Canapa, è vero che fa bene? 5 ragioni per consumarla

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Una visita presso l’Azienda Agricola Landini, di cui vi parleremo presto, ci permette di conoscere il mondo della canapa e dei suoi straordinari utilizzi. La canapa ha una antica tradizione in Italia. Lo dice la storia. La canapicoltura nasce in Italia intorno al 1300, ma numerosi fonti ci narrano che era stata già introdotta in Piemonte e in Val Padana dalle legioni romane.

Ma forse si può risalire ancora più indietro. Grazie al rinvenimento di alcuni diagrammi pollinici nel lago di Albano e nel lago di Nemi, uno studio condotto nel 2002 dall’Università di Modena e Reggio Emilia, ha evidenziato che la canapa era conosciuta più di diecimila anni fa.

Con la Rivoluzione Industriale la sua coltivazione e la sua lavorazione conobbe un vero boom, soprattutto in Emilia e in Campania. In particolare in Emilia, i volumi di fibra di canapa oscillavano tra le tremila e le cinquemila tonnellate. Nel 1910 in Emilia Romagna si annoveravano quarantacinque mila ettari di terreno per la coltivazione della canapa. Negli anni Cinquanta l’Italia era il secondo Paese maggiore produttore di canapa al mondo, secondo soltanto all’Unione Sovietica.

La canapicoltura entrò in crisi per gli alti costi di produzione e per la mancata innovazione dei processi produttivi. Fu poi vittima dell’incapacità di distinguere tra Cannabis sativa e Cannabis indica. Negli anni Settanta, le leggi contro gli stupefacenti colpirono così anche la canapicoltura. Dal 1998 la coltivazione di canapa industriale è nuovamente legale.

Illegale non coltivarla!

Apprezzata per le sue virtù salutari, essendo ricca di acidi grassi essenziali, come Omega 3 e Omega 6, fornisce una buona fonte di vitamine e di sali minerali, soprattutto fosforo e ferro. Oggi ritorna ad essere protagonista di molte ricette ricercate da chi cerca nel cibo la via per vivere il benessere.

Canapa, è vero che fa bene. ce lo spiega la nutrizionista Debora Cantarutti.La nutrizionista Debora Cantarutti considera la canapa una pianta straordinaria. “Nei regimi alimentari che suggerisco la consiglio spesso. Ottimi i semi decorticati nello yogurt, come condimento nelle insalate o per arricchire le ricette di riso pilaf o basmati. Si presta nella preparazione di piatti vegani. I semi decorticati mangiati regolarmente donano luminosità alla pelle del viso ed attenuano le rughe.

 É un seme che ha diverse proprietà per curare le allergie, le dermatiti, la pelle eccessivamente secca. Io consiglio di assumerne 2 cucchiai a colazione e a pranzo. Se si vuole, si può aggiungere della buccia di limone grattugiata. É poi un sostituto proteico, contenendo tutti gli amminoacidi. É un ottimo rimedio contro le infiammazioni, gli eczemi ed è consigliato, soprattutto per gli anziani, per combattere l’osteoporosi“.

E l’olio di canapa? “É un antitumorale e procura diversi benefici a livello neurologico. Viene usato per aiutare i malati di Parkinson e di Alzheimer. Ha notevoli effetti rilassanti”. Gira voce che faccia dimagrire? “Fa bene, ma per dimagrire occorre adottare una corretta alimentazione. La canapa può essere utilizzata perché ha un effetto sequestrante degli zuccheri. É la sua combinazione molecolare che la rende amica delle diete dimagranti. Tra gli amminoacidi che contiene, c’è anche la lisina, difficile da trovare negli alimenti”.

Canapa, è vero che fa bene? 5 ragioni per consumarla

L’olio di semi e la farina di semi di canapa sono un vero e proprio “vaccino nutrizionale” che, assunto ogni giorno, rinforza e regola la risposta del sistema immunitario, del sistema ormonale e del sistema nervoso.

  • La presenza di omega 6 e omega 3 agisce  su colesterolo, trigliceridi, diabete, artrite, artrosi, asma, psoriasi ed eczema atopico, lupus, malattie autoimmuni, depressione.
  • Agisce contro la sindrome premestruale e durante la menopausa.
  • Quotidianamente assumere qualche cucchiaio  di olio di canapa abbassa velocemente il colesterolo LDL e i trigliceridi. Si riduce il rischio trombosi.
  •  Contribuisce a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, perché mantiene elastici i vasi sanguigni, contrastando l’accumulo di grasso nelle arterie.
  •  Migliora i problemi di apprendimento, i deficit della memoria, le difficoltà di concentrazione e la mancanza di attenzione.

Potrebbe interessarti anche:


Quando in Italia si coltivava la canapa, ma Salvini non lo sa

Tra le tante polemiche sollevate dal Ministro degli Interni Matteo Salvini una riguarda anche la canapa. Salvini, assiduo frequentatore dei social e delle spiagge meno del Parlamento, vuole chiudere i negozi che vendono la...Quando in Italia si coltivava la canapa, ma Salvini non lo sa ultima modifica: 2019-08-07T11:17:58+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


4 ricette estive per mangiare come se foste al mare

Entriamo in piena estate, alcuni di noi andranno in vacanza, altri no. Per chi ha dovuto rinunciare o rimandare i viaggi estivi Famelici vi propone 4 ricette per mangiare come se foste al mare. Dal vitello tonnato...4 ricette estive per mangiare come se foste al mare ultima modifica: 2020-07-26T12:35:13+00:00 da Monica Viani

Canapa, è vero che fa bene? 5 ragioni per consumarla ultima modifica: 2020-08-02T15:51:30+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *