Alimenti, digitale e no waste…

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Alimenti, digitale e no waste: qualche spunto. Iniziamo con una news che non è certo una novità (l’idea è nata nel 2012) ma che merita una citazione particolare per il pensiero creativo che l’ha generata: Ferragamo ha varato una Orange Fiber Collection, cioè una collezione con tessuti ricavati dallo scarto degli aranci spremuti: parliamo cioè del recupero di 700 mila tonnellate annue di scarti alimentari. Restando nel settore fashion altre due news che potrebbero essere interessanti ed aiutarci nella connessione di nuove idee nel campo agro-alimentare: la nuova collezione H&M Conscious Exclusive nasce dall’utilizzo del Bionic, un poliestere ottenuto da rifiuti plastici marini riciclati. Sempre nella nuova proposta H&M anche proposte kids e un profumo a base biologica. Ancora: Milano avrà finalmente il suo Green Carpet, infatti per i primi Green Carpet Fashion Awards Italia, l’appuntamento è per il 24 settembre 2017, al Teatro alla Scala. Concentrandoci, invece, sull’agro-alimentare, nella battaglia della sostenibilità e dell’anti-spreco c’è Myfoody che trova per noi le offerte “last minute” dei supermercati più vicini (che così si impegnano a ridurre gli sprechi alimentari) e porta un risparmio fino al 50% sulla spesa mentre i volontari di Recup lavorano su sei mercati comunali di Milano e collaborano al recupero degli alimenti in scadenza. Anche Lastminutesottocasa lavora allo stesso modo di Myfoody ma è concentrata sui negozi. Quante sono le piattaforme che lavorano sul concept anti-spreco? Attualmente sono circa 10 ma, dopo “Milano Food City”, saranno senz’altro di più: il seme piantato con Expo sta per dare nuovi abbondanti frutti. Alimenti, digitale e no waste: ecco tre concetti che vanno sempre di più a braccetto.

Potrebbe interessarti anche:


Cibo, cultura e… un sentire di ‘pancia’ che non è solo fame

Cibo e cultura, relazioni e social network sono gli ingredienti alla base di questo mio post scritto per approfondire il lato sociale dell’evento #famedivero. É nell'aria: siamo un po' spersi...Cibo, cultura e… un sentire di ‘pancia’ che non è solo fame ultima modifica: 2017-05-15T10:02:50+00:00 da Redazione Famelici

Cibo e cultura, relazioni e social network sono gli ingredienti alla base di questo mio post scritto per approfondire il lato sociale dell’evento #famedivero. É nell'aria: siamo un po' spersi per l'eccessiva enfasi data alla globalizzazione, rinasce l’esigenza di allacciare legami...Cibo, cultura e… un sentire di ‘pancia’ che non è solo fame ultima modifica: 2017-05-15T10:02:50+00:00 da Redazione Famelici

Cibo e cultura, relazioni e social network sono gli ingredienti alla base di questo mio post scritto per approfondire il lato sociale dell’evento #famedivero. É nell'aria: siamo un po' spersi per l'eccessiva enfasi data alla globalizzazione, rinasce l’esigenza di allacciare legami di prossimità, di rifondare la propria identità anche grazie a luoghi e persone a noi vicini. Quello che vado ripetendo...Cibo, cultura e… un sentire di ‘pancia’ che non è solo fame ultima modifica: 2017-05-15T10:02:50+00:00 da Redazione Famelici

Potrebbe interessarti anche:


Manifattura ed industria 4.0: per un’eno-gastronomia di alta qualità

Manifattura ed industria 4.0: per un’eno-gastronomia di alta qualità Manifattura ed industria 4.0 significa che l’industria (ove questa sia caratterizzata da un know how connesso con il territorio) e l’artigianato, grande ed invidiata ‘ricchezza’ del nostro Paese, possono incontrare una molteplice proposta tecnologica al fine di diventare più appetibile dal punto di vista di proposta e più competitiva dal punto...Manifattura ed industria 4.0: per un’eno-gastronomia di alta qualità ultima modifica: 2017-05-10T10:22:40+00:00 da Fabrizio Bellavista

 

Alimenti, digitale e no waste… ultima modifica: 2017-05-21T21:40:44+00:00 da Fabrizio Bellavista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *