I Dialoghi di Trani sul tema del convivere. Perché attira un pubblico curioso

Per la sua XXI edizione, la manifestazione si proietta in una dimensione internazionale, aprendosi ad un pubblico nuovo, ampio e attento agli scenari della cultura italiana, presentandosi come un festival culturale europeo. A Trani dal 21 al 25 settembre.

Torna anche quest’anno I Dialoghi di Trani, uno spazio di confronto affacciato sul Mediterraneo, nato nel 2002 in collaborazione con l’editore Giuseppe Laterza. Ti segnaliamo alcuni appuntamenti della XXI edizione del festival, che si svolgerà a Trani dal 20 al 25 settembre 2022, con un’anteprima speciale a Parigi e finale a ottobre a Sarajevo. Il festival quest’anno riflette sul tema del “Convivere“: occorre cambiare approccio mentale di fronte a un mondo che, nei contesti storici più diversi, si interroga ogni volta sul vivere insieme nella pace e nella differenza; interconnessi, non siamo più nella condizione di scegliere tra la convivenza e il suo contrario e prima di essere un valore la convivenza è una necessità. 

Gli ospiti de “I Dialoghi di Trani”

Tra gli ospiti attesi a Trani, ci saranno: Moisés Naim,Tomaso Montanari, Liliana Corobca, Ivano Dionigi, Luciana Castellina, Gemma Calabresi Milite, Telmo Pievani, Piero Dorfles, Piero Pelù, Ermal Meta, Luca De Biase, Kapka Kassabova, Marino Sinibaldi, Gaetano Savatteri, Massimo Sideri, Andrea Prencipe, Barbara Alberti, Giorgio Zanchini, Alec Ross, Alessandro Zaccuri, Antonella Viola, Roberto Chiesi, Chiara Giaccardi, Mauro Magatti, Gholam Najafi, Cătălin Pavel, Elly Schlein, Nichi Vendola, Michele Laforgia, Riccardo Staglianò, Joshua Wahlen, Alessandro Seidita, Natascha Wodin, Cristina Battocletti, Marco Patucchi, Diego Marani, Stefano Bucci, Giordano Bruno Ventavoli, Raffaella De Santis, Simona Maggiorelli, Emiliano Poddi, Eleonora Sottili, e tanti altri.

Tra le altre novità della XXI edizione, l’anteprima dei Dialoghi si svolgerà il 20 settembre a Parigi presso l’Istituto Italiano di Cultura con la partecipazione di Gianrico Carofiglio, Maddalena Fingerle e Diego Marani. Inoltre, dopo le giornate tranesi, i Dialoghi continueranno a irradiarsi nel resto d’Europa, con un evento esclusivo a Sarajevo, ospiti dell’Ambasciata d’Italia, nell’ambito della Settimana della Lingua Italiana, in programma dal 21 al 27 ottobre. Inoltre, il “Paese ospite” di questa speciale edizione dei Dialoghi sarà la Romania.

Non solo dibattiti e presentazioni di libri, ma anche DIALOKIDS, un cartellone di iniziative e reading pensato per i più piccoli, un corso di scrittura creativa curata dalla Scuola Holden e il premio letterario nazionale Fondazione Megamark “Incontri di Dialoghi” per opere prime di narrativa, giunto alla sua VII edizione. Infine, il critico letterario più amato della tv italiana, Piero Dorfles, memoria storica del format di Rai 3 “Per un pugno di libri”, sfiderà in piazza gli studenti delle scuole superiori nella maratona letteraria “Un libro è per sempre: sfida all’ultimo classico”.

Potrebbe interessarti anche:


C’è un’altra Puglia: l’Alta Murgia, ovvero cibo e cultura

Il mio viaggio parte da Ginosa, più precisamente da un Country Resort, un luogo che racconta la storia di un'altra Puglia, diversa da quella sole-mare -divertimento del Salento divorato...C’è un’altra Puglia: l’Alta Murgia, ovvero cibo e cultura ultima modifica: 2019-02-23T12:58:03+01:00 da Monica Viani

Il mio viaggio parte da Ginosa, più precisamente da un Country Resort, un luogo che racconta la storia di un'altra Puglia, diversa da quella sole-mare -divertimento del Salento divorato ogni anno da migliaia di turisti. Carlo Lunati con la...C’è un’altra Puglia: l’Alta Murgia, ovvero cibo e cultura ultima modifica: 2019-02-23T12:58:03+01:00 da Monica Viani

Il mio viaggio parte da Ginosa, più precisamente da un Country Resort, un luogo che racconta la storia di un'altra Puglia, diversa da quella sole-mare -divertimento del Salento divorato ogni anno da migliaia di turisti. Carlo Lunati con la moglie Antonella ha dato vita a Borgo Valle Rita sulle vestigia dell'antica Masseria di Girifalco, castrum edificato intorno a una...C’è un’altra Puglia: l’Alta Murgia, ovvero cibo e cultura ultima modifica: 2019-02-23T12:58:03+01:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Poco poco di Salento: tutti i colori della Puglia

Poco poco di Salento Questa volta vi racconto un Salento inaspettato. Con Daniela Ferrando ho scoperto posti affascinanti, forse poco conosciuti. Così eccovi il racconto a quattro mani delle motivazioni per cui ne siamo rimaste folgorate. Io in tondo, lei in corsivo, vi tentiamo subito con una lista di "must go/see/do/eat" del 2018! "Poco poco" vuol dire "un po'". Lo sentirete...Poco poco di Salento: tutti i colori della Puglia ultima modifica: 2018-02-18T18:17:33+01:00 da Monica Viani

I Dialoghi di Trani sul tema del convivere. Perché attira un pubblico curioso ultima modifica: 2022-08-20T16:45:28+02:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *