Giornata Nazionale Pasta alla Norma: storia e ricetta siciliana

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Cibo e cultura: ecco perchè la Pasta alla Norma ha la Giornata Nazionale 

Simbolo dei primi piatti della cucina siciliana, la pasta alla Norma è uno dei piatti italiani più conosciuti nel mondo tanto da essersi conquistato una Giornata Nazionale.

La Giornata Nazionale Pasta alla Norma si celebra ogni anno il 23 settembre. Come tutti gli appuntamenti dedicati al cibo, spingono a gustare il piatto celebrato e a conoscerne la storia.

E noi vi raccontiamo la sua origine, senza dimenticarci di proporvi la ricetta. Abbiamo scelto di suggerirvi la Pasta alla Norma dello chef Peppe Barone, re indiscusso della cucina del ristorante Terrammare, un locale che in poco tempo ha fatto conoscere ai milanesi la cucina siciliana rivisitata con gusto e rispetto della tradizione.

La storia della Pasta alla Norma…un’origine tutta musicale (cibo è cultura!)

Pasta cu sucu di mulinciani, pasta ca sassa e mulinciani o pasta câ Norma, insomma la Pasta alla Norma. Probabilmente il primo piatto di questa ghiotta proposta gastronomica siciliana fu preparato a Catania. La ricetta tradizionale prevede una salsa composta dalla passata di pomodoro fresca, melanzane fritte, ricotta salata e foglie di basilico. Ma attenzione, le ricette variano a seconda di dove vi troviate in Sicilia. L’elemento più contestato è la cottura della melanzana: fritta o no?

Non ci sono, invece, contese sulla motivazione del suo nome, anche se non mancano divergenze. Pare che sia stato scelto dal commediografo catanese Nino Martoglio che, dopo avere gustato il piatto, avrebbe esclamato: “Chista è ‘na vera Norma!”. Evidentemente le prime forchettate gli rammentavano “Norma”, la celebre opera del compositore Vincenzo Bellini.

Non solo: sembra che la Pasta alla Norma sia stata proposta per la prima volta la stessa sera del debutto mondiale dell’opera di Bellini, il 26 dicembre 1831. Non manca una tesi che sostiene che fosse stata inventata in onore del compositore. Inutile dire che all’estero è una delle ricette più colpite dal fenomeno dell’Italian Sounding.

La ricetta della Pasta alla Norma dello chef Peppe Barone

Ingredienti

700 g Melanzane

300 g Pomodori pixel

500 g Pomodori tondi

280 g Rigatoni

200 g Pomodori datterini

150 g Ricotta salata di pecora

100 g Basilico fresco

40 g Cipolla bianca

1 Spicchio d’aglio

Olio Evo

Sale

Procedimento

In una pentola bassa imbiondire la cipolla tritata e lo spicchio d’aglio intero, quindi aggiungere i pomodori lavati in acqua. A metà cottura salare e verso la fine aggiungere delle foglie di basilico fresco. Cuocere la salsa e,nel caso risultasse troppo liquida, ripassarla sul fuoco per farla restringere.

Sbianchire le foglie di basilico per un minuto circa in acqua bollente, passarle in una ciotola con acqua e ghiaccio e frullarle con olio Evo e sale.

Lavare ed asciugare le melanzane, affettarle dello spessore di mezzo centimetro, in modo da farle rimanere succose ma croccanti. Se si pensa che siano di qualità amara, predisporle dentro a un colapasta o a un crivello a strati alterni con sale oppure asciugarle e passarle in olio Evo ben caldo, circa 170 C°, in una padella di ferro. Una volta dorate salarle ed alternarle con carta assorbente, massimo due strati per evitare di schiacciarle.

Lessare la pasta in acqua salata, scolandola al dente.

Adagiare in un piatto piano una fetta di melanzana e sistemare i rigatoni, quindi stirare la salsa di pomodoro con un cucchiaio, un filo di pesto di basilico ed una spolverata di ricotta salata e fare un altro strato seguendo lo stesso ordine. Finire con melanzana, ricotta salata e pesto, poi guarnire a piacer

Credit Photo: Brambilla & Serrani

Potrebbe interessarti anche:


Filippo Callipo, io resto in Calabria in nome dell’etica del fare

Filippo Callipo è la dimostrazione che si può fare crescere un'azienda moderna senza collusioni con il malaffare in una terra meravigliosa con atavici problemi di controllo del territorio. Sì, lo hai capito, stiamo parlando della Calabria. Giacinto Callipo Conserve Alimentari Spa è all'avanguardia soprattutto per la scelta di investire nel sociale e nel welfare in nome della consapevolezza del valore...Filippo Callipo, io resto in Calabria in nome dell’etica del fare ultima modifica: 2020-01-13T09:25:25+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


No antichi Romani, no Made in Italy: molti ingredienti e tante ricette le dobbiamo a loro

Chi non sa che il Made in Italy è apprezzato in tutto il mondo? Ma quanti sanno che: no antichi Romani, no Made in Italy? I nostri antenati, talvolta...No antichi Romani, no Made in Italy: molti ingredienti e tante ricette le dobbiamo a loro ultima modifica: 2018-09-26T00:03:52+00:00 da Monica Viani

Chi non sa che il Made in Italy è apprezzato in tutto il mondo? Ma quanti sanno che: no antichi Romani, no Made in Italy? I nostri antenati, talvolta per necessità, talvolta per gusto, hanno coltivato prodotti indispensabili per...No antichi Romani, no Made in Italy: molti ingredienti e tante ricette le dobbiamo a loro ultima modifica: 2018-09-26T00:03:52+00:00 da Monica Viani

Chi non sa che il Made in Italy è apprezzato in tutto il mondo? Ma quanti sanno che: no antichi Romani, no Made in Italy? I nostri antenati, talvolta per necessità, talvolta per gusto, hanno coltivato prodotti indispensabili per le nostre più celebri ricette o, addirittura creato quella tradizione che ha permesso di creare piatti diventati bandiera del nostro...No antichi Romani, no Made in Italy: molti ingredienti e tante ricette le dobbiamo a loro ultima modifica: 2018-09-26T00:03:52+00:00 da Monica Viani

Giornata Nazionale Pasta alla Norma: storia e ricetta siciliana ultima modifica: 2020-09-22T20:57:19+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *