Guida Supercool di Sant’Agata de’ Goti: dove mangiare l’autentica cucina sannita

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Con un gruppo di giornalisti sono stata a Sant’Agata de’ Goti, un borgo meraviglioso, ben amministrato, riconosciuto dal Touring Club Italiano come Bandiere Arancioni. Ecco allora una mini guida supercool di Sant’Agata de’ Goti dove vi segnaliamo i ristoranti dove degustare la vera cucina sannita. Tutti rigorosamente provati!

Ristorante Antico Borgo

Sant'Agata de' Goti: la cucina sannita

In un edificio che conserva le atmosfere della storia di Sant’Agata de’ Goti, troviamo il Ristorante Antico Borgo. Propone una cucina che si ispira alla tradizione gastronomica santagatese e al recupero di antiche ricette di origine contadina come le “pacche con fagioli”. Interessante la visita nella cantina, scavata nel tufo, dove si custodiva il vino.

Ristorante Antico Borgo
Via Trieste, 9 – Tel 0823 717389 – Sant’Agata de’Goti (BN)

Agriturismo Buro

Ravioli ripieni di ricotta e mela anurca, specialità cool del Ristorante Fiore a Sant'Agata de' Goti

Un altro esempio di cucina legata al territorio. Noi siamo entrati in cucina e abbiamo visto fare in diretta i ravioli con ripieno di ricotta e mela annurca. Il menù prevede piatti fatti con prodotti a km zero, spesso biologici. Una nota curiosa? La cucina a Sant’Agata de’ Goti è al femminile!!! Gli uomini? In sala!

Agriturismo Buro 
Via Pennino, 15 – 82019 Sant’Agata Dé Goti (BN) – Tel 0823 717006

Agriturismo Ape Regina

Guida cool per mangiare a Sant'Agata de' Goti

In un’antica masseria, posizionata su una verdeggiante collina della campagna sannita, si può pernottare e degustare piatti di una cucina che è espressione del territorio. Qualche esempio? I cavatelli conditi con funghi porcini, salsiccia e zucchine o i fagottini di pasta fresca con ripieno di ricotta e radicchio. Insomma il vero km zero! Viene riservata la massima attenzione per i celiaci, che trovano un menù appositamente studiato. Qui, oltre i piatti della tradizione sannita, si può degustare e acquistare il miele biologico prodotto nell’azienda agricola.

Agriturismo Ape Regina

Strada Provinciale 16 82019 Sant’Agata de’ Goti- Palmentata (BN) – Tel 0823 956698- www.agriturismoaperegina.it

Ristorante Fiore

Impossibile non assaggiare la pizza a Sant'Agata de' Goti. Vi consiglio al Ristorante Fiore

Il ristorante Fiore ha una particolarità:  pur mantenendo vivi i legami con il territorio sannita, si differenzia nella proposta enogastronomica, presentando una cucina gourmet. Un esempio? Scarola alla mediterranea con baccalà cotto sottovuoto ai semi di mela annurca. La dimostrazione che si può scegliere l’innovazione senza tradire la tradizione. Un consiglio? Provate la pizza! Un impasto perfetto, un condimento fatto con prodotti eccellenti.

Ristorante Fiore

Piazza Mercato, 1- 82019 Sant’Agata Dé Goti BN- Tel 388 9246817

Agriturismo Le Rocce

L’ultima segnalazione è un B&B, dove la colazione è supercool! Io condivido con voi la ricetta della torta di mela annurca.
La torta di mela anurca non può mancare in una guida cool di sant'Agata de' GotiTorta di mele anurca
Ingredienti
200 g Zucchero
250 g Farina 00
1 Bustina lievito
4 Uova
1 Limone non trattato Cannella
4 mele annurca
 Procedimento
Dopo aver grattugiato la buccia del limone,impastate gli ingredienti con cura. Cuocete in forno ventilato a 150°C per 40 minuti circa.
Agriturismo Le Rocce
Via Parco- 82019 Sant’Agata Dé Goti (BN)- Tel 0823 718039- www.lerocce.it

Potrebbe interessarti anche:


Sant’Agata de’Goti: un viaggio in un borgo geloso della sua storia

Questa settimana vi propongo un viaggio a Sant’Agata de’ Goti, un piccolo borgo in provincia di Benevento. Uno dei luoghi più magici della Campania. Qui si respira la storia, non solo quella che si studia sui libri di storia, ma anche quella scritta dalle popolazioni che hanno lasciato le loro tracce nell’enogastronomia. La storia di Sant’Agata de’ Goti è...Sant’Agata de’Goti: un viaggio in un borgo geloso della sua storia ultima modifica: 2017-02-20T23:57:51+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Un week end a Dolceacqua: il borgo amato da Monet

Borghi: come descriverli? Non è facile, ognuno nasconde il suo tesoro, ognuno ha una sua storia tra sacro e profano. Famelici ha visitato per voi cinque borghi liguri in provincia di Imperia: Airole, Dolceacqua, Pigna, Perinaldo e Apricale. Comun denominatore? Tutti Bandiere Arancioni, una delle numerose iniziative del Touring Club Italiano in difesa del patrimonio culturale e storico italiano. Dal 1998 il TCI...Un week end a Dolceacqua: il borgo amato da Monet ultima modifica: 2017-05-24T14:25:03+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Perinaldo: vivere una notte indimenticabile

Una tappa veramente speciale del mio viaggio alla scoperta dei borghi liguri, in provincia di Imperia, è Perinaldo, un piccolo paese da visitare con gli occhi rivolti verso l'alto. Situato su un crinale, a 572 m. sul livello del mare e su un anfiteatro naturale, coperto da secolari uliveti, ginestre, mimose e vigneti, è conosciuto anche come il Poggio delle Stelle. Inserito...Perinaldo: vivere una notte indimenticabile ultima modifica: 2017-06-07T22:16:06+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Il tipico vino Roccese: “A Trincea” ad Airole

Aprofittando di un press tour organizzato dal Tourng Club Italiano per fare conoscere i borghi Bandiere Arancioni, la settimana scorsa ho potuto visitare un piccolo borgo di origine medievale: Airole, in provincia di Imperia. La tappa presso l'azienda agricola "A Trincea" mi ha permesso di conoscere un vino riportato alla vita da Dino Masala: il roccese, considerato dagli enologi il...Il tipico vino Roccese: “A Trincea” ad Airole ultima modifica: 2017-06-01T20:33:15+00:00 da Monica Viani

Guida Supercool di Sant’Agata de’ Goti: dove mangiare l’autentica cucina sannita ultima modifica: 2017-02-28T18:23:49+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *