A Milano al Teatro Menotti Donchisci@tte. La bellezza della follia per sfuggire al pensiero unico

Share on FacebookTweet about this on Twitter

A Milano al Teatro Menotti va in scena il Donchisci@tte, una rilettura libera del capolavoro di Cervantes. Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi ridanno vita al capolavoro della letteratura spagnola trasformando il cavaliere errante in quantico.

Il testo di Nunzio Caponio con l’adattamento e regia di Davide Iodice, è una rilettura contemporanea. Chiuso in un fatiscente garage, Benvenuti/ Donchisci@tte è uno youtuber, che vuole comunicare ad un mondo che gli appare narcotizzato, le sue teorie quantistiche. Sulla sua maglietta è riprodotta l’immagine del paradosso del gatto di Schrödinger, quella teoria secondo cui il gatto è in contemporanea vivo e morto. Il tutto dipende da un atto di volontà quantica. L’umanità deve acquisire questa consapevolezza per opporsi a quella voragine costruita da un buco nero generato dalla mancanza di pensiero originale. Ad ascoltarlo e ad aiutarlo nella sua missione impossibile il figlio Sancho/Fresi, trasformato in uno scudiero quantico.

Tra dialoghi astrusi, talvolta grotteschi, dove mondo reale e virtuale si confondono, urge la ricerca di un fine nobile per dare un significato ad una vita che appare vuota. Il desiderio più forte è quello di “riattivare i neuroni”, di poter godere di un pensiero individuale che non sia imposto dal potere e dall’incapacità di opporvisi. Il suo appello alla ribellione sarà raccolto da numerose testimonianze digitali, ma rimarranno solo un atto di testimonianza o si trasformeranno in realtà? Qualsiasi cambiamento parte da un moto di follia. Perchè una rivoluzione possa iniziare, occorre che un visionario, un folle veda quei mulini che sfuggono alla cecità della massa.

Un testo su cui riflettere portato in scena da due bravi attori. Da vedere.

A Milano al Teatro Menotti Donchisci@tte

Donchisci@tte
Liberamente ispirato a Don Chisciotte della Mancia di Miguel de Cervantes
Di Nunzio Caponio
Adattamento e regia Davide Iodice
Con Alessandro Benvenuti, Stefano Fresi

DOVE? Teatro Menotti
QUANDO? Dal 12 al 17 novembre

Potrebbe interessarti anche:


Teatro Menotti: Concerto Napolide

Tra le cose belle che chiudono una settimana difficile per la politica italiana e per l'Italia c’è uno spettacolo teatrale, bello già dal titolo: Concerto Napolide, in scena al...Teatro Menotti: Concerto Napolide ultima modifica: 2018-05-26T01:00:00+00:00 da Monica Viani

Tra le cose belle che chiudono una settimana difficile per la politica italiana e per l'Italia c’è uno spettacolo teatrale, bello già dal titolo: Concerto Napolide, in scena al Teatro Menotti di Milano. Concerto Napolide è un viaggio, musicale...Teatro Menotti: Concerto Napolide ultima modifica: 2018-05-26T01:00:00+00:00 da Monica Viani

Tra le cose belle che chiudono una settimana difficile per la politica italiana e per l'Italia c’è uno spettacolo teatrale, bello già dal titolo: Concerto Napolide, in scena al Teatro Menotti di Milano. Concerto Napolide è un viaggio, musicale e in prosa, nel passato e nel presente di Napoli. È un racconto in musica che prende spunto da Napolide, scritto...Teatro Menotti: Concerto Napolide ultima modifica: 2018-05-26T01:00:00+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Teatro Menotti: Stria, ovvero il coraggio di rivendicare giustizia

"Un patto con il diavolo? Ma io non so neanche scrivere il mio nome”. Stria inizia con le parole sofferenti di Rusina, una contadina del varesotto, condannata al rogo dalla...Teatro Menotti: Stria, ovvero il coraggio di rivendicare giustizia ultima modifica: 2018-04-28T11:00:15+00:00 da Monica Viani

"Un patto con il diavolo? Ma io non so neanche scrivere il mio nome”. Stria inizia con le parole sofferenti di Rusina, una contadina del varesotto, condannata al rogo dalla Santa Inquisizione. L’opera di Claudia Donadoni, in scena al Teatro...Teatro Menotti: Stria, ovvero il coraggio di rivendicare giustizia ultima modifica: 2018-04-28T11:00:15+00:00 da Monica Viani

"Un patto con il diavolo? Ma io non so neanche scrivere il mio nome”. Stria inizia con le parole sofferenti di Rusina, una contadina del varesotto, condannata al rogo dalla Santa Inquisizione. L’opera di Claudia Donadoni, in scena al Teatro Menotti di Milano, racconta un fatto realmente accaduto. Stria tra ricerca di giustizia e coraggio Rusina, porta con sé i segni di...Teatro Menotti: Stria, ovvero il coraggio di rivendicare giustizia ultima modifica: 2018-04-28T11:00:15+00:00 da Monica Viani

A Milano al Teatro Menotti Donchisci@tte. La bellezza della follia per sfuggire al pensiero unico ultima modifica: 2019-11-13T19:09:50+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *