Food tech e food start up, ne presentiamo due

Food tech e food start up, anche questa volta ne presentiamo due: NutriBees + JunkerIn questo momento di grande interesse per il cibo e di passi avanti della tecnologia, ecco altre due start up di food tech, NutriBees e Junker.

NutriBees: il nutrizionista e lo chef insieme per il menu su misura

NutriBees è il primo servizio online (in Italia, di quello all’estero abbiamo già parlato) che connette le figure del nutrizionista e dello chef e che, grazie ad una raccolta dati del cliente e allo studio delle sue esigenze alimentari, realizza il menù più conforme. Il servizio propone un abbonamento di piatti pronti personalizzati consegnati settimanalmente a domicilio in tutta Italia. I fondatori del progetto sono Giovanni Menozzi e Mario Villani che provengono da diverse esperienze in Italia e all’estero, sia in attività di consulenza sia in startup online, mentre la nutrizionista è la dottoressa Anna Villarini, biologa che ha validato sia il test presente sul sito sia i menù proposti dalla piattaforma (allineati alle ultime linee guida dell’OMS).

Junker, la app che fa la raccolta differenziata in modo semplice

Una raccolta differenziata domestica semplice, veloce e senza errori è il sogno di tutti… Ecco che oggi una app la rende possibile: si chiama Junker. Questa nuova applicazione riconosce infatti i prodotti, li scansiona tramite il codice a barre, li scompone nelle materie prime che li costituiscono e indica in quali bidoni vanno gettate le varie parti. Più di 1 milione di prodotti sono finora censiti da Junker che, essendo un’app, è sempre a portata di mano sul proprio smartphone. In questo modo aumenta la quantità e la qualità della raccolta differenziata, promuovendo il valore ecologico ed economico del riciclo.

Potrebbe interessarti anche:


Il settore Food Tech muta lo skyline dell’agroalimentare

Il settore Food Tech muta lo skyline dell'agroalimentare: un vero cambiamento di paradigmi Food tech, cioè innovazione tecnologica nel campo dell’alimentazione: ci sono molte novità e Amazon conduce, in questo settore, una battaglia all’ultimo bit. La strategia comunicativa del colosso è deflagrante rispetto alla creatività applicata all’azienda, ma spesso meno “veritiera”: molte le news diffuse ad arte – consegna con drone, negozio...Il settore Food Tech muta lo skyline dell’agroalimentare ultima modifica: 2017-05-22T14:05:59+02:00 da Fabrizio Bellavista


Potrebbe interessarti anche:


Milano Smart City: idee e start up orientate al food tech

Milano, è una Smart City che non si ferma mai nella proposizione di idee, di start up, di innovazione anche nel settore alimentazione, meglio ancora definito come food tech. L’ultimo bando si è chiuso in estate 2016. Si chiama «Startupper» e ha messo a disposizione fondi e aiuti per 21 nuovi progetti (interessante sapere che molti sono stati presentati da...Milano Smart City: idee e start up orientate al food tech ultima modifica: 2016-12-10T16:39:09+01:00 da Fabrizio Bellavista

Food tech e food start up, ne presentiamo due ultima modifica: 2017-11-21T19:49:53+01:00 da Fabrizio Bellavista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *