I micro-influencer (da 500 a 5.000 seguaci) guadagnano terreno con la qualità …

Share on FacebookTweet about this on Twitter

La rivincita dei micro-influencer con la qualità e la trasparenza …

La ricerca “Influencer Marketing 2020”, condotta da Influencer Intelligence in associazione con Econsultancy, ha sottolineato come  per circa 6 su 10 dei marketer digitali intervistati, lo scopo del marketing di influenza per il loro business è cambiato drasticamente negli ultimi 12 mesi. A ciò si aggiunge il parere dei nativi digitali: questi hanno criticato fermamente il modo in cui il marketing influenzencerè stato condotto negli ultimi anni e vogliono livelli più elevati di autenticità e trasparenza.

In sintesi. I micro-influencer sono preferiti al 61% per i contenuti più facilmente riconoscibili, autentici e trasparenti

La maggior parte dei consumatori esprime una preferenza per gli influencer che creano contenuti autentici e coinvolgenti, più specificatamente:

  1. Il 90% dei marketer afferma che spingere sull’autenticità è fondamentale per il futuro dell’influencer marketing
  2. L’85% dei marketer afferma che i dati di coinvolgimento sono la più grande metrica di successo per il marketing di influencer
  3. “Fake followers” è la preoccupazione numero uno nell’influencer marketing
  4. Il 61% dei consumatori, di età compresa tra i 18 ei 34 anni, è stato influenzato a un certo punto dalle loro decisioni da parte di influencer digitali
  5. I micro-influencer superano i talenti di alto livello e il 61% dei consumatori afferma di produrre i contenuti più facilmente riconoscibili.

PS. “Influencer Marketing 2020”. Il sondaggio è stato eseguito su 1.173 operatori del marketing e separatamente, 500 consumatori.

Dopo l’abbuffata di influencer improbabili alla caccia di notorietà e di soldi, sembra che industrie e attività produttive abbiamo compreso il bisogno di autenticità richiesto da chi fruisce del digital. L’influencer è credibile laddove racconta un’esperienza nel modo più vero possibile, cercando un linguaggio semplice ma non falso. Lo stesso discorso vale per le fotografie. Laddove c’ė uno scambio commerciale vincolato da un contratto è giusto che questo sia palesato. Tutto questo per evitare l’errore commesso dalla carta stampata.

Potrebbe interessarti anche:


Cibo, cultura, innovazione e futuro alla Mostra “Food Bigger than the Plate” a Londra

Il cibo del futuro alla Mostra "Food Bigger than the Plate" a Londra. Al grido di "cittadini, non solo individui", il professore di Food Studies alla New York University, Fabio Parasecoli, introduce la Mostra "Food Bigger than the Plate", al Victoria&Albert Museum a Londra e, sempre lui, aggiunge sicuro: "Ci sono scelte che debbono essere fatte dai governi, dagli...Cibo, cultura, innovazione e futuro alla Mostra “Food Bigger than the Plate” a Londra ultima modifica: 2019-07-07T17:53:35+00:00 da Redazione Famelici

I micro-influencer (da 500 a 5.000 seguaci) guadagnano terreno con la qualità … ultima modifica: 2019-07-22T16:06:20+00:00 da Fabrizio Bellavista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *