La ricetta dei canederli di formaggio, spinacino e pioppini del Boutique Hotel Nives

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Un’idea per assaporare l’Alto Adige nel piatto? Provate La ricetta dei canederli di formaggio, spinacino novello e pioppini del Boutique Hotel Nives a Selva di Val Gardena. Perfetta per portare il sapore dei boschi in una ricetta.

I canederli sono una delle tante proposte della cucina altoatesina che si possono preparare con pochi ingredienti regalati da un territorio ricco di prelibatezze gastronomiche. Chi si reca per la villeggiatura in Alto Adige vuole andare a caccia di una cucina fatta di prodotti genuini e saporiti.

I canederli vantano un’antica storia. Ce la racconta il ciclo di affreschi romanici che ricoprono l’interno della cappella del castello di Appiano, fortezza sulla Strada del Vino, a pochi chilometri da Bolzano.  In una delle scene del ciclo di affreschi, la Natività, la Madonna è girata verso una donna indaffarata a cucinare. Dalla grande padella sul fuoco emergono cinque grossi canederli, mentre la donna ne assaggia un altro.

Esiste anche una leggenda che vuole che siano stati creati creati da una contadina per saziare i Lanzichenecchi che minacciavano di dar fuoco al suo maso.

Di certo è una proposta della cucina contadina realizzata impastando ciò che si aveva a disposizione tra orto e stalla del maso: verdurearomiavanzi di salume, latte, formaggio.

Il suggerimento per farli perfetti? Formare delle palle a 5-6 cm di diametro, aiutandosi con un cucchiaio. Il tempo di cottura è di 15 minuti a fuoco basso per evitare che si sfaldino (i canederli vanno messi quando l’acqua bolle). Per essere sicuri che siano pronti, basta inserire nell’impasto uno stuzzicadente che deve penetrare morbidamente. Vanno scolati con un mestolo forato.

La ricetta dei canederli di formaggio, spinacino novello e pioppini

Boutique Hotel Nives

Ingredienti

Per 4 persone

5 uova

900 g pane

450 g formaggio di malga

400 ml latte

100 g burro

2 scalogni

Sale

Pepe

Erba cipollina

Preparazione

Dorare lo scalogno nel burro; inserire in una bastardella il pane raffermo, sale, pepe ed erba cipollina e mescolare il tutto.

Una volta mescolato il tutto aggiungere il latte tiepido, le uova ed il burro con lo scalogno ed il formaggio. Rimescolare il tutto e lasciare riposare l’impasto qualche ora.

Una volta fatto riposare formare i canederli, servire con fonduta di formaggio, spinacino novello e funghi pioppini.

Potrebbe interessarti anche:


Mangiando sotto le stelle. In Alto Adige tante eccellenze

Pioggia di stelle in Alto Adige: ben 27 per 20 ristoranti. La provincia altoatesina si conferma così terra del gusto Potrà essere una sorpresa per molti, ma la zona d’Italia in cui splendono più stelle Michelin si conferma essere il Sud Tirolo/Alto Adige. Il fazzoletto di terra, bilingue, a pochi passi dall’Austria, è da considerarsi un vero paradiso enogastronomico. Forse...Mangiando sotto le stelle. In Alto Adige tante eccellenze ultima modifica: 2019-05-04T13:40:51+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


La ricetta dei canederli di formaggio, spinacino e pioppini del Boutique Hotel Nives ultima modifica: 2020-08-29T23:24:04+00:00 da Redazione Famelici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *