Art of the Treasure Hunt. E se l’arte va in cantina?

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Vi piace l’arte ma siete stanchi delle solite esposizioni? Per tutto il mese di luglio e fino a ottobre c’è un’iniziativa molto originale che potrebbe fare al caso vostro. Giunta alla seconda edizione Art of the Treasure Hunt è una caccia al tesoro attraverso sette aziende vitivinicole del Chianti Classico – Fèlsina, Colle Bereto, Castello di Brolio, Villa di Geggiano, Castello di Volpaia e Borgo San Felice – alla scoperta dell’arte contemporanea.

Tra cantine e segreti cortili della campagna toscana saranno “nascoste” importanti opere e installazioni scelte dalla collezionista svizzera Luziah Hennessy: in mostra creazioni di  Janine Von Thüngen, Not Vital, Jannis Kounellis, Kiki Smith, Jan Fabre, Vivian Caccuri, Massimo Listri, Cabelo, Robert, Henrik Håkansson, Michele, Gabriel Kuri, Hrair Sarkissian, Najwa Najjar, Olivier Picasso, Jean-Michel Basquiat, Bruno Bralfperr.

L’artista tedesca Janine Von Thüngen con Eternity 3 alla Villa di Geggiano

La rassegna, diretta da Kasia Redzisz, senior curator alla Tate Liverpool, vuole offrire un’esperienza multisensoriale del Chianti, unendo il piacere visivo dell’arte contemporanea a quello olfattivo e gustativo solleticato dalle concomitanti degustazioni di fragranti extravergini d’oliva e carismatici vini toscani. Che ne dite? Interessante?

Foto di copertina: L’installazione di Michele Spanghero a Art of the Treasure Hunt

Potrebbe interessarti anche:


Le nuove frontiere dell’enoturismo: cultura, storytelling e territorio

Enoturismo, ovvero cibo e cultura. Ma non solo: territorio, identità e storytelling. L'occasione per parlarne? Il Simposio Europeo sull'Enoturismo svoltosi a Torgiano, in provincia di Perugia, venerdì 23 giugno. Tutti d'accordo...Le nuove frontiere dell’enoturismo: cultura, storytelling e territorio ultima modifica: 2017-06-29T07:55:55+00:00 da Monica Viani

Enoturismo, ovvero cibo e cultura. Ma non solo: territorio, identità e storytelling. L'occasione per parlarne? Il Simposio Europeo sull'Enoturismo svoltosi a Torgiano, in provincia di Perugia, venerdì 23 giugno. Tutti d'accordo nel sottolineare la necessità di arrivare in tempi stretti all'approvazione...Le nuove frontiere dell’enoturismo: cultura, storytelling e territorio ultima modifica: 2017-06-29T07:55:55+00:00 da Monica Viani

Enoturismo, ovvero cibo e cultura. Ma non solo: territorio, identità e storytelling. L'occasione per parlarne? Il Simposio Europeo sull'Enoturismo svoltosi a Torgiano, in provincia di Perugia, venerdì 23 giugno. Tutti d'accordo nel sottolineare la necessità di arrivare in tempi stretti all'approvazione di una legge sull'enoturismo. Occorre colmare un vuoto legislativo per disciplinare una forma di turismo che ha una sua identità...Le nuove frontiere dell’enoturismo: cultura, storytelling e territorio ultima modifica: 2017-06-29T07:55:55+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Città del Vino, convention in Umbria per l’Enoturismo

Famelici è nato con una convinzione: cibo e cultura sono la carta vincente perché l'Italia sia considerata una nazione capace di crescere economicamente rispettando ambiente, cultura e solidarietà. Per questo scegliamo di seguire eventi significativi per...Città del Vino, convention in Umbria per l’Enoturismo ultima modifica: 2017-06-21T00:20:33+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Parco delle sculture di Brufa: un museo a cielo aperto

L'arte pubblica? A Brufa, borgo umbro, a pochi chilometri da Torgiano, in provincia di Perugia, si fa da 30 anni. Uno dei motivi che rende imperdibile una visita del piccolo borgo è, infatti, il progetto “Scultori a Brufa. La Strada del Vino e dell’Arte”, un percorso di sculture contemporanee realizzate da artisti di fama nazionale e internazionale. “Scultori a Brufa” è un parco...Parco delle sculture di Brufa: un museo a cielo aperto ultima modifica: 2017-06-27T15:58:35+00:00 da Monica Viani

Art of the Treasure Hunt. E se l’arte va in cantina? ultima modifica: 2017-07-13T14:06:23+00:00 da Alessandra Cioccarelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *