Futuro, nuove tecnologie e lotta contro lo spreco alimentare

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Oggi uno dei problemi maggiormente avvertiti è quello della lotta allo spreco alimentare. Si dibatte su futuro, nuove tecnologie e lotta contro lo spreco alimentare Per risolvere un problema che coinvolge tutti, il primo passo da compiere è conservare gli alimenti in modo corretto per evitare che siano contaminati da funghi patogeni o da parassiti in modo che non vengano gettati via. Le nuove tecnologie possono venirci in soccorso garantendo una maggiore conservabilità del cibo.

Futuro, nuove tecnologie e lotta contro lo spreco alimentare

Sembra proprio di sì. Non mancano sperimentazioni relative ad imballaggi di cartone agli oli essenziali, particolarmente adatti per una maggiore conservazione di frutta e verdura. Si è messa a punto anche una macchina che elimina gli effetti dei pesticidi, replicando il processo della fotosintesi. Persino gli chef stanno contribuendo alle politiche anti-spreco creando salse, condimenti che hanno come ingredienti principali ciò che in genere si scarta della verdura e della frutta.

Il Future Food Institute, fondato nel 2014 a Bologna e oggi con sede anche a San Francisco, individua alcune start up meritevoli di essere segnalate per la loro lotta contro lo spreco alimentare. La food innovation è un tassello importante per la difesa del Pianeta, la vera sfida del futuro. Lo abbiamo già scritto numerose volte: si deve puntare sull’economia circolare.

Ecco alcune esempi di lotta allo spreco alimentari interessanti

  • Bestack, start up italiana, che ha brevettato l’imballaggio intelligente. Attraverso l’utilizzo di una miscela di oli essenziali, produce un’azione anti batterica e fungina capace di prolungare la shelf-life dei prodotti freschi, limitando danni legati alla catena del freddo durante trasporto e distribuzione.
  • Purin foods, il macchinario che purifica frutta e verdura con acqua, luce e ozono, eliminando molti batteri che causano il processo di deperimento, ma anche di prodotti chimici, come pesticidi, disinfettanti, cere utilizzate per dare alla frutta un aspetto più attraente.
  • Eatlimmo è la startup fondata da due giovani ragazzi messicani che hanno trovato un modo per reimpiegare gli scarti di mango. Recuperando semi e bucce, hanno prodotto una polvere da usare per prodotti da forno come emulsionante e come gelificante nella produzione industriale.
  • Rubies in the Rubble, la start up di Londra, che recupera frutta e verdura invenduta nel mercato di Covent Garden destinata alla spazzatura, per creare salse e condimenti agrodolce confezionati e commercializzati anche dalla grande distribuzione.

Potrebbe interessarti anche:


Futuro. Nuovi modi di essere, nuove ricette…

Futuro. Nuovi modi di essere e (con o senza robot) nuove ricette di vita. Per prima cosa non si deve più pronunciare la parola innovazione! Perchè, grazie ai meccanismi messi in moto dalla “era della conoscenza condivisa”, ogni istante della nostra vita è foriero, simultaneamente e in posti diversi del pianeta, di novità che cambiano, poco o tanto, il nostro...Futuro. Nuovi modi di essere, nuove ricette… ultima modifica: 2017-04-10T09:19:29+00:00 da Fabrizio Bellavista


Potrebbe interessarti anche:


L’innovazione è sociale e al servizio di un turismo aumentato

L’innovazione è sociale e al servizio di un turismo aumentato: cibo, cultura, tradizioni e socialità sono un unicum Il termine ‘aumentato’ va per la maggiore e probabilmente segnerà uno dei settori di...L’innovazione è sociale e al servizio di un turismo aumentato ultima modifica: 2017-07-03T10:14:54+00:00 da Fabrizio Bellavista

L’innovazione è sociale e al servizio di un turismo aumentato: cibo, cultura, tradizioni e socialità sono un unicum Il termine ‘aumentato’ va per la maggiore e probabilmente segnerà uno dei settori di maggiore sviluppo dei prossimi anni: in questo nostro breve racconto...L’innovazione è sociale e al servizio di un turismo aumentato ultima modifica: 2017-07-03T10:14:54+00:00 da Fabrizio Bellavista

L’innovazione è sociale e al servizio di un turismo aumentato: cibo, cultura, tradizioni e socialità sono un unicum Il termine ‘aumentato’ va per la maggiore e probabilmente segnerà uno dei settori di maggiore sviluppo dei prossimi anni: in questo nostro breve racconto parleremo, credo che lo capirete facilmente, di “realtà aumentata”, ma desideriamo estendere questo concetto anche ove strettamente la tecnologia non...L’innovazione è sociale e al servizio di un turismo aumentato ultima modifica: 2017-07-03T10:14:54+00:00 da Fabrizio Bellavista

Futuro, nuove tecnologie e lotta contro lo spreco alimentare ultima modifica: 2018-09-02T15:16:34+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *