Il premio Casato Prime Donne 2019: tra i premiati il giornalista Riccardo Lagorio

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Domenica 15 settembre è una giornata dedicata a cibo e cultura, all’universo femminile e al Brunello di Montalcino. La sondaggista e politologa Alessandra Paola Ghisleri sarà premiata come Prima Donna 2019. Alla “signora dei sondaggi” è infatti dedicata la 21esima edizione del Premio Casato Prime Donne organizzato dall’omonima cantina totalmente in rosa di Donatella Cinelli Colombini, che contestualmente vedrà protagonisti anche i vincitori dei premi giornalistici scelti dalla giuria presieduta dalla stessa Donatella Cinelli Colombini e composta da Rosy Bindi, Anselma Dell’Olio, Anna Pesenti, Stefania Rossini, Anna Scafuri e Daniela Viglione.

Il premio Casato Prime Donne 2019

I premiati sono Marco Rossetti e Francesca Topi per la puntata del programma RAI “Geo” intitolata Val d’Orcia sul tema “Io e Montalcino”, Eleonora Cozzella per l’articolo Le vie del vino pubblicato sul quotidiano “La Repubblica” nella sezione “Montalcino la sua storia, la sua arte e il suo vino” per opere a firma femminile e di Riccardo Lagorio per l’articolo I giorni della vendemmia, pubblicato nel mensile “Dove” sul tema “Il Brunello e gli altri vini di Montalcino”.

Il premio intende valorizzare il Brunello di Montalcino e il suo territorio e premiare chi lo ha saputo raccontare con precisione e passione. Un premio assegnato il più delle volte a donne. Quest’anno lo vince anche un importante giornalista enogastronomico, Riccardo Lagorio, erede del pensiero e della filosofia di Luigi Veronelli, con cui ha dato origine alla Denominazione Comunale (DE.CO.).

Io ho partecipato a diversi press tour con Riccardo e posso assicurarvi che non c’è persona più colta, più disponibile a condividere pensieri ed informazioni. Giusto premiarlo. Per un giornalista vedersi assegnare un premio così prestigioso equivale a vincere il Festival del Cinema di Venezia. Pochi premi rendono merito ad articoli scritti da chi ha una valigia sempre pronta, per vivere quelle esperienze che sole consentono di raccontare un prodotto o un luogo. Riccardo supera il limite della perfezione. Sorprende lettori, colleghi e giurie. Un giornalista, che in questi tempi difficili sa ancora incantare, incuriosire e rendere il giornalismo un’arte. Un grande professionista, un grande artigiano della scrittura. Complimenti!

Potrebbe interessarti anche:


Due donne che hanno cambiato il mondo del vino: Marina Cvetic e Miriam Lee Masciarelli

Marina Cvetic: la moglie di un grande visionario, la madre di tre figli e il capo di un’azienda che ha rivoluzionato la storia del Montepulciano. Miriam Lee Masciarelli: la figlia di un uomo con lo sguardo rivolto al futuro e di una grande imprenditrice, con una grande passione ereditata dai genitori: il vino, in particolare il Montepulciano. Un amore...Due donne che hanno cambiato il mondo del vino: Marina Cvetic e Miriam Lee Masciarelli ultima modifica: 2017-12-20T12:27:38+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Buongiorno, mezzanotte: il romanzo di Jean Rhys tra vino e disperazione

Parigi, ottobre 1937. La capitale francese, per Sasha, giovane inglese, distrutta dal dolore, sedotta e abbandonata dal marito, senza soldi, è il palcoscenico della sua disperazione. Sasha è una donna priva di forze, incapace di trovare un lavoro, la sola sua salvezza sono le vie di Parigi, i caffè, le stanze di alberghi possibilmente luminosi, dove ricordare un passato...Buongiorno, mezzanotte: il romanzo di Jean Rhys tra vino e disperazione ultima modifica: 2019-02-07T20:55:22+00:00 da Monica Viani

Il premio Casato Prime Donne 2019: tra i premiati il giornalista Riccardo Lagorio ultima modifica: 2019-09-13T23:58:49+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *