Panettone sospeso: la Milano solidale non dimentica Natale

Dal 7 al 22 dicembre, in 15 pasticcerie del capoluogo lombardo, si potrà acquistare un panettone che verrà donato a Casa Jannacci e alla rete Milano Aiuta

Milano conferma di essere una città solidale: torna il panettone solidale. D’altra parte che Natale è senza panettone? Dal 7 al 22 dicembre in quindici pasticcerie milanesi si potrà lasciare un panettone già pagato che poi sarà donato a chi nella vita non è stato baciato dalla fortuna.

Dove acquistare il panettone sospeso

  • Alvin’s (via Melchiorre Gioia 141)
  • Cake l’Hub – I Dolci del Paradiso (via Luigi Mengoni 3)
  • Davide Longoni (via Gerolamo Tiraboschi 19, Via Fratelli Bronzetti 2 e Mercato del Suffragio – piazza Santa Maria del Suffragio)
  • Gelsomina (via Carlo Tenca 5 e via Fiamma 2)
  • Giacomo (via Pasquale Sottocorno 5)
  • Marlà (corso Lodi 15)
  • Martesana (via Card.G. Cagliero 14, piazza Sant’Agostino 7 e via Paolo Sarpi 62)
  • Massimo 1970 (via Giuseppe Ripamonti 5)
  • Moriondo (via Marghera 10)
  • Panettone Cracco Pasticceria (Galleria Vittorio Emanuele II)
  • San Gregorio (via San Gregorio 1)
  • Ungaro (via Ronchi 39)
  • Vergani (corso di Porta Romana 51 e via Mercadante 17)
  • Baunilla (piazza Alvar Aalto)
  • Polenghi Angelo (Via Alfonso Lamarmora, 31).

Per ogni panettone acquistato ogni pasticceria ne offre un altro, raddoppiando la donazione. Si può anche contribuire con una donazione sul sito panettonesospeso.org: quanto raccolto verrà poi usato per comprare altri panettoni.

L’iniziativa, con il patrocinio del Comune di Milano, è stata ideata dall’Associazione Panettone Sospeso, che destinerà la raccolta a Casa Jannacci, la Casa dell’Accoglienza in Viale Ortles che offre assistenza ai senza fissa dimora, e a Milano Aiuta, che è la rete di solidarietà creata dal Comune di Milano per sostenere i cittadini e le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza da Covid-19. Lo scorso anno, anno in cui prese avvio il progetto, l’associazione ha raccolto 1644 panettoni. 

Potrebbe interessarti anche:


I trucchi per fare la mostarda di Cremona per un Natale tradizionale

Per festeggiare il Natale possiamo preparare il classico bollito. L’origine del termine? Da "mustum ardens" , termine apparso per la prima volta in un testo francese del 1288. Ci si riferiva al "mosto" di...I trucchi per fare la mostarda di Cremona per un Natale tradizionale ultima modifica: 2019-12-16T15:04:36+01:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Il piatto della domenica (e di Natale): come preparare il foie gras a casa

Introduzione: come preparare il foie gras a casa. La scelta del lobo É il tormentone di Natale, di tradizione francese, immancabile sulle nostre tavole natalizie. Ma ancora prima di iniziare la nostra avventura culinaria, sorge subito una...Il piatto della domenica (e di Natale): come preparare il foie gras a casa ultima modifica: 2019-12-12T17:03:46+01:00 da Monica Viani

Panettone sospeso: la Milano solidale non dimentica Natale ultima modifica: 2020-12-07T16:04:14+01:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *