il tavolo proprio per essere certi che non si accoga del trucco. Rimane una domanda famelica: è meglio avere la feve o la fetta più grande?

Potrebbe interessarti anche:


La ricetta dei Krapfen, un dolce di origine austriaca

Come preparare i golosi krapfen classici e nella versione al cioccolato? Basta seguire le ricette del panificio Schmiedl, dal 1890 il punto di riferimento per chi ama i prodotti...La ricetta dei Krapfen, un dolce di origine austriaca ultima modifica: 2022-12-03T14:01:53+01:00 da Monica Viani

Come preparare i golosi krapfen classici e nella versione al cioccolato? Basta seguire le ricette del panificio Schmiedl, dal 1890 il punto di riferimento per chi ama i prodotti da forno a Lana, in Alto Adige. Crema pasticcera, cioccolata,...La ricetta dei Krapfen, un dolce di origine austriaca ultima modifica: 2022-12-03T14:01:53+01:00 da Monica Viani

Come preparare i golosi krapfen classici e nella versione al cioccolato? Basta seguire le ricette del panificio Schmiedl, dal 1890 il punto di riferimento per chi ama i prodotti da forno a Lana, in Alto Adige. Crema pasticcera, cioccolata, marmellata di albicocche, crema di pistacchio ...ecco le farce di un dolce nato in Austria, ma amato in tutta Europa....La ricetta dei Krapfen, un dolce di origine austriaca ultima modifica: 2022-12-03T14:01:53+01:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Tiricche, una specialità dolce sarda

La ricetta delle tiricche, dolce tipico sardo, si tramanda di generazione in generazione. Pasta violada, miele, abbamele, granella di nocciola e soprattutto maestria, sono necessari per tiricche di successo.    La Sardegna è nota per la...Tiricche, una specialità dolce sarda ultima modifica: 2022-10-21T13:48:36+02:00 da Monica Viani

La ricetta delle tiricche, dolce tipico sardo, si tramanda di generazione in generazione. Pasta violada, miele, abbamele, granella di nocciola e soprattutto maestria, sono necessari per tiricche di successo.    La Sardegna è nota per la produzione del mirto, per le ricette di carni, su tutte...Tiricche, una specialità dolce sarda ultima modifica: 2022-10-21T13:48:36+02:00 da Monica Viani

La ricetta delle tiricche, dolce tipico sardo, si tramanda di generazione in generazione. Pasta violada, miele, abbamele, granella di nocciola e soprattutto maestria, sono necessari per tiricche di successo.    La Sardegna è nota per la produzione del mirto, per le ricette di carni, su tutte il porcetto, e di pesce, ma ci sono tanti altri tesori enogastronomici. Tutti conoscono e apprezzano, ad esempio, i suoi...Tiricche, una specialità dolce sarda ultima modifica: 2022-10-21T13:48:36+02:00 da Monica Viani

Il dolce dell’Epifania: la galette des rois, un dolce francese ultima modifica: 2023-01-03T11:22:14+01:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *