Idee innovative targate Expop: Milano volano propulsore 4 Italy

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Milano volano propulsore di progetti innovativi 4 Italy

“Expop” pone Milano come volano propulsore di progetti innovativi in ambito culturale, artistico e imprenditoriale: questo progetto è ben definibile con un sostantivo particolare: “visioni”.  Nasce nel 2012 per essere una vetrina di progetti e start up ingaggianti, propulsivi e popolari: si tratta di una piattaforma inclusiva in cui il sociale, parallelamente alla visione del nostro blog, vede l’innovazione nella sua accezione più vasta ed in cui, primariamente, primeggia l’orientamento al sociale…
Oggi Expop, una vera fabbrica delle idee che coinvolge primariamente il territorio meneghino ma non solo, ci propone un altro gruppo di idee (che spesso si sono rilevate molto più di semplici idee…) e che vede come vincitore “YouMilan” per questa edizione 2017.

Allargare gli spazi in una visione green

“Famelici” ha scelto solo tre progetti in fase di start up tra i tanti che in qualche modo possono avere un legame diretto con il nostro settore: il primo è il progetto Green4all, un giardino pensile da installare sugli edifici esistenti che migliora le prestazioni energetiche delle abitazioni e negozi e riqualifica il verde della città. Green4All è un giardino pensile, un balcone che risolve il problema degli edifici di città privi di spazi esterni: viene ancorato sulla facciata degli edifici esistenti in corrispondenza di una finestra. É calpestabile e accessibile dall’interno come un qualunque balcone. Comprende un orto, una compostiera, è autosufficiente dal punto di vista idrico ed energetico. Non è una buona idea per chi ha negozi, showroom e spazi commerciali?

Cibo e cultura fonti primarie di contaminazioni e aperture

Il secondo (è anche il vincitore del contest) è YouMilan.it e nasce come piattaforma per promuovere l’integrazione delle diverse comunità che vivono a Milano. Pensata per i nuovi milanesi, YouMilan è soprattutto dedicata alle comunità meno numerose in Milano, quelle la cui lingua madre può essere uno scoglio ulteriore per la conoscenza e l’accoglienza: quindi promuove l’integrazione culturale e linguistica tra i milanesi d’origine, quelli di seconda generazione. In questo contesto il cibo sarà al centro in quanto portatore di cultura e fautore di contaminazioni dall’inizio della storia dell’umanità.

La purificazione naturale per ambienti indoor è un valore aggiunto di chi è a contatto con il pubblico

La nostra terza proposta è Clairy, un innovativo sistema di purificazione naturale per ambienti indoor. Si traduce in vaso che utilizza le piante per pulire l’aria negli ambienti chiusi e che si  connette ai device in modalità Wi-Fi ed è gestibile tramite app. Effettua un monitoraggio degli agenti inquinanti e programma accensione e spegnimento a secondo del bisogno: gli studi infatti dimostrano che la concentrazione di inquinanti nocivi nell’aria indoor è di cinque volte maggiore rispetto agli spazi esterni…Questo progetto ci pone delle domande sulle azioni che possiamo intraprendere per migliorare gli ambienti a contatto con il pubblico.

Un’altra occasione che vede Milano come volano propulsore, anche se questa edizione si intitolava “Milano 4 Italy”: su questo concetto le idee di “Expop” e di “Famelici” sono molto vicine!

Potrebbe interessarti anche:


Milano Smart City: idee e start up orientate al food tech

Milano, è una Smart City che non si ferma mai nella proposizione di idee, di start up, di innovazione anche nel settore alimentazione, meglio ancora definito come food tech. L’ultimo bando si è chiuso in estate 2016. Si chiama «Startupper» e ha messo a disposizione fondi e aiuti per 21 nuovi progetti (interessante sapere che molti sono stati presentati da...Milano Smart City: idee e start up orientate al food tech ultima modifica: 2016-12-10T16:39:09+00:00 da Fabrizio Bellavista

Potrebbe interessarti anche:


Il settore Food Tech muta lo skyline dell’agroalimentare

Il settore Food Tech muta lo skyline dell'agroalimentare: un vero cambiamento di paradigmi Food tech, cioè innovazione tecnologica nel campo dell’alimentazione: ci sono molte novità e Amazon conduce, in questo settore, una battaglia all’ultimo bit. La strategia comunicativa del colosso è deflagrante rispetto alla creatività applicata all’azienda, ma spesso meno “veritiera”: molte le news diffuse ad arte – consegna con drone, negozio...Il settore Food Tech muta lo skyline dell’agroalimentare ultima modifica: 2017-05-22T14:05:59+00:00 da Fabrizio Bellavista

Potrebbe interessarti anche:


Alimenti, digitale e no waste…

Alimenti, digitale e no waste: qualche spunto. Iniziamo con una news che non è certo una novità (l’idea è nata nel 2012) ma che merita una citazione particolare per il pensiero creativo che l’ha generata:...Alimenti, digitale e no waste… ultima modifica: 2017-05-21T21:40:44+00:00 da Fabrizio Bellavista

Potrebbe interessarti anche:


I Bar Caffè, occasione di aggregazione: appunti sparsi…

Il Bel Paese è la patria per antonomasia della convivialità (se legata al cibo ancor di più) e molti dati statistici confermano quello che vado a dire: ogni anno 8 italiani su 10 passano almeno una volta per una sagra; 29 milioni di italiani sono iscritti a Facebbook (e molti altri milioni ad altre piattaforme); è italiano il primato mondiale...I Bar Caffè, occasione di aggregazione: appunti sparsi… ultima modifica: 2017-05-06T17:25:36+00:00 da Redazione Famelici

Potrebbe interessarti anche:


“In cucina con lo chef”: Riccardo Agostini

Riccardo Agostini ha sempre avuto le idee chiare: fin da piccolo voleva fare lo chef. Nasce e cresce a Pennabilli, bel borgo tra la Romagna e le Marche. Ama la sua terra, ma sa che, conclusi gli studi, deve “farsi le ossa” in altri luoghi. Matura esperienze in Riviera, affianca Luigi Sartini alla Taverna Righi di San Marino, poi...“In cucina con lo chef”: Riccardo Agostini ultima modifica: 2017-05-05T10:51:36+00:00 da Monica Viani

Potrebbe interessarti anche:


Viaggi, app & experience. Intervista a Ester Liquori

I dati sono chiari: una ricerca condotta da Google dice che l’84% ha cambiato modo di viaggiare e la maggior parte trova ispirazione dai social network. Dal globale si...Viaggi, app & experience. Intervista a Ester Liquori ultima modifica: 2017-04-26T19:50:25+00:00 da Monica Viani

I dati sono chiari: una ricerca condotta da Google dice che l’84% ha cambiato modo di viaggiare e la maggior parte trova ispirazione dai social network. Dal globale si torna agli amici, a chi è testimone di un’emozione e...Viaggi, app & experience. Intervista a Ester Liquori ultima modifica: 2017-04-26T19:50:25+00:00 da Monica Viani

I dati sono chiari: una ricerca condotta da Google dice che l’84% ha cambiato modo di viaggiare e la maggior parte trova ispirazione dai social network. Dal globale si torna agli amici, a chi è testimone di un’emozione e la condivide con chi è in ascolto. Chi ama viaggiare vuole vivere un'esperienza, vuole portare a casa emozioni capaci di...Viaggi, app & experience. Intervista a Ester Liquori ultima modifica: 2017-04-26T19:50:25+00:00 da Monica Viani

Idee innovative targate Expop: Milano volano propulsore 4 Italy ultima modifica: 2017-06-18T22:00:59+00:00 da Redazione Famelici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *