Beatitudo, Compagnia della Fortezza: dal carcere si può evadere

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Ebbene sì, dal carcere, qualunque esso sia, si può evadere! Armando Punzo in Beatitudo, in scena al Teatro Ciro Menotti di Milano, evoca la magia degli scritti di Jorge Luis Borges. Sul palco rivivono ossessioni, fantasie, alchimie, pensieri onirici dello scrittore argentino. Coreografie suggestive accompagnate da una musica, talvolta nostalgica, talvolta prepotente, ci portano a intraprendere un viaggio alla ricerca di un altrove che dischiuda il significato alchemico della vita.

Beatitudo, Compagnia della Fortezza

I personaggi, come in un sogno, che non ci abbandona mai, compaiono e scompaiono, perdono la loro individualità per confondersi nel cosmo. Escono dal tempo per cercare di fondersi ad un divenire che presenta diverse facce ma paradossalmente è sempre uguale a se stesso. Colori, sagome, suoni, si mescolano in una danza alla ricerca del mistero della vita che deve pur avere una chiave di lettura. Quale libro riassume tutti i libri scritti in nome della ricerca della Verità? Le metafore possono aiutare a scorgere un significato che ha i tratti di un rebus, la cui soluzione è la nostra salvezza? Dobbiamo dimenticare il freddo raziocinio per abbandonarci a quel flusso che può disvelarci il viaggio che dobbiamo intraprendere? Aprire i libri per andare al di là del significato delle lettere? Leggere gli spazi bianchi cercando di dargli forma?

É messa in scena la battaglia, senza armi, dell’uomo per uscire dalle gabbie della vita. Non si cerca né vittoria, né sconfitta ma un altrove. Uno spettacolo dove è inutile cercare una trama, non esiste, è suggestione, pura poesia declamata per parlare allo spirito. Parole, geometrie di movimenti, musica evocativa, gesti e sguardi, ecco la Babele della vita. Alla fine che cosa è reale? Quanto la nostra vita è sogno, passione, costruzione immaginaria, desiderio di forgiare un Uomo Nuovo? Troveremo mai la strada per la Beatitudo? Se la libertà è negata, la si può trovare nel pensiero. La filosofia che si trasforma in atto poetico è l’unica salvezza per superare i tormenti, le inquietudini. É il modo per oltrepassare il limite umano, per dare un senso al nostro patire, al nostro errare alla ricerca della possibilità di rendere possibile un mondo dal volto umano. “Voleva sognare un uomo: voleva sognarlo con minuziosa completezza e imporlo alla realtà” (Borges).

Sognare lo possono fare proprio tutti, non costa nulla, lo possono fare anche i carcerati, anche chi recita non nella propria lingua. La ricerca dell’improbabile, di un altro mondo possibile, dell’Aleph alchemico è la vera sfida estrema. É tornare a credere nelle utopie che consentono di creare l’inizio prevedendo la fine. É vincere il tempo per conquistare l’eternità. É costruire un dio umano, la vera sfida dell’uomo contro un dio incomprensibile che vuole dettarci delle regole senza possibilità di esserne i protagonisti.

Il teatro di Punzo non è un’opera di recupero destinata ai detenuti del carcere di Volterra, è un canto di sirene rivolto a tutti per ricordarci che senza sogni esiste solo una realtà che ci ingabbia, che ci priva della libertà. Dalla realtà si deve evadere per forgiarla a nostra immagine e somiglianza. Non c’è nulla da capire, non c’ è nessuna catena logica da rispettare, solo vertigine, solo desiderio di cercare segni capaci di suggerire nuovi percorsi.

Beatitudo

Di: Armando Punzo, ispirato all’opera di Jorge Luis Borges
Regia: Armando Punzo
Cast: i detenuti-Attori Della Compagnia Della Fortezza
Una produzione Carte Blanche – Tieffeteatro

TEATRO MENOTTI
via Ciro Menotti 11, MILANO
tel 0236592544

Potrebbe interessarti anche:


Teatro Menotti: Concerto Napolide

Tra le cose belle che chiudono una settimana difficile per la politica italiana e per l'Italia c’è uno spettacolo teatrale, bello già dal titolo: Concerto Napolide, in scena al...Teatro Menotti: Concerto Napolide ultima modifica: 2018-05-26T01:00:00+00:00 da Monica Viani

Tra le cose belle che chiudono una settimana difficile per la politica italiana e per l'Italia c’è uno spettacolo teatrale, bello già dal titolo: Concerto Napolide, in scena al Teatro Menotti di Milano. Concerto Napolide è un viaggio, musicale...Teatro Menotti: Concerto Napolide ultima modifica: 2018-05-26T01:00:00+00:00 da Monica Viani

Tra le cose belle che chiudono una settimana difficile per la politica italiana e per l'Italia c’è uno spettacolo teatrale, bello già dal titolo: Concerto Napolide, in scena al Teatro Menotti di Milano. Concerto Napolide è un viaggio, musicale e in prosa, nel passato e nel presente di Napoli. È un racconto in musica che prende spunto da Napolide, scritto...Teatro Menotti: Concerto Napolide ultima modifica: 2018-05-26T01:00:00+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Teatro Menotti: Stria, ovvero il coraggio di rivendicare giustizia

"Un patto con il diavolo? Ma io non so neanche scrivere il mio nome”. Stria inizia con le parole sofferenti di Rusina, una contadina del varesotto, condannata al rogo dalla...Teatro Menotti: Stria, ovvero il coraggio di rivendicare giustizia ultima modifica: 2018-04-28T11:00:15+00:00 da Monica Viani

"Un patto con il diavolo? Ma io non so neanche scrivere il mio nome”. Stria inizia con le parole sofferenti di Rusina, una contadina del varesotto, condannata al rogo dalla Santa Inquisizione. L’opera di Claudia Donadoni, in scena al Teatro...Teatro Menotti: Stria, ovvero il coraggio di rivendicare giustizia ultima modifica: 2018-04-28T11:00:15+00:00 da Monica Viani

"Un patto con il diavolo? Ma io non so neanche scrivere il mio nome”. Stria inizia con le parole sofferenti di Rusina, una contadina del varesotto, condannata al rogo dalla Santa Inquisizione. L’opera di Claudia Donadoni, in scena al Teatro Menotti di Milano, racconta un fatto realmente accaduto. Stria tra ricerca di giustizia e coraggio Rusina, porta con sé i segni di...Teatro Menotti: Stria, ovvero il coraggio di rivendicare giustizia ultima modifica: 2018-04-28T11:00:15+00:00 da Monica Viani

 

 

Beatitudo, Compagnia della Fortezza: dal carcere si può evadere ultima modifica: 2019-02-07T12:42:40+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *