San Marino in nome di arte, cibo e cultura

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Sì, San Marino in nome di arte, cibo e cultura. Un piccolo stato montuoso confinante con le Marche e l’Emilia Romagna, probabilmente la regione più famosa per il divertimento. Nel suo nome si nasconde la mitologia del divertimento italiano raccontata dai film di Federico Fellini. Chi non ricorda Amarcord e la Rimini degli anni 30, con la costruzione di un evocativo affresco corale della memoria collettiva? Oggi è ancora meta di vacanzieri estivi, ma anche di cercatori di esperienze culturali. E allora è impossibile perdersi la visita di San Marino, anche perchè San Marino è un set cinematografico a cielo aperto. Strano che pochi registi l’abbiano scelta come scenografia per un film! Qui sono stati girati “Lo sconosciuto di San Marino” di Michał Waszyński, “Il principe delle volpi” di Henry King, “Camicie rosse” di Goffredo Alessandrini e il cortometraggio “Mordraud – The Movie” di Riccardo Piana.

San Marino in nome di arte, cibo e cultura. Pronti a venire con me?

Dove soggiornare per avere le prime suggestioni

Ho scelto il Grand Hotel San Marino, un albergo moderno, con camere ampie e spaziose, con una meravigliosa vista sulle colline del Montefeltro e soprattutto in una posizione perfetta per visitare la città. Se desideri relax e la possibilità di rimetterti in forma puoi usufruire delle cure del Centro medico per il dimagrimento Messeguè; se vuoi provare i piatti del territorio puoi gustare le proposte del ristorante La Terrazza. Valori aggiunti da non sottovalutare!

La prima cosa che mi ha colpito, ancor prima della visita alla città, sono stati gli scorci, talvolta surreali, capaci di farti dimenticare il tempo e di regalarti un’atmosfera degna dei racconti fantasy.

San Marino in nome di arte, cibo e cultura

Luoghi assolutamente imperdibili se ami arte, cibo e cultura

Arte e cultura

  • Le Tre Torri 

Guaita, Cesta e la Torre del Montale sono le tre “penne” simbolo del Titano, testimonianza dell’antico sistema difensivo costruito per difendersi dagli attacchi dei Malatesta di Rimini. Collegate da un sentiero coronato da merlature detto “passo delle streghe” sono un percorso magico per avvistare scorci incantevoli.

San Marino in nome di arte, cibo e cultura: vale il viaggio1

  • La Galleria Nazionale San Marino, il nuovo museo d’Arte Moderna e Contemporanea della Repubblica di San Marino

Nelle Logge dei Volontari, imponente edificio anni Trenta, sono raccolte più di mille opere di grandi maestri italiani del XX secolo, da Emilio Vedova a Sandro Chia, da Giuseppe Spagnolo a Cucchi, da Enzo Mari a Renato Guttuso, Corrado Cagli e Luigi Ontani. Non mancano artisti sammarinesi quali Marina Busignani Reffi, Walter Gasperoni, Gilberto Giovagnoli e Patrizia Taddei.

Un’opera che mi ha fatto riflettere? “Dialogo tra Fidia, Galileo, Duchamp, i sette nani, l’Idiota” di Enzo Mari. Allestita su un palco come un’opera teatrale, mette in scena un dialogo impossibile tra arte e scienze in cui 5 protagonisti provano a confrontarsi. Il primo, Fidia, è rappresentato da un particolare del frontone del Partenone, il secondo, Galileo, è raffigurato da calcoli, il terzo, Duchamp, è richiamato dal celebre orinatoio. Si prosegue con i sette nani, che richiamano la cultura di massa e infine c’è l’Idiota che riporta al comunismo. I sette nani sono innamorati di Biancaneve, ma oggi chi è Biancaneve? Se una volta era l’arte, ora siamo noi con la nostra egocentrica voglia di apparire?

San Marino in nome di arte, cibo e cultura: Galleria Nazionale

  • Palazzo Pubblico, il Palazzo Del Governo

Palazzo Pubblico è il cuore della vita politica sammarinese e della sua storia, sede del Consiglio Grande e Generale (l’organo legislativo), del Congresso di Stato (il Governo) e degli Eccellentissimi Capitani Reggenti, ovvero i due capi di Stato della Repubblica di San Marino. Assolutamente da visitare, al piano superiore, l’Aula del Consiglio, a cui si accede tramite un imponente scalone. Sulla parete in fondo alla sala domina l’immagine del fondatore San Marino, che ammonisce il suo popolo: “Relinquos vos liberos ab utroque nomine” (“vi lascio liberi da ambedue gli uomini“, ovvero il Papa e l’Imperatore).

San Marino in nome di arte, cibo e cultura. Palazzo del Governo

  • Prima di mangiare, perdersi per le strade di San Marino e scoprire posti per un prossimo viaggio

Sorprese, luoghi inaspettati li incontri, anche passeggiando senza meta nelle vie del centro. Una casa che mi ha particolarmente colpito è il B&B Balsimelli 12, all’interno di una dimora di fine 800. Gestito con amore e passione da un attore teatrale, ricorda nel nome – e non solo- il bisnonno materno Romeo Balsimelli. Un piccolo gioiello composto da due camere arredate con gusto e una terrazza da dove godere di un tramonto indimenticabile!

San Marino in nome di arte, cibo e cultura: dove dormire

Un locale “floreale” è in Contrada Santa Croce 29: Antica Trattoria Jole gestita da Mara Verbena, una vera pasionaria dei fiori. L’arredamento del locale lo ricorda in tanti particolari. Qui la cucina racconta la storia della famiglia di Mara trascorsa in Liguria, Marche, Romagna e Belgio.

San Marino in nome di arte, cibo e cultura

Cibo e cultura: il ristorante imperdibile

  • Ristorante Righi

Una tappa enogastronomica obbligata è in Piazza della Libertà 10 al ristorante Righi, 1 stella Michelin (www.ristoranterighi.com). Ai fornelli non uno, ma due grandi chef: Luigi Sartini e Fabio Rossi. La loro cucina è un inno alla tradizione, agli insegnamenti di Gualtiero Marchesi. Si tratta di una cucina semplice, in cui gli ingredienti sono sempre riconoscibili al palato. Il cavallo di battaglia? La lasagna scomposta!

mercatini di Natale, San Marino: ristorante Righi, una stella Michelin

Sì, San Marino in nome di arte, cibo e cultura vale il viaggio

Se per le vostre vacanze scegliete un posto dove coniugare divertimento, relax, cibo e cultura, San Marino è una meta da segnare in agenda.

Credit Photo Home: @visitsanmarino

Potrebbe interessarti anche:


Credevo che tutti i mercatini di Natale fossero uguali, poi sono stata a San Marino

Partiamo da un presupposto San Marino non è Italia, è uno stato, la cui indipendenza poggia su una forte identità repubblicana. La leggenda vuole che la repubblica nascesse dopo la morte del fondatore- il santo Marino- che consegnò il potere nelle mani del popolo. Al di là della leggenda, i primi documenti che attestano la promulgazione di leggi repubblicane...Credevo che tutti i mercatini di Natale fossero uguali, poi sono stata a San Marino ultima modifica: 2018-12-03T18:40:02+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


I viaggi del 2019 da scrivere in agenda in nome di cibo e cultura

Se ami viaggiare, devi cominciare a pensare alle mete del 2019. Se lo fai per tempo, puoi anche programmare viaggi low cost. La tendenza che si conferma vincente nella programmazione dei viaggi è la...I viaggi del 2019 da scrivere in agenda in nome di cibo e cultura ultima modifica: 2018-12-27T12:05:40+00:00 da Monica Viani

San Marino in nome di arte, cibo e cultura ultima modifica: 2019-01-01T15:51:56+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *