In Francia il freddo danneggerà il raccolto di uva

I viticoltori francesi contano i danni del peggior gelo degli ultimi anni. Le inattese gelate hanno danneggiato i vigneti dove sono prodotti alcuni dei vini più conosciuti del paese. 

Per scongiurare il gelo durante la notte di martedì e mercoledì, gli agricoltori di tutta la Francia – come racconta Le Monde– hanno acceso migliaia di piccoli fuochi e candele vicino alle loro viti o agli alberi da frutto. Che cos’è successo? In varie regioni della Francia le temperature sono scese improvvisamente fino a 6 gradi sotto zero. A soffrirne di più sono state la regione sud-occidentale di Bordeaux, ma anche la Borgogna, nella Francia centro-orientale, e la Valle del Rodano, più a sud. A danneggiare le piante è stato soprattutto lo sbalzo delle temperature. Infatti nei giorni precedenti alle gelate si erano registrate giornate calde.

La Francia e la raccolta dell’uva

Jérome Despey, segretario generale del sindacato di agricoltori e viticoltori del dipartimento dell’Hérault ha riferito che c’erano state estese gelate anche nel 1991, nel 1997 e nel 2003, ma che quelle di quest’anno sono di gran lunga le peggiori. Si teme un raccolto scarso, addirittura il peggiore degli ultimi 40 anni. Non manca chi prevede un calo di produzione del 40%. I danni investiranno anche la regione dello Champagne. Il ministro dell’Agricoltura francese Julien Denormandie ha valutato i danni che hanno coinvolto centinaia di migliaia di ettari di terreni e ha dichiarato che il governo interverrà con un pacchetto di aiuti di emergenza per affrontare un «disastro ambientale per l’agricoltura».

Oltre ai vigneti, sono stati danneggiati anche i raccolti di kiwi, albicocche e mele. Questo a dimostrazione  di quanto sia urgente affrontare i temi ambientali, soprattutto il cambiamento climatico. L’inaspettato abbassamento delle temperature ha provocato danni anche in Italia, in particolare in Piemonte e Toscana, regioni vocate alla produzione dei migliori vini italiani.

Potrebbe interessarti anche:


Se i cambiamenti climatici mettono in pericolo la produzione della birra

I beer lovers tremano: la produzione della birra "Lambic", la tradizionale birra belga, è in serio pericolo. E non è la sola: un grosso pericolo lo corre anche la birra trappista, stando a ciò...Se i cambiamenti climatici mettono in pericolo la produzione della birra ultima modifica: 2019-05-03T15:34:10+02:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


#Famedivero, il recupero del bene comune e dell’economia circolare

Il 2021 è l'anno della #famedivero in nome della ricerca dell'autenticità, del recupero del concetto del bene comune e dell'economia circolare. Quante volte ci siamo interrogati sui nostri comportamenti, se ciò che acquistiamo ogni giorno,...#Famedivero, il recupero del bene comune e dell’economia circolare ultima modifica: 2021-04-09T12:24:31+02:00 da Roby Rossi

In Francia il freddo danneggerà il raccolto di uva ultima modifica: 2021-04-11T12:56:14+02:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *