La cultura del riso va oltre il piatto! 500 chicche di riso

Share on FacebookTweet about this on Twitter

La cultura del riso va al di là del piatto. Noi ve lo dimostriamo, dopo aver ricordato brevemente i punti di forza di un ingrediente che supera in salubrità persino la pasta.

Tutti ormai sappiamo che il riso è declinabile in cucina in mille ricette, favorisce le funzioni dell’intestino e ha un basso contenuto calorico. Diversi nutrizionisti dimostrano poi che consumarlo frequentemente, inserendolo in una dieta equilibrata, aiuta a mantenersi in forma.

Per i giapponesi è un “functional food”, un prodotto alimentare “potenziato”, che contribuisce a mantenersi in salute. Qui la sua coltivazione è molto curata in modo che siano mantenute inalterate le sue proprietà nutrizionali.

I benefici del riso

  • Regola la flora batterica
  • É digeribile
  • È ricco di acidi grassi essenziali e povero di sodio
  •  Matiene bassi i livelli del colesterolo
  •  Combatte l’ipertensione
  •  Lo possono mangiare i celiaci e gli intolleranti per l’assenza di glutine
  • Dà un buon apporto proteico

Cibo e cultura: ma il riso è anche….La cultura del riso, 500 chicche di riso

La cultura del riso, 500 chicche di riso

Ma il riso è tanto altro. Può essere anche un importante strumento culturale. Non ci credete? E allora leggete il libro “500 chicche di riso” (editore “96, Rue De La Fontaine”), scritto da Alessandro Pagani e illustrato da Massimiliano Zatini . Cinquecento frasi umoristiche e un ‘TG Spaziale’ in nome du una comicità arguta e intelligente. Ottima la scelta di interrompere la lettura con azzeccate illustrazioni che aiutano il lettore a mantenere il giusto ritmo.  Una lettura intelligente famelicamente consigliata in un’epoca che si nutre solo di odio e di allarmismi che non ci aiutano ad affrontare la realtà.

Alessandro Pagani descrive la realtà, i nostri stati d’animo attraverso battute spesso surreali. Una modalità che rende lo scrittore più libero di esprimersi, superando ipocrisie, pregiudizi e pensieri ottusamente ideologici.

Giochi di parole assai godibili. Qualche esempio foodcultural?

  • Il marito della cuoca è geloso del suo passato
  • Chi beve tanti alcolici perde la tintarella perché si sbronza
  • «Buongiorno, vorrei un gelato.» «Con la coppetta?» «Mah, non so se me la merito.»
  • «Come fai a essere così sicuro che questo latte sia sardo?» «Perché è pastorizzato.»
  • Esplosione in un panificio: tutto in briciole
  • Decine e decine di aspiranti chef in tv: il pressacuochismo.

Ecco solo qualche chicca di buon umore sparsa. Le altre raccoglietele voi!

Potrebbe interessarti anche:


Una giornata presso Cascina Grampa per scoprire la cultura del riso

Tutti noi abbiamo mangiato un piatto di riso, molti di noi lo apprezzano e lo ricercano nei menu dei ristoranti, ma quanti sanno come si produce il riso? Beh Famelici ha trascorso una giornata presso la Cascina Grampa, a S. Pietro Mosezzo, in provincia di Novara, per raccontarvelo. Prima una sola nota: il riso è più salutare della pasta, assai...Una giornata presso Cascina Grampa per scoprire la cultura del riso ultima modifica: 2020-01-07T12:19:45+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Il trionfo del riso: risotto al rosso Boca e toma di Campertongo. I segreti di una ricetta del novarese

Se dici risotto pensi al Nord Italia, in particolare alla Lombardia e al Piemonte. É un piatto condito agli inizi con cipolla tostata in grassi animali e vegetali e preparato poi per asciugamento totale del...Il trionfo del riso: risotto al rosso Boca e toma di Campertongo. I segreti di una ricetta del novarese ultima modifica: 2019-11-14T21:26:02+00:00 da Monica Viani

 

 

La cultura del riso va oltre il piatto! 500 chicche di riso ultima modifica: 2020-03-14T11:00:54+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *