I borghi più belli (talvolta sconosciuti) dell’Italia: 10 idee per un week end

Per un week end sorprendente perché non visitare alcuni dei borghi più belli d’Italia? Cibi golosi, panorami mozzafiato, sentieri per belle escursioni: ogni borgo ha la sua particolarità. Dalla Val d’Aosta all’Emilia, passando per il Piemonte e la Liguria, per approdare in Sardegna, Famelici ha selezionato dieci borghi per un piacevole soggiorno.

Il Covid ha costretto molti italiani a rivedere i piani per le vacanze di quest’estate. Sebbene la situazione in Europa sia in miglioramento e molti paesi riaprano gradualmente le loro frontiere, la maggior parte dei vacanzieri preferiscono rimanere in Italia per godersi il periodo estivo. Una grande opportunità per viaggiare lungo il nostro territorio, scoprire una sfilza di località ancora sconosciute ai turisti. Parliamo di quei borghi che costituiscono il patrimonio culturale italiano. Mettiamo da parte ogni paura e prepariamo la valigia, ricordandoci di infilarvi un libro, e partiamo per un’avventura attraverso le strade italiane.

Quali sono i più bei borghi italiani per Famelici?

Per gli amanti della natura, Bard in Val d’Aosta; l’Alta Val Trebbia nel piacentino al confine con Liguria, Piemonte e Lombardia; la Cascata del Cianà in Liguria soddisfano le aspettative.

Coloro che amano passeggiare si faranno affascinare da Burgos e Loiri Porto San Paolo in Sardegna.

Per trovare “eccellenze gastronomiche” Arnad in Val d’Aosta o Monastero Bormida possono essere i luoghi ideali.

Per gli gli amanti della cultura il suggerimento è un week end ad Asti e a Canelli in Piemonte e a Castell’Arquato in Emilia.

Tutto all’insegna di un piacere famelico!

Vedi anche: 10 +1 idee per una vacanza tra mare ed entroterra in Gallura

Arnad

10 borghi più belli Arnad

Arnad, piccolo borgo a 340 metri di altitudine, in una zona dove la valle si allarga, formando una piccola pianura, vanta una grande tradizione agricola. Il prodotto tipico più conosciuto è il lardo DOP, stagionato con sale, spezie e aromi di montagna. Tra le bellezze del borgo ci sono il ponte di Echallod, opera in muratura settecentesca, l’antico e ricco Castello di Vallaise e la chiesa di San Martino risalente all’anno Mille. Paradiso per gli amanti delle passeggiate e del buon cibo!

Bard

10 borghi più belli Bard

Il borgo medievale di Bard, a circa 47 km da Aosta e 23 da Ivrea, è noto per il maestoso e sobrio forte, uno dei castelli meglio conservati della regione. Il villaggio, con piccole case in pietra, si erge su una piccola e stretta valletta a 400 metri d’altezza, tra il forte e le montagne, vicino al fiume Dora Baltea. Consigliate le passeggiate nell’elegante borgo e nei dintorni. E poi sicuramente c’è il tempo per concedersi una succulenta fonduta!

Canelli

anelli e le cantine sotterranee

La calma di Canelli, la capitale dello spumante, nota per le sue cantine sotterranee Patrimonio Unesco, è un vantaggio per coloro che scoprono il suo patrimonio alto medievale con il castello, oggi chiamato Palazzo Gancia, la chiesa di San Tommaso e Via Villanuova, conosciuta anche come Stërnìa (in piemontese un percorso pavimentato con le pietre) o come la Via degli Innamorati. Un consiglio famelico? In Piazza D’Aosta gustatevi una delle tante proposte della pasticceria piemontese presso la Pasticceria Bosca.

Informazioni qui

Asti

10 borghi più belli asti

Rimaniamo stupiti dallo splendido panorama che ci attende dopo aver “scalato” la Torre Troyana. Ma Asti propone diverse attrazioni culturali: la Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Gottardo, Palazzo Alfieri, Palazzo Mazzetti e tanto altro. E chi ha la possibilità di venire il 5 settembre potrà assistere allo storico Palio di Asti, una festa tradizionale astigiana che ha radici medievali nata nell’ambito delle celebrazioni patronali di San Secondo, che culmina con una corsa di cavalli montati a pelo, ovvero senza sella.

Informazioni qui

 

Monastero Bormida

borghi più belli enogastronomici

Devi andare a Monastero Bormida, centro fondato dai monaci benedettini fruttuariensi nell’XI secolo, per esaminare i dettagli del castello dalle cento stanze, più volte restaurato, ma anche per gustare la “Robiola di Roccaverano D.o.p.”, un formaggio a pasta morbida, a latte 100% caprino. Ottimo sia fresco che affinato!

informazioni qui

Cascata del Cianà

10 borghi belli cascata di cianà in liguria

Siamo attratti dal rumore nel Parco dell’Aveto della cascata del Cianà, uno stupendo salto d’acqua nel Rio Ceresola, la cui altezza è circa di 15 metri. Incastonata in un luogo spettacolare e magico della Liguria, ti regala una fonte d’acqua ferruginosa, una sorgente di acqua minerale ricchissima di minerali.

 

Castell’Arquato

Gutturnio, il rosso dei colli piacentiniCi perdiamo nei vicoli di uno dei borghi più belli del piacentino: Saliamo sullRocca Viscontea, costruita nel 1300, dai Visconti per difendere la Val d’Arda, per godere meglio il magnifico paesaggio che si apre davanti ai nostri occhi. Nelle giornate limpide si può persino scorgere il Torrione di Cremona. Facciamo anche una sosta nella cantina Casa Benna per scoprire i migliori vini piacentini.

Informazioni qui

Cerignale – Ottone – Zerba

Ci andiamo per la sua vista mozzafiato sulle montagne e sul corso del Trebbia, circondato da piccoli borghi che si impongono per il loro stile montano. Un centro abitato che custodisce mille meravigliose sorprese… A voi scoprirle, in totale libertà e al fresco dell’Appennino piacentino! Da qui partono diverse escursioni sulle cime della catena dell’Antola, il Carmo, il Lesima, l’Alfeo.

Informazioni qui

Burgos

Burgos, il piccolo borgo sardo, con poco più di mille abitanti, si trova nel Goceano, una sub-regione della Sardegna. Qui è custodito il Museo dei Castelli della Sardegna, ma il vero museo sono i piccoli vicoli con le pareti abbellite dai murales che rappresentano scene di vita quotidiana. Nei pressi della chiesa principale del borgo è possibile ammirare il Castello del Goceano o di Burgos, una fortezza di origine medievale.
E poi c’ è la Foresta di Burgos, una vera immersione nella natura! Ci scommettiamo che rimarrai a bocca aperta?

Loiri Porto San Paolo

Loiri Porto San Paolo, tra Olbia e San Teodoro, condivide 15 mila ettari di mare e 40 chilometri costieri dell’area marina di Capo Coda Cavallo. I due centri principali, composti da piccole borgate e stazzi costituiscono un unico comune. Il tesoro del litorale è Cala Ghjlgolu, conosciuta per il turchese del mare e per la sua sabbia color ocra e per la famosa roccia granitica a forma di tartaruga. Dal borgo marinaro partono collegamenti giornalieri per raggiungere Tavolara, MolaraMolarottoPiana e dei Cavalli. Veramente tanto da vedere!

Monica Viani e Roberto Rossi

Potrebbe interessarti anche:


Estate in Gallura: viaggio gourmet nel Nord della Sardegna

C’era una volta la Gallura, una regione fiera della sua storia e delle sue tradizioni. Una terra che è sinonimo di libertà. Lo era un tempo, lo è ancora, e sempre più, oggi! Ma tu sai dove è la Gallura? Mmmhhhh, forse si, forse non tanto... quindi... la Gallura è in Sardegna, più precisamente è la porta d’ingresso del nord est dell'isola. Si estende...Estate in Gallura: viaggio gourmet nel Nord della Sardegna ultima modifica: 2020-08-05T15:54:54+02:00 da Doppiamente Famelici


Potrebbe interessarti anche:


Nuova vita ai piccoli borghi: esempi vincenti nel mondo – Ollolai e la Barbagia

Conosci Ollolai, il paesino sardo, che è diventato la meta preferita degli smart worker di tutto il mondo? Quando il destino dei piccoli borghi lontani dai centri urbani sembrava segnato,...Nuova vita ai piccoli borghi: esempi vincenti nel mondo – Ollolai e la Barbagia ultima modifica: 2021-03-06T16:31:36+01:00 da Roby Rossi

Conosci Ollolai, il paesino sardo, che è diventato la meta preferita degli smart worker di tutto il mondo? Quando il destino dei piccoli borghi lontani dai centri urbani sembrava segnato, ecco che in loro soccorso arriva l'abilità e l'intelligenza che...Nuova vita ai piccoli borghi: esempi vincenti nel mondo – Ollolai e la Barbagia ultima modifica: 2021-03-06T16:31:36+01:00 da Roby Rossi

Conosci Ollolai, il paesino sardo, che è diventato la meta preferita degli smart worker di tutto il mondo? Quando il destino dei piccoli borghi lontani dai centri urbani sembrava segnato, ecco che in loro soccorso arriva l'abilità e l'intelligenza che distingue le persone con visioni lungimiranti da chi non riesce a vedere un po' più in là. Gli esempi virtuosi che...Nuova vita ai piccoli borghi: esempi vincenti nel mondo – Ollolai e la Barbagia ultima modifica: 2021-03-06T16:31:36+01:00 da Roby Rossi

I borghi più belli (talvolta sconosciuti) dell’Italia: 10 idee per un week end ultima modifica: 2021-08-08T11:35:15+02:00 da Doppiamente Famelici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *