Grani Futuri, Antonio Cera propone il “Manifesto futurista del pane”

Share on FacebookTweet about this on Twitter

“Abbiamo bisogno di contadini,
di poeti, gente che sa fare il pane,
che ama gli alberi e riconosce il vento.
Più che l’anno della crescita,
ci vorrebbe l’anno dell’attenzione.
Attenzione a chi cade, al sole che nasce
e che muore, ai ragazzi che crescono,
attenzione anche a un semplice lampione,
a un muro scrostato.
Oggi essere rivoluzionari significa togliere
più che aggiungere, rallentare più che accelerare,
significa dare valore al silenzio, alla luce,
alla fragilità, alla dolcezza”.
Franco Arminio
Cedi la strada agli alberi

Ecco il miglior modo di presentare  Grani Futuri, evento nazionale con protagonista indiscusso il pane in programma a San Marco in Lamis nel Gargano dal 17 al 19 giugno. L’ “Associazione futurista del pane”, con la presentazione del “Manifesto del Pane” si erge in difesa del  “pane buono e sano della produzione artigianale italiana e che fa bene alla cultura, all’ambiente e al territorio”. L’obiettivo? Salvaguardare la cultura del pane e promuoverla nel mondo agricolo, della panificazione italiana e dei consumatori. La manifestazione fortemente voluta dal “fornaio economista” Antonio Cera, laureato presso la Bocconi , vuole sottolineare la necessità della cura, del rispetto e della tutela delle caratteristiche dei terreni agricoli che rappresentano il  fondamento della panificazione rispettosa della sostenibilità e della biodiversità. I principali contenuti? Solo alcuni esempi. Si invita al ricorso alla pietra naturale come tecnica di molitura e si definisce “indispensabile” il ricorso a farine con caratteristiche integrali o semintegrali. Si auspica il riposo delle forme su tessuti naturali di stoffa grezza o teli di canapa in modo da permettere al pane di respirare. Perché abbiamo scelto di darne notizia? Antonio, ritornato a San Marco in Lamis per rilanciare il forno di famiglia Sammarco, crede fortemente che il rilancio delle attività artigianali significhi valorizzare il territorio in chiave turistica e culturale. Ciò in cui crede Famelici!

Potrebbe interessarti anche:


Itinerari Famelici. Guida alla Milano futurista

Ci sono tanti modi per conoscere una città, tanti punti di vista diversi. Alcune vie sono più esplorate, altre, magari meno celebrate dalle guide, rimangono nascoste ai più. La città di Milano, oltre a essere la capitale della moda, del design e di tanto altro, è stata la culla di una grande avanguardia artistica: il Futurismo. Dinamico, irriverente, chiassoso...Itinerari Famelici. Guida alla Milano futurista ultima modifica: 2017-05-29T08:44:30+00:00 da Alessandra Cioccarelli

Potrebbe interessarti anche:


Agile, dinamica, aerea. La cucina futurista sfida il palato!

Letteratura, arte, teatro, moda. Sono moltissimi e i più variegati gli ambiti in cui il futurismo ha avuto da dire la sua. Nato nel 1909 e conclusosi nel 1944, questo movimento eccentrico e italianissimo, tra le sue eredità, ha partorito anche una sua idea ambiziosa e decisamente creativa di gastronomia: la cucina futurista. Il Manifesto della cucina futurista “Il pranzo perfetto...Agile, dinamica, aerea. La cucina futurista sfida il palato! ultima modifica: 2017-01-31T00:10:23+00:00 da Alessandra Cioccarelli

Potrebbe interessarti anche:


Zurigo: scesi dal treno vi accoglie un angelo!

Arrivati alla Stazione Centrale di Zurigo, costruita nel 1865 in stile neoclassico, vieni accolto da un angelo. Sì, avete letto bene da un angelo, che accoglie e protegge i viaggiatori! Si tratta dell'angelo custode di Niki de St. Phalle, un angelo al femminile che rappresenta la gioia di vivere. Ma non è l’unica forma d’arte presente in stazione. Ci...Zurigo: scesi dal treno vi accoglie un angelo! ultima modifica: 2017-05-15T09:24:43+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Piero Fornasetti: l’alchimista del gusto

Piero Fornasetti, ovvero un universo surreale, onirico, ironico e metafisico “Immaginazione, fantasia e creatività sono cibi insopprimibili per l’anima e per lo spirito: è un dovere per chi ne ha il darne agli altri, ed è così, che la fantasia chiama la fantasia e che la poesia invita alla poesia per tutti, a tempo pieno”. Come non ricordare Piero Fornasetti in occasione...Piero Fornasetti: l’alchimista del gusto ultima modifica: 2017-04-06T17:52:57+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Il Rinascimento del pane passa attraverso il recupero di grani antichi

Che cosa sapete dell’evoluzione dei consumi del pane? E se il Rinascimento del pane passasse attraverso il recupero dei pani antichi?Qualche cifra per capirne di più. Il crollo del consumo del pane Il consumo di pane...Il Rinascimento del pane passa attraverso il recupero di grani antichi ultima modifica: 2017-02-24T18:58:01+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Mal di gola? A Milano si cura con il panettone di San Biagio

La mattina del 3 febbraio a Milano è tempo di panettone, quello di San Biagio. "San Biàs a l’ te presèrve la góla dai rèsche de pèss e da töt ol rèst” - ovvero San Biagio ti preservi la gola dalle lische di pesce e da tutti i malanni -  recita il noto detto meneghino. Secondo la tradizione, per...Mal di gola? A Milano si cura con il panettone di San Biagio ultima modifica: 2017-01-31T00:08:28+00:00 da Alessandra Cioccarelli

 

 

 

Grani Futuri, Antonio Cera propone il “Manifesto futurista del pane” ultima modifica: 2017-06-12T10:04:37+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *