P(a)ssaggio in Costa Rei

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Lo chef Fabio Groppi si è trasferito dalla Val Badia in Costa Rei. Il suo obiettivo? Lasciare un segno, ovviamente delizioso! Porca l’oca! Non sono impaziente. Affatto!!! Anzi, sono estasiata dall’antipasto servito al Ristorante Escargot. Non vedo l’ora, dopo il rito della foto, di assaggiarlo. Scaloppa di fois gras al mirto avvolto nel lardo di maialetto alle erbe di casa Escargot con insalate e funghi estivi. La cena presso Escargot si rivela fin dagli inizi un interessante gioco. Siamo al ristorante Escargot sulla bianchissima spiaggia di Costa Rei, a 60 km da Cagliari. Costa Rei: viaggio chef EscargotMentre il locale piano piano si riempie, noi assaggiamo un piatto elevato a descrizione gastronomica della vita dello chef: i miei ravioli (La mia storia nei miei ravioli), ricotta spinacino, rapa rossa e formaggio grigio, di pesce in brodetto, plin con tartufo del Sarcidano, piselli e pancetta di maialetto. Il secondo piatto, Tonno di Carloforte, fishburger di ventresca su pan brioches alla ricotta e il suo filetto in tre stagioni, mi ricorda il film di Mario Mattioli “Miseria e nobiltà”, dove farsa e parodia si uniscono per descrivere l’arte di arrangiarsi che consente di raggiungere un obiettivo con ciò che si ha a disposizione. Una rivoluzione metafisica: il cuoco esce dalla cucina ed esplora il territorio per sperimentare e formulare nuove ricette. E con questo piatto Fabio ci riesce. Per concludere il dolce: Creme Brulé, creme brulè allo zafferano di San Gavino meringa ghiacciata agli agrumi. Una rivisitazione sarda del famoso dolce di origine francese. Insomma un menù in onore della cultura sarda. Fabio Groppi ha centrato un obiettivo importante: lanciare la Sardegna come paradiso dei foodies.Costa Rei, Fabio Groppi e Miseria e Nobiltà di De Filipo Groppi ha deciso di fare i bagagli e lasciare la Val Badia, dove era executive chef del ristorante La Gana, con il preciso scopo di lasciare un segno. Noi vi assicuriamo che vale la pena di prendere il traghetto o l’aereo per scoprire le bellezze della Sardegna, oltre naturalmente le proposte gastronomiche di Fabio, che non tradisce la sua filosofia e dunque esalta i prodotti di un territorio, ricco di sorprese.

Informazioni utili

Ristorante Escargot
Via Marco Polo, 4,
Costa Rei, Muravera
Telefono:070 994 7206

Scoprire Nora, una città di fondazione nuragica

Un’immersione nella storia della Sardegna più antica e misteriosa
Una location da non perdere è Nora, città di fondazione nuragica, sul promontorio di Capo di Pula, separato da un istmo che si estende in due punte: a Ovest Sa Punta ‘e Su Coloru (punta del serpente), ad Est La Punta del Coltellazzo. costa reiPiù di venti anni di scavi hanno riportato alla luce uno dei siti più importanti che si affacciano sul Mediterraneo. Dopo essersi immersi nelle bellissime acque del mare sardo, ci sembra giusto tuffarsi nel passato più antico della Sardegna. Una particolarità del sito è che qui si sono sovrapposte tre grandi civiltà del mondo antico: Fenicia, Punica e Romana. La maggior parte delle tracce sono romane, ma grazie alla competenza delle guide è facile immaginare come si dovesse svolgere la vita anche nelle epoche precedenti. Nell’area sono state ritrovate anche tracce della civiltà nuragica e manufatti di importazione micenea che testimoniano gli scambi commerciali con l’Antica Grecia. L’abbandono del sito risale al V secolo quando i Vandali occuparono questa parte della Sardegna e misero fine ai traffici marittimi.

Da non perdere

  • Per il periodo fenicio-punico
    I resti di strutture murarie
    Le fondazioni del “tempio di Tanit”
  • Per il periodo romano
    L’unico esempio conosciuto in Sardegna di teatro romano
    Diversi complessi termali
    La “casa dell’atrio tetrastilo”
    Il “santuario di Esculapio”
    La basilica

Informazioni utili
Indirizzo: località Nora, Pula; telefono 070 921470/92440304
Esiste un servizio di visite guidate

Tutti pazzi per il Mercato del Pesce di San Benedetto a Cagliari

Un consiglio? Non lasciate la Sardegna prima di aver trascorso una mattinata al mercato del pesce di San Benedetto a Cagliari. I mercati non sono tutti uguali, ma alcuni sono capaci di raccontarti la storia, la cultura di una città. Costa rei: Cagliari il mercato del pesceÉ il caso del mercato di san Benedetto, il più grande mercato ittico d’Europa. Un vero mercato “vivo”!!! I pesci saltano, i granchi cercano la via di fuga e i pesci di grande taglia sono affettati al momento. La loro testa, come un trofeo, è posizionata in verticale. Perdersi tra le decine di banchi significa conoscere il mare e i suoi silenziosi abitanti. Al contrario, il mercato è rumoroso, pervaso dalle voci di venditori che propongono il pesce a prezzi imbattibili, impensabili per chi vive a Milano. Visitandolo, si capisce che siamo di fronte ad un’istituzione, nulla di turistico. Qui i cagliaritani, da intere generazioni, fanno la spesa, qui sono nate molte delle ricette che caratterizzano la cucina sarda. Se vuoi conoscere la vera Sardegna, non puoi perdertelo!

Informazioni utili
Mercato San Benedetto
Via Francesco Cocco Ortu
(angolo via Pacinotti, vicino a via Dante)
Aperto da lunedì a sabato.

Potrebbe interessarti anche:


Stappare una bottiglia? Ci pensa Henshall con il cavatappi

Il vino con il tappo a vite è una scelta sbagliata? Sembra di no. Il fascino del cavatappi che viola il sughero è indescrivibile. E se fosse lui il colpevole della nostra preferenza per...Stappare una bottiglia? Ci pensa Henshall con il cavatappi ultima modifica: 2019-12-29T12:43:40+00:00 da Alessandra Cioccarelli

Potrebbe interessarti anche:


Pesce crudo: quali sono le regole per evitare rischi?

Prima regola: saperlo scegliere, soprattutto se si consuma pesce crudo Se si acquista il pesce dai banchi conservato nel ghiaccio, si deve controllare che ci sia un canale di scolo per l'acqua che con il tempo si scioglie. Se il pesce è intero si riconosce la freschezza dall'odore, che non deve essere troppo forte, rancido o dolciastro. Non devono essere...Pesce crudo: quali sono le regole per evitare rischi? ultima modifica: 2016-12-05T21:22:54+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


La La Land: ristorante stellato o fast food?

La La Land: no stellato no, più un fast food alla ricerca del successo. Il musical di Damien Chazelle, interpretato da Ryan Gosling e Emma Stone, ha una trama semplice, direi banale: Sebastian è ...La La Land: ristorante stellato o fast food? ultima modifica: 2017-03-20T13:01:34+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Intervisti lo chef Dimitri Mattiello e scopri che Vissani è stato l’anticipatore…

Sono con la “famelica” Camilla Rocca ad Altavilla Vicentina presso il Dimitri restaurant per conoscere il patron e chef Dimitri Mattiello. L’occasione ci è offerta dalla degustazione in anteprima del menù primaverile con un ricordo dell’autunno. “La mia cucina rispetta la stagionalità- ci racconta Dimitri - e la natura prevede che le stagioni scivolino lentamente l’una nell' altra, regalandoci...Intervisti lo chef Dimitri Mattiello e scopri che Vissani è stato l’anticipatore… ultima modifica: 2017-02-24T17:08:09+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Francesco Morace: e se la crescita felice passasse attraverso il cibo?

É ancora tempo per credere alla crescita felice? In un'epoca in cui tutti sognano di ritrovarsi in un'oasi di pace, come perduto lusso in un'epoca che ti costringe a una vita frenetica, satura di un bombardamento di immagini, rumori, stimoli esterni, in cui è un dovere essere iper-connessi, la domanda è d'obbligo. Francesco Morace, sociologo e saggista, da sempre ci invita a non...Francesco Morace: e se la crescita felice passasse attraverso il cibo? ultima modifica: 2017-02-03T22:32:02+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Canova: l’arte e il gusto di due gelati al giorno!

A pochi chilometri da Asolo, a Possagno, imperdibile la visita alla gipsoteca dedicata a Canova, uno scultore studiato a scuola ma poco conosciuto veramente. Qui si possono ammirare i dipinti, i disegni, i bozzetti in terracotta e i modelli delle sculture del grande maestro del Neoclassicismo. Canova artista, ma soprattutto imprenditore Canova era un artista ma anche un imprenditore. Meticoloso nel...Canova: l’arte e il gusto di due gelati al giorno! ultima modifica: 2016-12-18T15:01:26+00:00 da Monica Viani

 

P(a)ssaggio in Costa Rei ultima modifica: 2017-06-21T11:21:50+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *