Il cibo come connessione tra cultura, territorio, tecnologia

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Cibo, cultura, territorio: lo sviluppo umano centrico è sostenibile e circolare

Questo è un altro capitolo della nostra serie di articoli che toccano il tema Cibo, cultura, territorio, tecnologia. Il cibo, si sa, è un mezzo di eccellenza attraverso il quale conoscere profondamente il territorio: il cibo racconta il territorio, in Italia, forse più che altrove. Per millenni possiamo dire, abbiamo sviluppato minuscole realtà locali che sono cresciute e che oggi concorrono allCibo, cultura, territorio’eccellenza con una estrema varietà nell’offerta enogastronomica. Abbiamo specialità che differiscono, a volte anche sostanzialmente, secondo le ricette di luoghi distanti pochi chilometri tra loro come non accade in nessun luogo del mondo. La gastronomia, in Italia, è una esperienza completa: il cibo racconta il territorio dal punto di vista antropologico anche se per la maggior parte delle volte questo aspetto non è percepito razionalmente ma certamente la cucina, i suoi piatti e vini ed i territori parlano in modo diretto oltre la nostra mente arrivando più in profondità e, scavando così, segni e tracce nella nostra memoria e nella nostra psiche.
Aggiungiamo che il nostro Paese, proprio per la ricchezza e complessità della proposta culinaria, necessiterebbe di una riflessione sulla pianificazione del sistema cibo. Dunque, in una visione più ampia, amiamo ripetere questa citazione: “il cibo lega in modo stretto le persone, la vita delle comunità, la gestione dei processi produttivi con la salute e la qualità della vita, con le risorse naturali, con la terra e la biodiversità, con la gestione e la produzione di rifiuti e con la salvaguardia dell’aria e dell’acqua” (tratto da un intervento di K.Pothukuchi e J.Kaufman su il Journal of the American Planning Association, anno 2000).

Cibo, cultura, territorio, tecnologia: noi mangiamo sensazioni, pezzi di storia, relazioni, leggende e tradizioni insieme a …

In un ecosistema in cui tutte le cellule sono interagenti tra loro troviamo una risposta composita alla complessità della nostra epoca: le scorciatoie, ora più che mai, sembrano non essere consigliate mentre, una ampia discussione, condivisione e coinvolgimento di attori diversi, appare come una strada obbligata. E, in questo senso, il territorio, finalmente, ritorna ad avere una parte centrale.
Dunque solo natura, uomo, territorio e niente innovazione? Affatto! Il progresso tecnologico ed i sistemi di comunicazione digitali sono parte determinante di questo processo. La relazione tra il cibo e i luoghi di produzione, diventa più consapevole, intensa, approfondita anche grazie alla tecnè: noi mangiamo sensazioni, pezzi di storia, relazioni, leggende e tradizioni insieme alla materia del nostro cibo, materia che sempre di più si orizzonta ad essere più biologico, curato e sicuro. Cibo, cultura, territorio, tecnologia: una alchimia possibile.

Il cibo come connessione tra cultura, territorio, tecnologia ultima modifica: 2020-02-21T18:06:30+00:00 da Fabrizio Bellavista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *