Pesce fresco: come si prepara un piatto unico completo

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Come si prepara un piatto unico completo

Seguendo l’esempio della cucina giapponese, si possono preparare piatti unici ricchi di omega 3 e con un alto contenuto proteico. Basta avere l’accortezza di abbinarli con un’insalata di verdura, con l’aggiunta di semi di papavero o sesamo o con legumi. Vi consigliamo un piatto ricco di Omega 3, facile da preparare, ma di sicuro successo.

Tartare di salmone e di pesce spada: un piatto ricco di Omega 3

Ingredienti

Per tartare salmone scozzese o irlandese
100 g Salmone fresco
Succo di Arancia
Scorza di arancia
Olio extra vergine di oliva
Sale
Pepe

Per tartare pesce spada
100 g Pesce Spada
Succo di limone
Scorza di limone
Olio extra vergine di oliva
Sale
Pepe

Decorazione
Foglioline di menta

Procedimento

Per tartare salmone
Riducete a dadini il salmone. Spremete l’arancia, aggiungete sale, pepe e olio. Mescolate bene. Grattugiate la scorza dell’arancia. Condite il pesce con la salsa e aggiungete la scorza dell’arancia.

Per tartare pesce spada

Riducete a dadini il pesce spada. Spremete il limone, aggiungete olio, sale e pepe. Mescolate bene. Grattugiate la scorza di limone. Condite il pesce con la salsa e aggiungete la scorza del limone.

Decorazione

Guarnite con foglioline di menta.

Da servire

Con insalata cruda e un sorbetto di limone.

Perché il salmone scozzese o irlandese

Costretto a risalire le correnti, presenta una carne più consistente, con solo l’8% dei grassi.

Perché abbiamo abbinato il salmone con il pesce spada

Il salmone ha un alto contenuto di proteine, di grassi polinsaturi e in particolare di Omega-3. Il contenuto di Omega-3 è del 2% (2g/100g di salmone fresco). Ci sono poi molte vitamine del Tiamina, Niacina e la vitamina B12) e gruppo B (sali minerali, soprattutto potassio, fosforo e selenio, con un basso contenuto di sodio. Importante l’apporto di vitamina D, indispensabile per l’assorbimento del calcio e favorire la mineralizzazione dello scheletro. Il pesce spada è estremamente proteico, gli acidi grassi presenti sono del tipo polinsaturo essenziale del gruppo Omega 3. Non presenta glucidi e fibre. É particolarmente adatto per le donne in gravidanza per la presenza del mercurio.

Abbinamenti

Con il pesce crudo si abbinano bene le bollicine, soprattutto con i carpacci. Con le ostriche e le alici scegliere un Millesimato, maturo, che abbia raggiunto profondità e morbidezza.

Piatto unico di crostacei: conosci la differenza tra aragosta, astice e scampo?

Piatto unico: conosci la differenza tra aragosta, astice e scampo?

L’aragosta, più costosa dell’astice, ha artigli (chele), una più grande dell’altra, a differenza dell’astice, che ha antenne e piccole zampe.

Il guscio dell’astice, di un blu scuro, cambia colore durante la cottura per diventare rosso-arancio. Le dimensioni variano: da 300 ga 1,5 kg. Lo stesso vale per il costo: da 20 € fino a 45 €. Spesso le variazioni dei prezzi dipendono dalla stagione e dalla pesca.

Diverso per la più costosa aragosta: da 40 € fino a 70 € a causa della difficoltà di cattura. Il  carapace è molto duro, la carne è più compatta.

Fino a 30 anni fa l’astice come l’aragosta era servita fredda con maionese o macedonia. In realtà entrambe possono  essere tagliate a metà e servite alla griglia o cotte in pasta con una bisque dai gusci. Per la conservazione, l’astice si conserva solo per 2 giorni, mentre  l’aragosta si mantiene per 3 o 4 giorni in frigorifero.

Lo scampo è più delicato, meglio consumarlo il giorno stesso dell’acquisto. Con una polpa più fine, può essere cotto in carpaccio, cotto (ma molto poco) nel burro con le spezie, nel court-bouillon, o nel forno, tagliato a metà.

Come per l’aragosta, la sua stagione di consumo migliore inizia a maggio. Ricordatevi che i crostacei devono essere sempre molto freschi!

Potrebbe interessarti anche:


Pesce fresco: le regole per pulirlo limitando gli scarti

Continua il nostro viaggio nel mondo del pesce fresco. In questo post vedremo come pulirlo, limitando gli scarti. Pesce fresco: le regole per pulirlo, limitando gli scarti Dopo aver scelto con cura il pesce e avere preparato gli strumenti necessari, dobbiamo imparare a pulirlo in modo corretto, tenendo presente che ogni varietà di pesce ha i suoi segreti. Dopo le indicazioni...Pesce fresco: le regole per pulirlo limitando gli scarti ultima modifica: 2017-08-25T18:00:40+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Mangiare pesce fresco abbattendo ogni rischio: come sceglierlo e come conservarlo

Sapore di sale, sapore di mare...il pesce è un ingrediente immancabile nella dieta mediterranea. Importante è che sia fresco. Tantissimi i piatti che si possono realizzare, ma prima di cucinarlo, impariamo a sceglierlo e a conservarlo. Prima regola: sapere scegliere il pesce Se si acquista il pesce dai banchi conservato nel ghiaccio, si deve controllare che ci sia un canale di scolo...Mangiare pesce fresco abbattendo ogni rischio: come sceglierlo e come conservarlo ultima modifica: 2018-11-20T07:06:53+00:00 da Monica Viani

Pesce fresco: come si prepara un piatto unico completo ultima modifica: 2019-05-26T00:08:05+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *