Segnali di cambiamento dal web: da ‘Be theChange’ a ‘Beck’s Unfiltered’

Nel web si moltiplicano le iniziative a sostegno della sostenibilità: da ‘Be theChange’a ‘Beck’s Unfiltered’.

La sostenibilità in rete: da ‘Be theChange’ a ‘Beck’s Unfiltered’

La rete si pone domande e inizia a darsi risposte: Beck’s Unfiltered – storico marchio tedesco di birra – ha lanciato il 23 aprile il primo Unfiltered Day: un invito a trascorrere un’intera giornata senza social, per vivere intensamente tutto ciò che ci circonda. Il progetto Be theChange’, di Volkswagen Canada, invece, ha temporaneamente ‘spento’ il suo sito Web in occasione dell’Earth Day per aumentare la consapevolezza degli sforzi e dell’impegno verso la sostenibilità in tutto il mondo.

Dunque nuovi comportamenti più attenti ad una sostenibilità sia sociale sia commerciale emergono sempre più chiari e la rete questa volta offre segnali molto creativi e significativi. Oggi nascono rinnovati bisogni: una riconnessione con la vita reale per risvegliare i propri sensi e un contatto con la natura senza filtri. Riguardo il consumo di energia da parte del web, queste sono le cifre: l’attività online (dalle visite Web all’attività di ricerca passando dallo streaming video), è responsabile di circa il 4% di tutte le emissioni globali di CO2. Per questo all’interno del progetto ‘Be theChange’, in occasione dell’Earth Day i visitatori del sito sono stati accolti da una pagina con un’immagine costruita utilizzando solo caratteri di testo ASCII, quindi a bassissimo impatto energetico.

Segnali di cambiamento dal web: da ‘Be theChange’ a ‘Beck’s Unfiltered’ ultima modifica: 2022-04-26T11:15:14+02:00 da Fabrizio Bellavista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *