Conosci la differenza tra tartare, carpaccio e ceviche?

Share on FacebookTweet about this on Twitter

La tartare

L’autentica tartare, di origine francese, è fatta di carne cruda. Una carne rossa condita con tabasco, salsa Worcestershire, a cui si aggiunge un cucchiaino di senape, un tuorlo d’uovo per quantità di tartare e erbe aromatiche quali erba cipollina, prezzemolo, capperi, cetrioli, scalogno … Un suggerimento gourmet? Fleur de sel e pepe.

La tartare sarebbe originaria dell’Asia, sarebbe stata ideata dai tartari, un popolo abituato a lunghi viaggi a cavallo. Secondo alcuni documenti, i tartari salavano la carne cruda e la mettevano sotto la sella. Probabilmente lo facevano per eliminare l’umidità e renderla più morbida. Naturalmente questo “trattamento” per motivi igienici è irripetibile!

La tartare va preparata al momento, non può essere conservata per più di 2 ore. Per questo molti preferiscono mangiarla al ristorante o comprarla già pronta. Suggerimenti?

  • La carne andrebbe tagliata con il coltello.
  • La qualità deve essere eccellente, meglio quella di carne di razza.
  • Deve essere bilanciata nel grasso, senza alcun nervo.

Il carpaccio

Il carpaccio è una preparazione tipicamente italiana. Con prodotti di grande qualità si possono preparare piatti semplici ma sopraffini. In genere si taglia la carne sottile come se fosse un salume.

La ricetta più tradizionale prevede l’aggiunta di rucola, scaglie di grano o pecorino, oltre a pepe e a un filo di olio di oliva extra vergine.

Il nome? Deriverebbe dal colore della carne. Si dice che sia un piatto nato negli anni ’50 all’Harry’s Bar, a Venezia, per soddisfare un cliente che non poteva mangiare carne cotta. In contemporanea si svolgeva nella stessa città una mostra dedicata al pittore veneziano Carpaccio. Lo chef del prestigioso bar, Giuseppe Cipriani, ha quindi tracciato un parallelo tra i colori del lavoro dell’artista e le fette di carne rosse.

Le ricette di un buon carpaccio sono infinite. Può essere proposto anche preparato con verdure o pesce. Un suggerimento? Il carpaccio di zucchine. Si affettano le zucchine a mandolino, si sistemano come se fossero carte da gioco sul piatto di portata. Si aggiunge sale e olio, pepe e scaglie di grana. Una ricetta più sofisticata prevede l’uso della carne di manzo, l’aggiunta di funghi porcini o di tartufo, di sedano bianco tagliato a rondelle. Si condisce con sale, olio, pepe e scaglie di grana.

Il ceviche

Il ceviche è un piatto peruviano a base di pesce bianco in salamoia. In Europa è considerato un piatto gourmet, in Perù un piatto della cucina povera, fatta con gli avanzi o le parti meno pregiate del pesce.

Al pesce tagliato a cubi di circa 2 cm è unita una marinata fatta con coriandolo, lime, cipolle rosse, sedano, aglio, zenzero e peperoni. Per addolcirla, si aggiunge la patata dolce cotta in acqua e mais fritto. La ricetta della tradizione varia a seconda delle migrazioni in Perù. Prima con gli spagnoli, nella marinata si metteva l’arancia amara, poi con gli asiatici il lime.

Potrebbe interessarti anche:



Potrebbe interessarti anche:


La sfida del futuro: la carne etica

In un futuro prossimo troveremo nelle macellerie cartelli che ci diranno che gli animali macellati non hanno sofferto? Ecco la sfida del futuro: la carne etica. Molti si interrogano sulle sofferenze inferte agli animali...La sfida del futuro: la carne etica ultima modifica: 2018-11-14T15:12:42+00:00 da Monica Viani

Conosci la differenza tra tartare, carpaccio e ceviche? ultima modifica: 2019-06-05T16:57:06+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *