Una sera al Faya: cocktail, musica e… il liquore alla bottarga

Spiegare com’è il Faya? Difficile, devi viverlo. Cocktail d’autore, si ok, ma anche persone, buona musica e bottiglie preziose, rare, curiose. Come il liquore alla bottarga di muggine…

Dopo una giornata di sole sulla Costa Corallina, il ritrovo top è il Faya, dove incontrare bella gente ed ascoltare buona musica dal vivo: difficile sognare una serata più bella per vivere appieno l’estate. E se parliamo di cocktail, be’… siamo proprio nel posto giusto!

Gianmatteo Mariano è anima e creatore di questo tempio della Mixology Art, un luogo dove si possono fare piacevoli incontri e serene chiacchierate accompagnate da ottime degustazioni di cocktail classici ed originali. Ma non solo. Faya si distingue anche per un’importante mission: far conoscere nuove tecniche, tendenze internazionali, liquori di nicchia e di qualità, spesso sconosciuti al grande pubblico.

Si sa che quando si ordina un cocktail e si ha un palato sufficientemente fine per capirlo, occorre che il barman sappia il fatto suo. E in Italia nel campo della mixology abbiamo dimostrato di non essere secondi a nessuno!

Una sera al Faya tra ottima musica e sorprendenti cocktail

A tal proposito, dietro al banco del Faya, la sera di domenica 19 agosto conosciamo un grande bartender di fama internazionale, Tony Pescatori. Lo troviamo impegnato nella preparazione di alcune sue creazioni che vi descriveremo in un prossimo articolo dedicato. Gianmatteo lo ha voluto qui per una serata e, insieme a lui, ha portato un altro interessante esponente della mixology art: Roberto Conti, bartender sardo, titolare dell’azienda Jelithon.

Roberto Conti

Tony Pescatori

Che Tony e Roberto siano qui, professionisti internazionali che portano la loro arte nei più noti ed affermati cocktail bar del mondo, non deve stupire più di tanto. Sta tutto nelle corde del mentore Gianmatteo, un appassionato ed esperto del settore che ha voluto fare del suo locale un punto di riferimento per l’arte della mixology. Ma non solo. Al Faya ha voluto portare un concetto di alta qualità, abbinata alla conoscenza e all’educazione al buon bere.

La strada vincente? Portare qui le star del settore, capaci di stimolare il pubblico verso la consapevolezza e la curiosità di ciò che rappresenta un cocktail, nei suoi abbinamenti e tecniche di preparazione. E con Tony Pescatori c’è tutta l’arte anglosassone, fatta di passione e mestiere, come con Roberto Conti che attraverso le sue ricerche è riuscito a produrre e portare nel mondo un liquore tutto made in Sardinia: il Jelithon, eccellenza che da il nome all’azienda da lui creata.

Jelithon, liquore alla bottarga di muggine unico al mondo

Jelithon è il primo liquore al mondo alla bottarga di muggine. Prodotto in Sardegna si ottiene attraverso l’infusione di baffe di bottarga di muggine in alcool, senza aromi aggiunti. È perfetto per la creazione di cocktail, ma anche on the rocks o liscio e ben freddo

Roberto è fiero e consapevole del valore e del significato del suo prodotto. Ne parla con entusiasmo, ci spiega che il nome richiama Sorso, piccolo centro del nord ovest Sardegna, anticamente chiamato Jelithon. Racconta l’origine dell’idea, la lavorazione in ogni suo passaggio, il mercato che ha affrontato e le tante diverse declinazioni del liquore. E poi ci parla di tante altre curiosità, così numerose da meritare un articolo dedicato, che non tarderemo a scrivere.

Assaggiamo i cocktail preparati da Roberto e Tony, gin di prima qualità mixati a liquori e beverage per un risultato finale che evidenzia un carattere unico e determinato, corrispondente ai loro autori. Finiti i cocktail, a seguire, provo lo Jelithon e lo assaggio liscio per poterlo apprezzare in tutta la sua naturalezza. Il corpo è persistente e il sapore inconfondibile della bottarga emerge in modo particolarmente gradevole, lasciando al palato un gusto unico e nuovo.

…ma la serata prosegue a ritmo di ottima musica

Sono giunte le 22.00 e la live musica incombe. C’è grande attesa perché ad esibirsi è Forelock, voce nota ed apprezzata del reggae italiano. La sua esibizione è trascinante, si balla, si ride e ci si diverte. Alla consolle dj King Textone annuncia che a seguire ci sarà anche Cisko Kid, cantante reggae sardo, con alcuni suoi pezzi che accompagneranno il pubblico fino a notte fonda.

Porto san Paolo ha il suo The NoMad Bar newyorkese e, se anche non siamo nella West 28th Street della Grande Mela, possiamo chiudere gli occhi e provare ad immaginarlo…

FayaBar video

Forelock al FayaBar

FayaBar tour

<

Una sera al Faya: cocktail, musica e… il liquore alla bottarga ultima modifica: 2022-08-22T16:30:00+02:00 da Roby Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *