“Precisione chirurgica” non è una metafora. È microchirurgia

Share on FacebookTweet about this on Twitter

A Bologna dal 12 al 15 giugno un congresso mondiale affronta le più avanzate frontiere della microchirurgia ricostruttiva. Noi ne parliamo anche per metafore fameliche.

Fateci caso. Si dice “la pelle del latte” per descrivere culinariamente una superficie liscia, viva, tesa, compatta – le stesse caratteristiche naturali della pelle umana.

O si dice “praticare un’incisione”: potrebbe essere su una forma di pane o sopra una crostata – ma anche in un corpo da guarire.

Si parla spesso di “precisione chirurgica” ed è una metafora che si estende a qualsiasi campo culturale o materiale – dalla pasticceria all’arte della guerra – in cui occorra un’operazione delicata, vitale, invisibile, perfetta, che si richiude esattamente come se non fosse mai esistita.

Ci sono sequenze di gesti tecnici da compiere, quantità e dimensioni infinitesime da rispettare, determinanti per il risultato.

E ci sono strumenti di estrema precisione – in cucina, in laboratorio, come sul tavolo chirurgico – e c’è la precisione di un estremo sapere. Sapere tanto più prezioso in quanto condiviso all’interno di una comunità internazionale.

Ma “precisione chirurgica” non è solo una metafora. È anche, letteralmente, precisione della chirurgia. Abbandoniamo dunque la metafora per addentrarci a giorni nelle ultime novità di un congresso di microchirurgia ricostruttiva, dove siamo stati invitati come osservatori.

Al palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna i massimi esperti mondiali presieduti da un luminare italiano, il professor Giorgio De Santis, presentano e discutono lo stato dell’arte e il futuro delle più importanti tecniche a proposito di temi che per i profani si avvicinano alla fantascienza.

Nello spirito del motto “ad augusta per angusta”*, i delegati parleranno tra l’altro, di:
rimpiazzo di arti bionici,
riabilitazione dentale immediata,
nano-microchirurgia,
trapianto facciale,
ricostruzione ossea,
microchirurgia robotizzata,
rigenerazione della pelle e dei tessuti…

Per garantire, per restituire, a milioni di persone la gioia di respirare, camminare, correre, mangiare e godere del cibo, bere, con la pienezza dell’appetito per la vita.

 

* per i non latinisti: “A grandi risultati per sentieri stretti”

 

[Immagine: MMImicro]

Potrebbe interessarti anche:


Intelligenza artificiale, agricoltura e cibo

Siamo consci che la produzione alimentare mondiale dovrà aumentare del 25-70% entro il 2050 per nutrire una popolazione che si prevede raggiungerà circa 10 miliardi? E si riesce ad intravvedere l’opportunità per il sistema Italia? L’argomento Intelligenza artificiale, agricoltura e cibo deve entrare velocemente nel nostro vocabolario di business. Approfondiamo un poco l’argomento. Tra i tanti diversi esempi di applicazione...Intelligenza artificiale, agricoltura e cibo ultima modifica: 2018-12-11T18:50:56+00:00 da Fabrizio Bellavista


Potrebbe interessarti anche:


Appetito per la vita. Bisturi sicuri e morsi goduti

Ho sempre pensato alla chirurgia come il regno dell'impossibile che diventa possibile. Che si trattasse di creare, salvare, ricostruire, modellare parti del corpo di uomini e donne. Sempre più invisibilmente, sempre meno invasivamente. E ridare una vita non solo alla carne, ma anche allo spirito. Insomma ridare vita alla vita. Rifiorire, dopo Per questo tutte le volte che ho visto una...Appetito per la vita. Bisturi sicuri e morsi goduti ultima modifica: 2017-10-22T16:34:02+00:00 da Daniela Ferrando FamFriend

“Precisione chirurgica” non è una metafora. È microchirurgia ultima modifica: 2019-06-10T11:43:57+00:00 da Daniela Ferrando FamFriend

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *