Locanda dei Mori: una cucina autenticamente sarda

C’è modo e modo di degustare la cucina sarda. Puoi scegliere un ristorante classico, uno gourmet o uno di quelli che fanno di tutto. Per noi c’è il MAREturismo di Michelino. Famelicamente consigliato!

Locanda dei Mori è un indirizzo da segnare in agenda: uno dei migliori ristoranti di Santa Teresa per assaporare il mare unito ai profumi e i sapori dell’entroterra.

E se cominciassimo le nostre vacanze in Gallura, proprio qui? Ottima idea!

E se cominciassimo le nostre vacanze in Gallura, proprio qui? Con un’ottima cena alla Locanda dei Mori? Bene, allora da Santa Teresa prendiamo direzione Rena Majore e in pochi pochi minuti siamo in uno dei locali più amati della Gallura! Locanda dei Mori è una bella casa immersa nel verde della macchia mediterranea, accogliente dal tocco rustico, con arredi in legno e specchi ai muri che caratterizzano questo angolo di bontà dove degustare l’autentica cucina gallurese. Locanda dei Mori è la perfetta soluzione per conoscere un luogo e la sua comunità attraverso un viaggio nei sapori e nei profumi sardi. Seduti al tavolo nel bel dehor di questo locale, noi famelici di verità e di autenticità, ci siamo subito accorti che era il posto giusto per conoscere i segreti di una cucina che rappresenta il carattere e la cultura del Nord della Sardegna.

Un ristorante perfetta sintesi tra mare ed entroterra gallurese

Locanda dei Mori è dove il mare incontra l’entroterra della Gallura. Nelle proposte di Michele Oneddu (per gli amici e clienti Michelino) si fondono la sapidità del pesce e l’esplosione dei sapori degli ingredienti di terra. Aperto nel 2005, diventa nel 2007 il ristorante della famiglia Oneddu e da quel momento comincia il suo percorso di crescita e di successo. Aperto da giugno a fine settembre, ogni sera, Locanda dei Mori propone una formula che si avvicina a ciò che si intende con agriturismo, ma che allo stesso tempo se ne differenzia. Michelino ama definire il suo locale un MAREturismo. Seduti al tavolo, si è accompagnati in un viaggio dentro la cucina tipica gallurese dove i piatti di pesce fresco trovano specialità della tradizione dell’entroterra.

Due i menu offerti: “base” (45 euro) e light (35 euro). Il primo prevede una selezione di antipasti, due primi, un secondo, un dessert, bevande, caffè e digestivo; il secondo prevede una portata in meno, scegliendo di “eliminare” un primo o il secondo.

Una cucina al femminile: mamma Tora e zia Rita

Se Michelino è la figura immancabile nel servizio di accoglienza e di organizzazione della sala, la cucina parla al femminile, con mamma Tora e zia Rita che si muovono sui fornelli con quella manualità e agilità che è tipica di chi ama questo mestiere. “Sono le mie donne a preparare tutte le portate – ci racconta Michelino – e sono loro le regine della cucina, coloro che custodiscono le ricette della nostra tradizione”. Le sue parole rivelano il segreto del successo di Locanda dei Mori. Le donne di Michelino, Tora e Rita, mettono nel menu la loro grazia, la loro conoscenza degli ingredienti e delle ricette galluresi. “Come proporre una cucina diversa da quella gallurese? – chiosa Michelino – Impossibile. La cucina creativa non fa per noi! Noi siamo per la tradizione e per il rispetto della nostra cultura, dei nostri prodotti, della nostra storia”.

E questo forte attaccamento alla propria terra lo si vive e lo si apprezza seduti al tavolo di questa graziosa casa trasformata in ristorante. Un’esperienza che non si può raccontare, si deve solo provare!

E quindi sediamoci a tavola. Degustiamo così piatti che sono tipici di quest’isola meravigliosa: fregola al profumo di mare, ravioli con rana pescatora alla catalana, tortelli di pesce con pomodorino fresco, basilico e bottarga; poi ancora fiori di zucca ripieni di ricotta, salmone ed erba cipollina, spaghetti allo scoglio, zuppa di pesce che, per garantirne la massima bontà, si prepara solo su prenotazione. Poi si prosegue con spiedo alla griglia, seppie, calamari arrostiti, e per finire in dolcezza ottimi dessert, tra cui la crostata di ricotta e fichi, il tiramisù al mirto, la tipicissima Seadas e… tante altre proposte che vi lasciamo scoprire!

Tra tutte le bontà che abbiamo assaggiato, una menzione speciale la meritano i chiusoni, una tipologia di gnocchi che si contraddistingue per la forma lunga e la superficie irregolare con tante piccole sporgenze ottenuta facendoli passare sopra una particolare grattugia. La tradizione li vuole conditi con un sugo di salsiccia e pomodoro ed un’abbondante spolverata di pecorino sardo. Qui vengono proposti con calamari, pomodorini e bottarga ed un’aggiunta di asparagi o carciofini raccolti e abbattuti per assicurarne la freschezza.
Credeteci, da leccarsi i baffi!!!


Con Michelino si discorre con tanta facilità, per la naturale simpatia ed un sorriso che riempie il suo viso, gioviale e di bravo ragazzo, con le idee molto chiare. Così ci vogliamo togliere una curiosità e gli chiediamo qual è la sua massima aspirazione: “nessun dubbio – ci risponde con un sorriso sincero – la nostra massima aspirazione è regalare la felicità e il piacere di una bella serata. Il desiderio è quello di fare stare bene i nostri ospiti, di vederli andare via soddisfatti, e magari… vederli tornare!”.

E la conferma l’abbiamo avuta avuto dai clienti stessi, discorrendo con loro e scoprendo che erano già stati qui altre volte. Alcuni ci tornano da molti anni: “siamo diventati amici – ci dice una bella signora seduta al tavolo vicino al nostro – perchè Michelino non ti fa stare bene solo con le sue portate, ma con la sua gentilezza, simpatia, e la sua capacità di accoglierti… è il mio posto del cuore”.

E notiamo che Locanda dei Mori non è solo la cucina al femminile, ma anche buona parte della clientela è donna: “si, è così – ammette Michelino con un sorriso sornione – è una bella clientela che ci teniamo stretta, alla fine si diventa tutti amici ed è la cosa più bella”.

Una cena perfetta accompagnata dall’ospitalità di Michelino, dai piatti di mamma Tora e zia Rita, a pochi passi dal mare e allo stesso tempo con i profumi e i sapori dell’entroterra, per scoprire il vero fascino della Gallura! E come si fa a non tornarci. Impossibile!

Locanda di Mori, una tappa inevitabilmente #famedivero!

Locanda dei Mori
Loc. Ciuchesu
Santa Teresa Gallura
Tel. 0789 755168
www.locandadeimori.com

© Monica Viani e Roberto Rossi

Potrebbe interessarti anche:


Estate in Gallura: viaggio gourmet nel Nord della Sardegna

C’era una volta la Gallura, una regione fiera della sua storia e delle sue tradizioni. Una terra che è sinonimo di libertà. Lo era un tempo, lo è ancora, e sempre più, oggi! Ma tu sai dove è la Gallura? Mmmhhhh, forse si, forse non tanto... quindi... la Gallura è in Sardegna, più precisamente è la porta d’ingresso del nord est dell'isola. Si estende...Estate in Gallura: viaggio gourmet nel Nord della Sardegna ultima modifica: 2020-08-05T15:54:54+02:00 da Doppiamente Famelici

Potrebbe interessarti anche:


Guida ai 3 ristoranti migliori di Santa Teresa Gallura… + 2

La Gallura? Quella Sardegna che non ti aspetti, una regione che non può mai passare di moda perchè ti entra nel cuore. In questa strana estate, ma pur sempre estate, è una meta "famelicamente" consigliata. La voglia di mare, sole, paesaggi che sostituiscono sedute di psicologi o di maestri di yoga, è portata alle stelle per una gran voglia...Guida ai 3 ristoranti migliori di Santa Teresa Gallura… + 2 ultima modifica: 2020-06-13T15:57:33+02:00 da Doppiamente Famelici

Locanda dei Mori: una cucina autenticamente sarda ultima modifica: 2021-08-24T15:51:47+02:00 da Doppiamente Famelici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *