A volte ritorna. Il 15 settembre se parla milanes!

Share on FacebookTweet about this on Twitter

C’è chi li ama e chi lo odia. Difficile provare indifferenza per i milanesi e soprattutto per il loro modo di parlare…ma prima di diventare un po’ bauscia e un po’ imbruttiti…che lingua parlavano i meneghini?

Il 15 settembre 2017 (ma il programma continua il 16 e il 17 al Teatro della Memoria) avrete l’occasione per scoprirlo e abbandonare magari qualche stereotipo. Dopo il successo dello scorso anno torna la bella iniziativa ideata da Milano da vedere: la Giornata del Dialetto Milanese. Un’intera giornata dedicata a un dialetto di grande carattere e tradizione, pressochè sconosciuto alle nuove generazioni  e sempre più a rischio d’estinzione.

Visite guidate in doppia lingua, aperitivi, cene con poesie in milanese e musica dal vivo. La Giornata del Dialetto Milanese coinvolgerà diverse realtà cittadine – dai musei alle librerie, ai ristoranti, ai locali – che per l’occasione esporranno la locandina e saranno liete di scambiare qualche battuta in dialetto con  appassionati o neofiti del vernacolo milanese.

Il milanese si impara leggendo, visitando e…mangiando!

Qualche assaggio delle iniziative in programma? I Famelici vogliono solo incuriosirvi, ma non svelarvi troppo…allora giusto qualche suggerimento 😉

Alla Giornata del Dialetto Milanese potrete

  • Partecipare al gioco dialettale Fà ballà l’oeugg! presso il Museo Bagatti Valsecchi
  • Ascoltare brani in dialetto milanese con ospiti a sorpresa nello Spazio delle Artiste-Museo Alda Merini
  • Partecipare al tour in doppia lingua italiano/dialetto Andèmm a visità la “Branca – Fernet”
  • Assaggiare piatti della cucina meneghina a Se mangia Milanes da Eataly
  • Vedere lo spettacolo dialettale Mi son Milan al Teatro Alfredo Chiesa a cura dei ragazzi di Milano da Vedere
  • Andare alle Librerie Hoepli per Leggiom on poo de poesii, reading di poesie di Carlo Porta condotto dal docente di Filologia Edoardo Bossi
  • Andare al Teatro della Memoria

Se sai già il dialetto milanese, è la buona occasione per rispolverarlo…se non hai avuto la fortuna di un nonno che parlava el milanes, il 15/17 settembre le opportunità per immergersi nel flusso meneghino non mancheranno!

Per saperne di più, clicca qui

Potrebbe interessarti anche:


Milano e Alda Merini. In viaggio con la poetessa dei Navigli

Sono nata il ventuno a primavera ma non sapevo che nascere folle, aprire le zolle potesse scatenar tempesta. Così Proserpina lieve vede piovere sulle erbe, sui grossi frumenti gentili e piange sempre la sera. Forse è la sua preghiera. (da Vuoto d'amore, Einaudi 1991) Così Alda Merini evocava la sua data di nascita in un giorno di primavera del 1931: il 21 marzo. Una data eletta dall’Unesco a World...Milano e Alda Merini. In viaggio con la poetessa dei Navigli ultima modifica: 2017-03-20T10:18:59+00:00 da Alessandra Cioccarelli

Potrebbe interessarti anche:


Proverbi in cucina. A tavola con il dialetto milanese

Franca, allegra e scanzonata, a volte anche un po’ triviale. È la Milano che affiora quando ci allontana dagli stereotipi più comuni e ci si addentra nel suo vernacolo tradizionale. Nel dialetto milanese, un esemplare sempre più difficile da incontrare, si ritrovano i sapori di una volta e si riscopre una cultura tutt’altro che avara e scialba. Ed è proprio...Proverbi in cucina. A tavola con il dialetto milanese ultima modifica: 2017-09-14T21:10:21+00:00 da Alessandra Cioccarelli

Potrebbe interessarti anche:


‘Na volta a Milan gh’era la barbajada

Risotto alla milanese, cotoletta e panettone. A Milano – si chiede con una punta di sfida chi viene da fuori – di tipico tipico c’è solo questo? In effetti no. Di piatti tradizionali, dai mondeghili ai rustin negàa, non ne mancano...purtroppo però è sempre più difficile trovarli nella ristorazione della città, ma spesso anche nelle case. Tra i quasi...‘Na volta a Milan gh’era la barbajada ultima modifica: 2017-09-14T21:07:08+00:00 da Alessandra Cioccarelli

Potrebbe interessarti anche:


Itinerari Famelici. Guida alla Milano futurista

Ci sono tanti modi per conoscere una città, tanti punti di vista diversi. Alcune vie sono più esplorate, altre, magari meno celebrate dalle guide, rimangono nascoste ai più. La città di Milano, oltre a essere la capitale della moda, del design e di tanto altro, è stata la culla di una grande avanguardia artistica: il Futurismo. Dinamico, irriverente, chiassoso...Itinerari Famelici. Guida alla Milano futurista ultima modifica: 2017-05-29T08:44:30+00:00 da Alessandra Cioccarelli

A volte ritorna. Il 15 settembre se parla milanes! ultima modifica: 2017-09-14T21:09:33+00:00 da Alessandra Cioccarelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *