Vermentino: un vino che sente il mare

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Vermentino, ovvero un vino vagabondo, che sente e ama il mare. Lo troviamo in Liguria, in Toscana, in Sardegna, in Corsica e perfino in Spagna.

Alcuni sostengono che le origini siano spagnole e che successivamente si sia diffuso in Francia nelle zone del “Languedoc-Roussillon” dove è conosciuto con la denominazione “Malvoisie Précoce d’Espagne” o “Malvoisie à Gros Grains”. Dalla Corsica alla Sardegna, in particolare alla Gallura, il passo è breve. Da qui il Vermentino si sarebbe poi diffuso in altre zone d’Italia: in Toscana – nella zona di Massa Carrara, delle Alpi Apuane, di Livorno, nell’isola d’Elba -e in Liguria, dove è prodotto in una situazione vitivinicola definita eroica perché difficoltosa.

Non mancano sostenitori di una tesi completamente diversa. Il Vermentino sarebbe nato in Liguria e solo dopo essersi diffuso in Italia sarebbe arrivato in Spagna.

Al di là della disputa sulle origini, a noi piace la sua capacità di acclimatarsi laddove viene ben accolto. É un vitigno che non ama il freddo, prediligendo le temperature e il suolo mediterraneo. Ma quali sono le caratteristiche del Vermentino ligure? É un vino bianco fresco e fruttato, caratterizzato da croccanti di frutti bianchi, pesca, mela, sfumature erbacee di fiori di campo, salvia e ginestra.

Se siete curiosi di assaggiarlo non potete perdervi la nona edizione di Benvenuto Vermentino a Castelnuovo Magra, in provincia di La Spezia, dove è stata da poco recuperata la duecentesca Torre del Castello dei Vescovi di Luni. Quando? Il  9 e il 10 giugno. Qui sarà possibile degustare oltre 100 etichette di vini in abbinamento a prodotti del territorio. Saranno organizzati incontri, laboratori, show cooking e degustazioni guidate. I ristoranti della zona proporranno menù dedicati con ricette della cucina tipica locale.

Famelici è stato all’anteprima di Benvenuto Vermentino. Al centro sociale di Castelnuovo Magra, promossa da Enoteca regionale della Liguria, Comune di Castelnuovo Magra e Ais Liguria, si è tenuta la degustazione alla cieca dell’ultima annata del Vermentino dei Colli di Luni. Giornalisti, enologi, ristoratori del territorio e gli stessi produttori hanno assaggiato in anteprima 35 etichette di Vermentino DOC. “Un’anteprima  di grande interesse – ha dichiarato Daniele Montebello, presidente dell’Enoteca – con l’adesione di cantine che prima di oggi non avevano mai aderito”. Marco Rezzano, Consigliere regionale di Ais, dopo aver ricordato che “il 2017 è stata una stagione con un’estate molto calda e poco piovosa, aiutata solo da qualche pioggia pre vendemmia”, ha elogiato il Vermentino dei Colli di Luni. «Un grande successo, soprattutto perché nessuno solo qualche anno fa avrebbe pensato che il Vermentino dei Colli di Luni potesse raggiungere un simile livello di qualità».

Che dire? Grazie per averci fatto conoscere le diverse declinazioni di un vino che sente il mare.

Potrebbe interessarti anche:


Le emozioni in viaggio…andar per borghi II° parte

Cibo e cultura, un binomio che riscopriamo spesso nei nostri viaggi. Nell'anno dei borghi, Famelici vi accompagna alla scoperta di alcuni piccoli centri, spesso più conosciuti dagli stranieri che da noi. Da Nord a Sud, se ne contano oltre 1.000. Noi abbiamo deciso di proporvene 10. Ecco la seconda puntata del nostro percorso: le emozioni in viaggio...andar per borghi. Santa Maria Maggiore...Le emozioni in viaggio…andar per borghi II° parte ultima modifica: 2017-07-09T19:33:01+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Nel Salento il Parco dei Paduli: vivere l’ulivo

In un mondo veloce, spesso fatto di cemento, chi non sogna un ritorno ai ritmi lenti della natura con quei colori e profumi  spesso solo trasformati in ricordo? Fuga dalla città, ricostruirsi una vita più autentica altrove…per molti solo un sogno, per altri un obiettivo e per altri ancora la meta di una vacanza rigenerante. Ci vuole curiosità, coraggio ad abbandonare abitudini che ci...Nel Salento il Parco dei Paduli: vivere l’ulivo ultima modifica: 2017-06-14T23:25:47+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Perinaldo: vivere una notte indimenticabile

Una tappa veramente speciale del mio viaggio alla scoperta dei borghi liguri, in provincia di Imperia, è Perinaldo, un piccolo paese da visitare con gli occhi rivolti verso l'alto. Situato su un crinale, a 572 m. sul livello del mare e su un anfiteatro naturale, coperto da secolari uliveti, ginestre, mimose e vigneti, è conosciuto anche come il Poggio delle Stelle. Inserito...Perinaldo: vivere una notte indimenticabile ultima modifica: 2017-06-07T22:16:06+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Il tipico vino Roccese: “A Trincea” ad Airole

Aprofittando di un press tour organizzato dal Tourng Club Italiano per fare conoscere i borghi Bandiere Arancioni, la settimana scorsa ho potuto visitare un piccolo borgo di origine medievale: Airole, in provincia di Imperia. La tappa presso l'azienda agricola "A Trincea" mi ha permesso di conoscere un vino riportato alla vita da Dino Masala: il roccese, considerato dagli enologi il...Il tipico vino Roccese: “A Trincea” ad Airole ultima modifica: 2017-06-01T20:33:15+00:00 da Monica Viani

Vermentino: un vino che sente il mare ultima modifica: 2018-05-06T23:09:17+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *