#Famedivero, il recupero del bene comune e dell’economia circolare

Il 2021 è l’anno della #famedivero in nome della ricerca dell’autenticità, del recupero del concetto del bene comune e dell’economia circolare.

Quante volte ci siamo interrogati sui nostri comportamenti, se ciò che acquistiamo ogni giorno, se ciò che i mezzi d’informazione ci raccontano, sia la verità o sia vicina alla verità? Oppure non lo sia per nulla? Se vi siete posti tante volte queste domanda, come abbiamo fatto e continuiamo a fare noi, conoscete la #famedivero, quel bisogno di risposte che ci spinge a cercare un’Italia che guarda al futuro senza dimenticare quei valori che le hanno permesso di essere considerata nel mondo la culla della cultura.

#famedivero: il recupero del concetto di bene comune e l’economia circolare

Con #famedivero abbiamo selezionato i migliori percorsi da intraprendere individuando imprese, associazioni, persone, luoghi, raccogliendo schede, testimonianze di esperti del settore e suggerimenti di chi opera con maestria e passione nel suo territorio. In un periodo di pandemia, tutti i settori sono colpiti, ma occorre trovare nella comunità quegli anticorpi che servono per reagire, reinventando nuove forme di comunità, di linguaggi, esplorando strade inedite, aprendosi alle contaminazioni, esercitando una vera e sincera autocritica per resettare ciò che è migliorabile e rispondere alle nuove priorità.

Prime fra tutte? Il recupero del concetto di bene comune, la sostenibilità, la lotta allo spreco, l’economia circolare, la modernizzazione senza dimenticare la tradizione e senza lasciare indietro nessuno. Il Made in Italy è prima di tutto cultura e senso di comunità. È un sistema solido, fatto di grandi e piccole realtà , che possono contare sulle capacità artistiche, creative e culturali di migliaia di uomini, imprese famigliari e artigiani. Un patrimonio di saperi e conoscenze che ci ha reso famosi nel mondo e che si ha il dovere di trasmettere di generazione in generazione, restando al passo con i tempi, coniugando tradizione ed innovazione. La buona notizia è che siamo da sempre capaci di dare vita ad eccellenze e creare nuovi posti di lavoro. E qui entrate in gioco voi che avete costruito imprese capaci di portare avanti sogni, di avere visioni che aprono le porte al futuro.

#FamediVero è una bussola che abbiamo voluto mettere a disposizione di tutti, voi ci dovete mettere creatività, costruzione di strategie comuni, impegno e talento, praticamente quello che avete fin qui dimostrato di avere.

Famelici e Comune di Milano uniti per #famedivero

E’ con il patrocinio del Comune di Milano che #famedivero si è presentato per la prima volta al pubblico delle fiere con l’ultima edizione della Milano Food Week, uno tra i principali eventi di settore tematici, attenti alla qualità del cibo e al valore dell’alimentazione (sospesa in seguito alla pandemia). La Milano Food Week si riproporrà, salvo imprevisti, nel mese di ottobre 2021 e #famedivero si ripresenterà con la sua nuova struttura, fatta delle eccellenze del Made in Italy etico, selezionate sull’intero territorio nazionale, frutto di anni di lavoro a diretto contatto con il territorio.

L’intero mese di aprile, il mese dedicato alla Terra, parla della nostra esigenza di ricollegarci con la natura, di cosa significa autenticità e recupero della cultura del bene comune. Parleremo di viaggi intrapresi mossi dalla fame di vero, di aziende e iniziative che si distinguono per un approccio etico al mercato. Non mancheranno approfondimenti su tematiche calde, quali i cambiamenti climatici e le nuove modalità di commercializzazione che accorciano quella filiera che oggi rende troppo distante il produttore dal consumatore, con le inevitabili conseguenze che tutti conosciamo.

Famelici è la casa di #famedivero e sarà portavoce di un nuovo modo di intendere cibo e cultura, tema sempre più attuale nel segno della bene comune, tra sostenibilità e lotta allo spreco, economia circolare e modernizzazione nel rispetto delle tradizioni e dello sviluppo consapevole.

Potrebbe interessarti anche:


22 marzo: Giornata Mondiale dell’Acqua. Bene comune o merce?

22 marzo: Giornata Mondiale dell'Acqua. Una risorsa indispensabile, insostituibile, un bene comune. Dovrebbe esserlo, in realtà si è trasformata in merce, spesso causa di conflitti sanguinosi. E in futuro le guerre in suo nome potrebbero aumentare visto che l'"oro blu" sta diminuendo per colpa dell'incuria dell'uomo. Spesso grandi aziende sono in grado di controllare le risorse idriche, sottraendole a intere...22 marzo: Giornata Mondiale dell’Acqua. Bene comune o merce? ultima modifica: 2018-03-21T23:40:39+01:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Perchè il pomodoro fa bene…ed è ecosostenibile!

Sebbene la storia del pomodoro sia per gli europei recente, è impensabile parlare della cucina mediterranea senza nominarlo. Botanicamente è una Solanacea e i suoi nomi scientifici sono Solanum lycopersicum oppure Lycopersicum esculentum. Lycopersicum,...Perchè il pomodoro fa bene…ed è ecosostenibile! ultima modifica: 2018-08-27T09:28:38+02:00 da Monica Viani

#Famedivero, il recupero del bene comune e dell’economia circolare ultima modifica: 2021-04-09T12:24:31+02:00 da Roby Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *