Lost in Translation e whisky: Sofia Coppola fa un piccolo regalo al padre

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Quando sorseggi un whisky puoi sentirti come Bill Murray nel film di Sofia Coppola Lost in Translation. Bill Murray, Bob nel film, attore al crepuscolo, va a Tokyo per girare uno spot pubblicitario del celebre whisky giapponese Suntory. Ebbene quelle scene sono un cameo, un ricordo che la regista dedica a uno spot in cui il padre, Francis Ford Coppola, promuoveva quel liquore amatissimo da tanti e assai rinomato in Giappone.

Lost in Translation e whisky

Parliamo di una pubblicità girata nel 1979 proprio per promuovere il rinomato whisky giapponese Suntory. Il vero protagonista è il regista Akiro Kurosawa, ma in uno dei cinque spot girati il regista giapponese lo sorseggia proprio con Francis Ford Coppola. Il claim con enfasi proclama: ” Non c’è amicizia più forte che quella tra questi due uomini”.

Francis Ford Coppola non guadagnò nulla, ma aiutò l’amico regista, in difficoltà economiche, ad incassare 30 mila dollari.

I due spot sono però diversissimi. Se in quello giapponese ci sono cavalli e samurai, in quello di Sofia Coppola c’ è un distinto signore attempato e un po’ triste che beve whisky. Un po’ a disagio, costretto a scimmiottare attori americani noti al grande pubblico, Bill Murray-Bob, scandisce stancamente lo slogan: “Tempo di Relax, Tempo di Suntory”. In effetti tra le tante delusioni inferte dalla vita si aggiunge quella di sorseggiare tè e non whisky durante le ridicole riprese!

Identikit della Suntory

La Suntory Holdings Limited è una società giapponese fondata nel 1899, una delle più vecchie aziende di produzione e distribuzione di bevande alcoliche in Giappone. L’eccessiva richiesta di Hakushu  e di Hibiki l’ha spinta recentemente a sospenderne la vendita. Il Suntory Hakushu 12 years old, nonostante il costo di una bottiglia superi i 100 dollari,  è uno dei prodotti più ricercati della distilleria Hakushu.  Il Suntory’s Hibiki 17 year old è stato classificato da Forbes come uno dei whisky blended “più famosi e limitati al mondo”.

Potrebbe interessarti anche:


Whisky, sempre più amato dalle donne

Si chiama whisky, per molti Scotch, ed è l’acquavite forse più diffusa nel mondo. Può essere prodotta con diversi ingredienti, seguendo moltissimi tipi di lavorazione. Il whisky scozzese è sicuramente tra i più antichi e i più celebri. Lo scotch può essere prodotto con malto d’orzo da una sola distilleria, con una miscela di diverso whisky di malto o...Whisky, sempre più amato dalle donne ultima modifica: 2017-12-18T16:36:53+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Il cocktail è servito. Guida alle famiglie di drink

Mojito, Spritz, Gin Tonic, Pina Colada. Che sia l’ora dell’aperitivo o un dopo cena, al momento di ordinare un cocktail spesso ricadiamo sui soliti noti. In realtà per chi ama l’arte della miscelazione, l’offerta (soprattutto nei locali con un buon servizio di barman) è decisamente ampia e ben assortita. Per allargare i propri orizzonti alcolici – Chi beve solo acqua,...Il cocktail è servito. Guida alle famiglie di drink ultima modifica: 2017-04-26T10:11:45+00:00 da Alessandra Cioccarelli

Lost in Translation e whisky: Sofia Coppola fa un piccolo regalo al padre ultima modifica: 2019-01-12T15:19:10+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *