Riapertura ristoranti: chi lo apre per una sola persona

Il nome non inganna: Bord för en (tavolo per uno), ma soprattutto come dichiara lo stesso ristorante: «Uno dei pochi ristoranti sicuri al tempo del Covid». Dove? In Svezia, in una località minuscola: Ransäter. Non immaginatevi un pic nic: tutto è curato nei minimi particolari. Un tavolo nel verde abbellito con fiori di campo, un elegante cesto di vimini, legato ad un filo, che vi porta un menu assai curato e una sedia sola per un unico ospite.

Una proposta che ricorda i film di Bergman, tra l’onirico e il metafisico. Ma non stiamo parlando di una performance o di una provocazione di qualche artista d’avanguardia. Vi segnaliamo una reale risposta della ristorazione ai tempi di crisi dettati dalla pandemia.

Lo chef Rasmus Persson e sua moglie Linda Karlsson hanno avuto un’idea per sconfiggere la crisi dettata dal Covid: un solo ospite.

Riapertura ristoranti: chi lo apre per una sola persona

Come verrà organizzato il ristorante che celebra la solitudine da Coronavirus? Ce lo spiega Food and Wine.

L’ospite arriva al tavolo seguendo le indicazioni sullo smartphone, non incontra nessuno, è accolto da un cesto colmo di cibo: tre portate, preparate con ingredienti a km 0 nella cucina della fattoria dove vivono i ristoratori.

Il menu? Antipasto di frittelle di patate accompagnate da caviale, aneto e panna acida, a seguire purè di carote e zenzero, con burro di nocciole e crocchette di mais dolce e come dolce una torta di mirtilli al gin, latticello gelato e zucchero di barbabietola. Il menu verrà cambiato frequentemente e proporrà sempre piatti con prodotti a km 0 e di stagione. Un modo per riscoprire il gusto, senza distrazioni sociali. Una proposta rivoluzionaria per assaporare un pranzo!

Curata anche la sezione beverage. Sarà Joel Söderbäck, creatore di diversi famosi bar a Stoccolma, a suggerire cocktail fatti con ingredienti di stagione.

Curatissima l’igiene: oltre a pulire e disinfettare il tavolo e la sedia, verranno lavati i piatti usati dal cliente per ben due volte.

Il prezzo? Sarà il cliente a decidere quanto pagare. 

Il ristorante sarà aperto dal 10 maggio al 1 agosto.

Potrebbe interessarti anche:


Coronavirus Fase 2: come riapriranno i ristoranti e come sceglieremo il cibo

Le crisi nascono quando un modello alternativo spinge quello vigente all'auto- annientamento. Noi negli ultimi anni abbiamo vissuto l'imporsi di un "pensiero unico", un modello non solo di sviluppo...Coronavirus Fase 2: come riapriranno i ristoranti e come sceglieremo il cibo ultima modifica: 2020-04-19T16:56:07+02:00 da Monica Viani

Le crisi nascono quando un modello alternativo spinge quello vigente all'auto- annientamento. Noi negli ultimi anni abbiamo vissuto l'imporsi di un "pensiero unico", un modello non solo di sviluppo economico, ma anche culturale, che ha impedito la ricerca di...Coronavirus Fase 2: come riapriranno i ristoranti e come sceglieremo il cibo ultima modifica: 2020-04-19T16:56:07+02:00 da Monica Viani

Le crisi nascono quando un modello alternativo spinge quello vigente all'auto- annientamento. Noi negli ultimi anni abbiamo vissuto l'imporsi di un "pensiero unico", un modello non solo di sviluppo economico, ma anche culturale, che ha impedito la ricerca di punti di vista diversi da quelli vincenti. Si è persa la capacità di dialogare, di costruire un percorso condiviso, preferendo sostenere...Coronavirus Fase 2: come riapriranno i ristoranti e come sceglieremo il cibo ultima modifica: 2020-04-19T16:56:07+02:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Il Coronavirus nulla può contro la solidarietà per salvare i ristoranti

Coronavirus, solidarietà, ristoranti Tripadvisor e la mano tesa ai ristoratori A fronte di una perdita stimata dalla Fipe di 10 miliardi di euro, e 700mila lavoratori fermi per il blocco delle attività arriva un’iniziativa di Tripadvisor...Il Coronavirus nulla può contro la solidarietà per salvare i ristoranti ultima modifica: 2020-04-14T10:27:40+02:00 da Monica Viani

Riapertura ristoranti: chi lo apre per una sola persona ultima modifica: 2020-04-29T13:05:14+02:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *