Oslo, Capitale Verde Europa 2019. E in Italia?

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Il turismo sostenibile ha sempre più successo. Molti turisti ora ricercano cibo, benessere, bellezze naturali e comportamenti green. Si afferma un “turismo verde” che sceglie mete capaci di testimoniare la loro anima ambientale. Aumentano le città con orti urbani, vigne in città e cortili che “producono” frutta e verdura.

Oslo, Capitale Verde Europa 2019. E in Italia?

Oslo ha colorato la sua città di verde. Il centro città non conosce il traffico: tutti a piedi o in bicicletta. Si è trasformata un’utopia in realtà. Come la capitale norvegese si è aggiudicata la proclamazione di città green? Con l’ eliminazione delle auto dal centro, la drastica riduzione delle emissioni di CO2, la conservazione di una foresta primaria nell’area urbana, la gestione dei rifiuti e la costruzione a impatto zero del nuovo Oslo Airport City.

E in Italia? Secondo Lega Ambiente, nel 2018, la città più verde è Mantova, seguita da Parma e da Bolzano (grazie anche alle sue piste ciclabili). La sorpresa? Cosenza che si piazza quinta in virtù delle sue aree pedonali. Tra le prime dieci città si trovano Pordenone, Belluno, Treviso, Macerata e Bologna. La regione più sofferente? La Sicilia. La maglia nera? Catania. La città più grande green? Milano, che si fregia del miglior servizio pubblico e del più importante utilizzo di car sharing. Roma, come Napoli, ahimè, si piazza nelle parti basse della classifica.

Mantova, la città più green d’Italia

Perchè Mantova si aggiudica il podio di città italiana più green? La città lombarda si aggiudica il terzo gradino del podio per la raccolta differenziata, il settimo per l’estensione delle zone boschive e il decimo per quella delle isole pedonali. Il miglior risultato lo conquista nei trasporti per la presenza delle piste ciclabili.

La città europea green del 2020?

Lisbona, premiata per la capacità di creare una mobilità sostenibile.

Potrebbe interessarti anche:


Turismo mordi e fuggi? No grazie. Costruiamo il turismo 4.0 in nome di cibo e cultura

Lo scriviamo da tempo: il turismo da incentivare è quello culturale. Serve una strategia per un turismo 4.0. Per la ricchezza del nostro patrimonio artistico, per quello che rappresentano cibo e cultura abbiamo bisogno...Turismo mordi e fuggi? No grazie. Costruiamo il turismo 4.0 in nome di cibo e cultura ultima modifica: 2017-07-13T21:44:27+00:00 da Monica Viani

Lo scriviamo da tempo: il turismo da incentivare è quello culturale. Serve una strategia per un turismo 4.0. Per la ricchezza del nostro patrimonio artistico, per quello che rappresentano cibo e cultura abbiamo bisogno di progetti condivisi costruiti per migliorare il nostro turismo culturale,...Turismo mordi e fuggi? No grazie. Costruiamo il turismo 4.0 in nome di cibo e cultura ultima modifica: 2017-07-13T21:44:27+00:00 da Monica Viani

Lo scriviamo da tempo: il turismo da incentivare è quello culturale. Serve una strategia per un turismo 4.0. Per la ricchezza del nostro patrimonio artistico, per quello che rappresentano cibo e cultura abbiamo bisogno di progetti condivisi costruiti per migliorare il nostro turismo culturale, con particolare attenzione all'enogastronomia. Se ciò non accadrà, si correrà un grosso rischio: la nostra storia sarà trasformata in oggetto di...Turismo mordi e fuggi? No grazie. Costruiamo il turismo 4.0 in nome di cibo e cultura ultima modifica: 2017-07-13T21:44:27+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


I vini di Mirabella: un percorso tra cibo e cultura in Franciacorta

Tra Brescia e l'estremità meridionale del lago d'Iseo, si trova la Franciacorta, una zona della Lombardia vocata alla produzione di ottimi vini. Il paesaggio regala emozioni tra poggi vitati, castelli, chiese ed esperienze di cibo e cultura, che rendono quest'area una delle più belle da scoprire sia dal punto di vista paesaggistico che enogastronomico senza dimenticare le sorprese culturali. Un...I vini di Mirabella: un percorso tra cibo e cultura in Franciacorta ultima modifica: 2019-04-02T19:48:46+00:00 da Monica Viani

Oslo, Capitale Verde Europa 2019. E in Italia? ultima modifica: 2019-04-23T21:13:23+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *