Psichiatria nutrizionale: in futuro ci dirà chi siamo studiando ciò che mangiamo?

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Indagando sul nesso cibo e cultura, scopriamo che nell’800 il filosofo Ludwig Feuerbach dichiarava senza esitazioni che l’ uomo è ciò che mangia. Quasi tutti rimasero affascinati da questa affermazione. In realtà non le dettero  il significato che voleva assegnarle il filosofo tedesco. La frase più che all’approfondimento filosofico fu utilizzata ai fini della ricerca psicologica. Talvolta in modo superficiale. Ora è il momento che la relazione cibo, benessere fisico e psichico sia studiato dalla psichiatria nutrizionale.

I comfort food dimostrano che il corpo prova piacere quando mangiamo cibi considerati buoni. In realtà leggere il cibo legandolo al benessere emotivo è diventato un po’ una moda che è arrivata a sostenere diverse bizzarrie. Un esempio? La lattuga accenderebbe il desiderio sessuale. Sinceramente trovo difficile che una teoria scientifica possa suffragare questa ipotesi.

Psichiatria nutrizionale: scienza del futuro?

La psichiatria nutrizionale è quella scienza che dovrebbe fare ordine in tesi che rischiano ancora una volta di illuderci nel tentativo di cercare la felicità. In particolare gli studi si dirigono verso l’analisi del rapporto cibo e depressione. Non è facile, ma è la sfida del futuro. Sicuramente un legame tra cibo, soddisfazione, benessere c’è…noi aspettiamo fiduciosi i primi risultati scientifici!

Potrebbe interessarti anche:


La leggenda della cassata siciliana, ovvero cibo è cultura

Conoscete la leggenda della cassata siciliana? Partiamo dal nome. Nel vocabolario latino siciliano di Angelo Senisio al vocabolo cassata corrisponde la dicitura “cibus ex pasta panis et caseus compositus”, cioè cibo composto da pasta di pane e formaggio. La leggenda della cassata siciliana: origini, la ricetta (le varianti) Molti fanno risalire le origini della cassata siciliana agli arabi in base a una...La leggenda della cassata siciliana, ovvero cibo è cultura ultima modifica: 2018-08-12T14:27:24+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Week end tra arte, cibo e cultura? Da Vistaterra per scoprire il Canavese

Da Vistaterra per scoprire il Canavese, di cui oggi tutti parlano grazie al riconoscimento di Ivrea come Patrimonio Unesco. Eh sì, perché Vistaterra non è solo un Country Resort dotato di tutti i confort, ma è anche un progetto che, ridando vita al Castello di Parella, abbandonato 12 anni fa, ha come obiettivo quello di rilanciare un territorio ancora...Week end tra arte, cibo e cultura? Da Vistaterra per scoprire il Canavese ultima modifica: 2018-07-03T17:20:11+00:00 da Monica Viani

Psichiatria nutrizionale: in futuro ci dirà chi siamo studiando ciò che mangiamo? ultima modifica: 2018-08-22T14:43:20+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *