L’uomo e il futuro. “Hortus” uno spazio interattivo dentro Fico Bologna: ecco le nuove frontiere dell’agricoltura

Share on FacebookTweet about this on Twitter

La tecnologia è magia, davvero: nella Giostra Multimediale “L’Uomo e il Futuro” dentro FICO a Bologna c’è l’area “Hortus” per riconquistare la magia del gesto della semina. E’ straordinario come il riappropriarsi di un gesto tanto atavico ci aiuti a capire chi siamo nei nostri giorni. Con poche semplici istruzioni, si possono piantare  semi (per esempio basilico, lattuga riccia, rucola e lattuga cappuccina), nella vasca idroponica approntata. Ricordiamo che ci troviamo dentro “il più grande parco agroalimentare del mondo”, 100 mila metri quadrati dedicati alla biodiversità, anche di pensiero.

Rispetto per la terra,  l’aria, l’acqua, gli animali: siamo un unico ecosistema

Il futuro ha una parola chiave importante, certamente non la sola, ma essenziale: il rispetto! Rispetto per la nostra terra, per l’aria, per l’acqua, per gli animali (troppi senza futuro). La Giostra Multimediale “L’uomo e il futuro” propone una nuova visione del futuro dell’industria alimentare che coniuga riscoperta degli antichi gesti con le tecnologie di frontiera.

Food Human Experience: le nuove frontiere dell’agricoltura

In “Hortus” , dunque, grazie ad un innovativo sistema che abbina agricoltura idroponica e tecnologie digitali, tutti possono coltivare i propri ortaggi e seguirne la crescita da remoto in qualsiasi momento!Infatti, ogni nuova piantumazione avrà un codice numerico e tramite un’app si potrà seguire tutte le fasi della crescita della “tua” piantina. Dopo che sarà germogliata e cresciuta adeguatamente, verrà raccolta e consumata all’interno di FICO.

Tutti ma proprio tutti possono prendere parte alla coltivazione idroponica condivisa e dare un contributo alla produzione globale di cibo. Bologna “Hortus”: ecco le nuove frontiere dell’agricoltura e dello sviluppo tecno-umano.

Potrebbe interessarti anche:


Food smart community: la fruizione cambia la sostanza

Con la "Sezione Future" intendiamo analizzare l'innovazione nella sua accezione più estesa: da quella tecnologica a quella sociale. In questo post vogliamo parlare di food smart community: il cibo e la condivisione. Un vero tsunami da analizzare cogliendo  gli spunti più confacenti alle nostre realtà. Uno tsunami che veicola  pericoli ma anche opportunità :-). La fruizione del cibo oppure la modalità della sua preparazione incidono sulla sostanza profonda di...Food smart community: la fruizione cambia la sostanza ultima modifica: 2017-02-23T22:42:38+00:00 da Fabrizio Bellavista

Potrebbe interessarti anche:


Il futuro? Agroalimentare, web e tecnologia

Futuro? Agroalimentare, web e tecnologia: tra le aziende agroalimentari italiane (la maggioranza a gestione familiare), solo il 10% è presente sul web! É il risultato che emerge dall’Osservatorio permanente sull’agroalimentare italiano Fine – Food in the net all’interno di “Registro.it” (che censisce le realtà del settore  che hanno un dominio.it), operante nell’Istituto di informatica e telematica del Cnr (in collaborazione...Il futuro? Agroalimentare, web e tecnologia ultima modifica: 2017-03-09T21:47:36+00:00 da Fabrizio Bellavista

L’uomo e il futuro. “Hortus” uno spazio interattivo dentro Fico Bologna: ecco le nuove frontiere dell’agricoltura ultima modifica: 2018-12-16T14:10:03+00:00 da Fabrizio Bellavista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *