Sacco: Moros y Cristianos, una ricetta ricca di suggestioni culturali

Una ricetta di Marco Saccochef e patron del Ristorante Piccolo Lago a Mergozzo (VB), per giocare a scoprire tutti quei riferimenti culturali che si  possono nascondere dietro a una proposta enogastronomicaMoros y Cristianos è la rivisitazione di un piatto nazionale cubano, a base di fagioli neri e riso, che mi  ha ricordato Daniel Pennac e una manifestazione che rievoca un fatto storico ad Alcoy, nei pressi di Alicante, in Spagna.

Moros y Cristianos (crema di riso e fagioli neri)

Di Marco Sacco

Ingredienti

Per 4 porzioni

Per la crema di riso

1,6 Kg Acqua minerale naturale

320 g Riso Basmati

40 g Latte di cocco

1 Scalogno

1 Peperoncino rosso piccante

Coriandolo fresco

Sale

Olio extra vergine di oliva

Per i fagioli neri

120 g fagioli neri

400 g Acqua minerale naturale

200 g Rum bianco

Per la finitura e per la presentazione

1 Peperoncino verde

Olio extra vergine di oliva

Stecca di canna da zucchero

Procedimento

Per la crema di riso

Fate bollire l’acqua salata, unite il riso e cuocete per 25 minuti, aggiungendo acqua se necessario. Scolate e conservate l’acqua di cottura del riso. Aggiungete all’acqua scalogno, peperoncino e coriandolo tutto tagliato a julienne. Fate bollire per 5 minuti, aggiungete il latte di cocco e lasciate in infusione per 2 ore; filtrate.  Mettete nel termomix il riso, frullate con l’acqua di cottura, aggiustate di sale  e olio extravergine. Ottenuta la cremosità desiderata,  mantenete al caldo.

Per i fagioli neri

Mettete in un vaso a bagno i fagioli in acqua e rum per una notte. Cuocete a vapore a 85°C per 2 ore. Scolate e condite con olio extra vergine di oliva.

Per la finitura e la presentazione

Disponete in un bicchiere la crema di riso calda, aggiungete i fagioli e decorate con peperoncino a fette e una stecca di canna da zucchero.

Letteratura: Daniel Pennac e Marco Sacco

Daniel Pennac

Autore multiculturale, capace di descrivere in modo perfetto gli ambienti metropolitani. Una scrittura che ama le “boutades” per ricordarci come oggi molte certezze delle generazioni che ci hanno preceduto rischiano di essere cancellate. Interessante l’utilizzo dell’ironia  e dell’autorinia come ancora di salvezza contro qualsiasi forma di retorica.

Marco Sacco

Chef capace di creare una cucina del territorio aperta a influenze di paesi e culture lontane dalla nostre. Una cucina che ama recuperare le tradizioni, raccontando come i gusti possono evolversi, pur conservando la propria  identità. Una proposta che unisce ragione e sentimento.

Viaggi insoliti ispirati a Moros y Cristianos

Nel nome la ricetta di Marco Sacco rievoca una festa medievale che si svolge ad Alcoy, nei pressi di Alicante, il 22-23-24 aprile. “Moros y Cristianos” è la rappresentazione della liberazione della città dal dominio arabo avvenuta nel 1276. Durante i festeggiamenti Alcoy ricorda il suo passato con sfilate e ricostruzioni della battaglia. Il momento più atteso è l’apparizione di San Jorge a cavallo e la firma della pace.

 

Sacco: Moros y Cristianos, una ricetta ricca di suggestioni culturali ultima modifica: 2017-03-15T14:12:08+01:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *