Porridge, la nuova tendenza della cucina sana

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Il porridge è la nuova star della colazione sana. Non è sempre stato così. In UK era servito per punire i carcerati, l’espressione “doing porridge” significa andare in galera. Oggi è acclamato dai guru del mangiare sano. Lo si può preparare in versione dolce o salata. Secondo uno studio condotto nel 2015 dai ricercatori della Harvard University mangiare una tazza di porridge al giorno migliora le aspettative di vita e procura benessere. Chi assume regolarmente cereali integrali (riso, quinoa, avena…) vive più a lungo, riduce il rischio di diabete, colesterolo e malattie cardiovascolari. Mai però esagerare: il consumo eccessivo può provocare gonfiori. La ricetta? Semplice.  L’ingrediente principale è l’avena, ma ecco cosa serve  secondo i dettami della ricetta classica:

  • fiocchi d’avena
  • latte
  • zucchero
  • miele
  • frutta
  • yogurt

Prendente tre o quattro cucchiai di avena e aggiungete una tazza di latte fresco, mezza tazza di acqua tiepida, una piccola quantità di zucchero (se proprio non potete farne a meno!) e un pizzico di sale. Versate gli ingredienti in un pentolino e mettete sul fuoco a fiamma non troppo alta. Cuocete fino ad ottenere un composto cremoso. Per renderlo più gustoso- ricordiamoci che sano non deve essere punitivo- si può arricchire il porridge con frutta fresca o secca. In questo modo si evitano gli zuccheri e si diversificano i sapori.

Porridge, la nuova tendenza della cucina sana ultima modifica: 2017-02-10T00:36:03+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *