Pasticceria Giotto del Carcere di Padova, ‘design’ per il Sociale

Share on FacebookTweet about this on Twitter

La Pasticceria Giotto del Carcere di Padova, ‘design’ per il Sociale. Come l’arte della pasticceria può cambiare la vita dei detenuti

La Pasticceria del Carcere di Padova, in un laboratorio che è insieme scuola di mestiere e di vita, opera all’interno della Casa di Reclusione Due Palazzi dal 2005.  Da allora ad oggi, tanti incontri, visite ed eventi hanno cementato l’incontro tra istituzioni, pubblico e critica di settore. L’obiettivo? Dare ai detenuti la possibilità di intraprendere una strada diversa da quella percorsa. L’artigianialità permette di riscoprirsi. I laboratori sono il cuore di una pasticceria non convenzionale: un luogo semplice dove i dolci non vengono prodotti ma sfornati, che fa i conti con la condizione delle persone recluse, ma ha come obiettivo la tensione ad una qualità assoluta. Ogni giorno  maestri pasticceri insegnano a 25 allievi detenuti i gesti, i tempi e l’etica un’arte che, maturando lentamente favorisce un cammino di cambiamento e diventa una possibilità reale per il futuro. Il lavoro dei  ragazzi restituisce loro dignità e senso del vivere, condividendo il confronto con i maestri come momento di crescita e valorizzando l’impegno del singolo come segreto del lavoro di squadra. Le materie prime ricercate, le lunghe lievitazioni naturali, lo studio attento delle ricette, la lavorazione quanto più possibile manuale, insieme alla passione per la vita sono i nostri ingredienti speciali.La Pasticceria Giotto racconta come l’arte della pasticceria possa essere somigliante alla vita dei detenuti: una bellissima espressione di Design per il Sociale.

Qui il sito: http://www.idolcidigiotto.it

Potrebbe interessarti anche:


Zurigo: scesi dal treno vi accoglie un angelo!

Arrivati alla Stazione Centrale di Zurigo, costruita nel 1865 in stile neoclassico, vieni accolto da un angelo. Sì, avete letto bene da un angelo, che accoglie e protegge i viaggiatori! Si tratta dell'angelo custode di Niki de St. Phalle, un angelo al femminile che rappresenta la gioia di vivere. Ma non è l’unica forma d’arte presente in stazione. Ci...Zurigo: scesi dal treno vi accoglie un angelo! ultima modifica: 2017-05-15T09:24:43+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Tempo di gelato a Milano. 5 buoni motivi per provare il gelato della gelateria Apuà

5 buoni motivi per provare il gelato della gelateria Apuà! Troppo facile la bontà... la consistenza di tutti gusti che ho assaggiato (non saprete mai quanti!) superlativo il gusto cioccolato senza latte ottima la crema inaspettato (in modo piacevole!) il pistacchio ho ammirato la voglia di osare proponendo gusti nati dalla creatività e dallo studio. L'intervista a Serena Bianchi, gelatiera della...Tempo di gelato a Milano. 5 buoni motivi per provare il gelato della gelateria Apuà ultima modifica: 2017-04-24T12:22:53+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Ricette primaverili: dolce abbraccio di Venere

Ricette primaverili: dolce abbraccio di Venere, un dolce della tradizione veneta, rivisto con un tocco di modernità dato dalle fragole con il loro sciroppo e la crema di limone. I dolci al mais sono...Ricette primaverili: dolce abbraccio di Venere ultima modifica: 2017-04-13T23:00:48+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Itinerari dolci per giovani studenti. European Sweet Itineraries

European Sweet Itineraries: tre itinerari Presentati a Madrid i risultati del progetto ESI – European Sweet Itineraries, nell’ambito del  quale sono stati definiti tre itinerari educativi nel settore dolciario in Spagna, Portogallo ed Italia. ESI...Itinerari dolci per giovani studenti. European Sweet Itineraries ultima modifica: 2017-04-04T21:36:51+00:00 da Redazione Famelici

Pasticceria Giotto del Carcere di Padova, ‘design’ per il Sociale ultima modifica: 2017-06-02T15:05:28+00:00 da Redazione Famelici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *