I segreti per grigliare le verdure

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Per i vegani e i vegetariani c’è una certezza: si possono grigliare anche le verdure. E non si può dire che siano un piatto triste. Cavolfiore, patata, zucchine, melanzane, pomodori, peperoni ..tutto ciò che vi piace. Un’estetica vincente che non è passata inosservata agli chef, soprattutto a quelli da sempre vegetariani. Ma molti cuochi sono sempre più attenti alla preparazione delle verdure, anche quando accompagnano un piatto di carne, soprattutto se rossa, o di pesce.

I segreti per grigliare le verdure

  • Quali scegliere

Si possono grigliare tutte le verdure, ma, come per tutte le cose, ci sono quelle meno adatte. La griglia aumenta l’amaro e per questo è meglio scegliere verdure ricche di acqua: zucchine, melanzane, pomodori e cipolle. Per quanto riguarda la tostatura, le verdure di radice – carote, patate dolci, pastinaca – chiamate anche tuberose, sono le più appropriate. E la  barbabietola? Risulta ricca di zuccheri e caramellata quando è cotta.

  • Quanto grandi

Più le verdure sono grandi, più devi aspettare che risultino morbide all’interno, con il rischio che l’esterno sia carbonizzato.

  • Per evitare che si secchino

Si possono precuocere le verdure con acqua bollente salata per tre quarti del tempo della ricetta. Successivamente si  spennellano con olio o burro e aglio schiacciato. Un’altra tecnica da usare: cucinare le verdure avvolte in un foglio di alluminio o coperte con un coperchio. Per aromatizzare si può ricorrere all’aggiunta di qualche cucchiaio di brodo. Recuperando il liquido, si ottiene una salsa che si avvicina al succo della carne.

  • Per verdure marinate in precedenza

Occorre eliminare il liquido di marinatura per evitare che cada olio sul fuoco.

  • Condimento

Le verdure si possono accompagnare con una salsa di pomodoro aromatizzata con aceto balsamico o miele. Se la verdura è stata precedentemente arrostita, si può usare il suo “brodo”. Naturalmente c’è chi preferisce mangiarle senza aggiungere alcun condimento.

Potrebbe interessarti anche:


Dizionario primaverile, l’ABC famelico

La primavera ci rende inquieti. O eccitati. O languidi. O affamati. Ma anziché divorare pantagruelicamente di tutto, perché non spizzicare spunti, gustare gite, amare l'arte, viaggiare per vini? Allora, tra anticipazioni, consigli, desideri e ricordi, che sia una primavera famelica! Ve la raccontiamo a due voci come un ABC, un dizionario, firmandoci Doppiamente Famelici e, nello spirito, Doppiamente Primaverili. A Aspetta...Dizionario primaverile, l’ABC famelico ultima modifica: 2019-03-21T00:06:33+00:00 da Doppiamente Famelici


Potrebbe interessarti anche:


Ricette estive: sandwich con avocado e uova sode

La moda dell'avocado sembra non tramontare mai. Per Ferragosto potete sfidare le previsioni che annunciano burrasca e, incuranti delle tempeste, organizzare un pic nic preparando un sandwich con avocado e uova sode colorato, gustoso...Ricette estive: sandwich con avocado e uova sode ultima modifica: 2018-08-14T12:14:46+00:00 da Monica Viani

I segreti per grigliare le verdure ultima modifica: 2019-07-01T21:05:53+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *