Cinema e cocktail: Vesper Martini e James Bond

Share on FacebookTweet about this on Twitter

James Bond è per antonomasia l‘agente segreto britannico con licenza di uccidere…e di amare, il personaggio che ha superato per fama gli attori che lo hanno interpretato: Sean Connery, Daniel Craig, Pierce Brosnan, Timothy Dalton. Un elemento del personaggio che non cambia mai è ciò che ordina al bar: il Vesper Martini, shaken, not stirred (agitato, non mescolato). Un cocktail pre-dinner che oggi è riproposto con una ricetta diversa da quella originale.

Vesper Martini e James Bond

Il Vesper Martini è una variante del cocktail Martini, inventato dallo stesso creatore del famoso personaggio: Ian Fleming, scrittore, giornalista, sportivo e militare inglese. Il cocktail di James Bond compare la prima volta nel romanzo Casino Royale, pubblicato nel 1953, dove è descritta anche la ricetta: « Tre dosi di Gordon, una di vodka, mezza di China Lillet. Versate nello shaker, agitate con ghiaccio e poi aggiungete un bel po’ di scorza di limone». Nel successivo romanzo Vivi e lascia morire lo scrittore inglese aggiunge un particolare che diventerà celebre: “agitato, non mescolato“. Nel 1964 il Vesper Martini diventerà il cocktail di James Bond anche al cinema con Goldfinger.

Il nome del cocktail? Il ricordo dell’unico -forse- vero amore di James Bond: Vesper Lynd. Una donna misteriosa, che lo tradisce e che muore in circostanze mai chiarite. Ian Fleming la descrive con parole che la rendono da subito una femme fatale“Sono nata di sera. Una sera molto tempestosa”.

La differenza tra il Martini classico e il Vesper Martini? L’aggiunta della vodka e il fatto che sia shakerato. Inoltre ha un tasso alcolico meno elevato.

La ricetta del Vesper Martini

Bere oggi il vero Vesper Martini è impossibile. Il Kina Lillet il vermut aromatizzato al chinino, dal gusto amarognolo, non è più prodotto. Lo si sostituisce con il Lillet Blond, molto più dolce.

Ingredienti

  • 6 cl Gin
  • 1,5 cl Vodka
  • 0,75  Lillet Blonde
  • Scorza di limone

Preparazione

  • Raffreddare una coppetta Martini
  • Mettete gli ingredienti nello shaker con dei cubetti di ghiaccio e agitate per 10 secondi
  • Eliminare il ghiaccio dalla coppetta e versate il cocktail filtrando
  • Schiacciare con le dita la scorza di limone e decorare il Vesper Martini.

Potrebbe interessarti anche:


Ode alla primavera: cocktail T225 firmato Guglielmo Miriello

Il nuovo drink T225 - ideato da Guglielmo Miriello, bartender del locale MilanoCeresio 7, per celebrare i 225 anni di Tassoni - è la migliore ode per festeggiare l'arrivo della primavera. Tutto è nato da...Ode alla primavera: cocktail T225 firmato Guglielmo Miriello ultima modifica: 2019-03-18T17:19:36+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Come si abbina un cocktail a un piatto: 7 piatti per 7 cocktail al Box Caffé

No, abbinare cocktail a piatti semplici ma raffinati non è facile, anzi è qualcosa che richiede una buona conoscenza della mixology ma anche della cucina. Devi abbinare i gusti, le qualità e i diversi tipi di drink. Una sinfonia difficile da costruire! Superata la moda degli "shot", ad elevato contenuto alcolico, serviti in un bicchierino e da bersi in...Come si abbina un cocktail a un piatto: 7 piatti per 7 cocktail al Box Caffé ultima modifica: 2018-11-04T22:36:38+00:00 da Monica Viani

 

 

Cinema e cocktail: Vesper Martini e James Bond ultima modifica: 2019-04-08T15:03:12+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *