La Sicilia di Marco Failla in una coppa gelato ai fichi arrostiti e ricotta di capra

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Nel visionario progetto My Wonderland, il food stylist Marco Failla, ambasciatore della bellezza
Made in Italy, ha un obiettivo importante: fare conoscere piccoli produttori locali, eccellenze gastronomiche, capaci di esaltare prodotti tipici e piatti tradizionali realizzati con materie prime che raccontano la ricchezza di un territorio.

Così Marco Failla ha deciso di raccontare la Sicilia in una coppetta gelato. Ha scelto di intrecciare sapori e arte proponendo un gelato creativo ai fichi arrostiti, ricotta di capra e aceto balsamico. Cremoso e molto profumato, ricco ma non troppo dolce, presenta note dolci mischiate sapientemente con quelle salate. Il bello della proposta? É facilmente replicabile anche nelle cucine di casa con ingredienti facili da reperire.

Quando affonderete il cucchiaino nella coppetta gelato assaporerete la Sicilia. “Perché – come ci ricorda Marco Failla – anche dentro a un buon gelato c’è la ricchezza del patrimonio agroalimentare del nostro bel paese.”

La ricetta: gelato ai fichi arrostiti, alla ricotta di capra e aceto balsamico, ovvero la Sicilia di Marco Failla

Ingredienti

170 g ricotta di capra

270 ml panna

270 ml latte

100 g zucchero

7 tuorli

1 pizzico di sale

1 bacca di vaniglia (semi)

15 ml aceto balsamico

fichi arrostiti

170 g fichi maturi

1 cucchiaio di aceto balsamico

1 cucchiaio di zucchero di canna

Procedimento

Portare a lieve bollore, a fuoco medio, il latte, la panna e lo zucchero.

Sbattere i tuorli in una terrina e non appena il mix raggiunge il bollore versare delicatamente sui tuorli continuando a mescolare con la frusta.

Riportare il composto sul fuoco fino a quando non si addensa(circa 5 min). Aggiungere il sale e la vaniglia.

Gentilmente aggiungere la ricotta e mescolare fino a quando non sarà completamente incorporata.

Lasciare raffreddare in frigo per 1 notte.

Scaldare il forno a 200 °C. Tagliare a rondelle i fichi, posizionarli in una teglia foderata con carta forno e
cospargerli di aceto balsamico e zucchero di canna.

Coprirli con un foglio di alluminio e lasciarli arrostire per 15 minuti. Seguendo le istruzioni della vostra macchina del gelato mantecate la crema.

Servire il gelato con i fichi arrostiti freddi o leggermente scaldati.

Potrebbe interessarti anche:


Fake news sul gelato: il dossier IGI fa chiarezza

Parlare del gelato industriale è ancora un tabù. Tutti lo mangiano, ma pochi gli riconoscono quel valore che meriterebbe. Ma ora ci pensa il dossier “Nutrizione & Gelato” dell' Istituto del Gelato Italiano (IGI)...Fake news sul gelato: il dossier IGI fa chiarezza ultima modifica: 2020-07-17T10:52:38+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Solo ai bambini cresce la voglia di gelato?

Se dici gelato, dici Italia. In realtà, come per tante proposte enogastronomiche, l'origine si perde nella notte dei tempi, e la sua creazione è il risultato di diverse contaminazioni culturali. Abbiamo documenti che attestano che qualcosa di simile -un preparato fresco di frutta, latte e miele - fosse già conosciuto ai tempi dell'antico Egitto. Breve storia del gelato: dalle neviere...Solo ai bambini cresce la voglia di gelato? ultima modifica: 2020-07-01T22:07:38+00:00 da Monica Viani

La Sicilia di Marco Failla in una coppa gelato ai fichi arrostiti e ricotta di capra ultima modifica: 2020-09-15T11:10:17+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *