Fase 2: come riaprono i ristoranti e i bar dal 18 giugno

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Ai tempi del Coronavirus non è facile gestire un ristorante o un bar. Occorre mettere al primo posto la sicurezza del personale e del cliente. 336.137 imprese attendono con ansia il vademecum, il documento tecnico del Comitato tecnico scientifico che contiene le norme da seguire per riaprire in sicurezza. Il 18 giugno su pressione di diverse regioni molti locali riapriranno. Ma come?

Fase 2: come riaprono i ristoranti e i bar

Secondo anticipazioni di diversi quotidiani le norme saranno contenute in un documento piuttosto corposo. I ristoranti  e i bar hanno dovuto attendere a lungo il via libera per la riapertura a causa del rischio che comportano possibili assembramenti favoriti dal desiderio della gente di uscire di casa.

A quanto riporta La Repubblica, i tavoli dovranno rispettare la distanza di 2 metri l’uno dall’altro e dovranno essere sanificati, da ditte specializzate, tutti i giorni. Secondo il Gambero Rosso alcune amministrazioni concederanno la possibilità di occupare gratuitamente o con sgravi fiscali il suolo pubblico. Ma vediamo alcune misure che sembrano essere già state discusse ed approvate.

  • Mascherine e igienizzanti

Titolari, gestori, personale dovranno dotarsi di mascherine e guanti sia in cucina che in sala. I clienti saranno obbligati ad usarla quando non saranno seduti al tavolo (alla cassa, in bagno, all’entrata o all’uscita). Non sarà possibile utilizzare guardaroba.

I bar e i ristoranti dovranno mettere a disposizione dispencer di igienizzanti all’ingresso, nei pressi della cassa, in bagno. Dovranno poi sanificare le superfici che sono state toccate dai clienti, evitare di mettere a disposizioni contenitori riutilizzabili come porta-tovaglioli o saliere. Probabilmente saranno proibiti i buffet. Tovaglie, tovaglioli  dovranno essere messi in specifici sacchi per la lavanderia.

  • Prenotazioni on line

Ciò che andrà evitato sarà l’assembramento, per cui occorrerà contingentare gli ingressi che saranno autorizzati a seconda della metratura del locale. Dove possibile, si adotterà la separazione degli accessi di entrata e di uscita. Saranno incentivate le prenotazioni on line e i pagamenti con carte al tavolo. Si consiglia di non utilizzare menu cartacei, che altrimenti andranno igienizzati dopo l’utilizzo.

Un interrogativo ancora irrisolto è la possibilità di utilizzare l’aria condizionata. Sicuramente si favorirà l’utilizzo di spazi all’aperto.

  • Distanziamento sociale

Si ipotizza un metro e 20 dal bancone per i bar, 4 metri quadrati per ogni cliente e due tra un tavolo e l’altro per i ristoranti. Chi siede allo stesso tavolo dovrà stare a una distanza – non ancora stabilita – «in grado di evitare trasmissioni di droplets». Ma c’è un’eccezione: le famiglie, che dovranno presentarsi con un’autocertificazione che attesti la parentela, sollevando i ristoratori da ogni responsabilità.

Potrebbe interessarti anche:


Cibo e cultura: Carlin Petrini e la rivoluzione ecologica

Ambiente, cibo e cultura: e se il problema fosse tornare alla normalità? Il Coronavirus apre un dibattito serrato sul mondo del cibo. Si può ancora parlare di food senza fare riferimento alla tutela ambientale? Sembra ormai impossibile immaginare un futuro che non prenda in considerazione atteggiamenti più virtuosi e rispettosi dell'ambiente. Cibo e cultura: Carlin Petrini e la rivoluzione ecologica Carlin Petrini,...Cibo e cultura: Carlin Petrini e la rivoluzione ecologica ultima modifica: 2020-04-26T19:12:47+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Cibo e coronavirus: cambiamenti, per ora, epocali…

Cibo e coronavirus: cambiamenti, per ora, epocali. Finita l'emergenza, almeno in parte, ci sarà un ritorno alla normalità Quali sono le nuove abitudini e preferenze degli Italiani durante il Covid?...Cibo e coronavirus: cambiamenti, per ora, epocali… ultima modifica: 2020-04-27T16:38:41+00:00 da Fabrizio Bellavista

Cibo e coronavirus: cambiamenti, per ora, epocali. Finita l'emergenza, almeno in parte, ci sarà un ritorno alla normalità Quali sono le nuove abitudini e preferenze degli Italiani durante il Covid? Da febbraio a marzo Blogmeter ha raccolto 48,2 milioni di...Cibo e coronavirus: cambiamenti, per ora, epocali… ultima modifica: 2020-04-27T16:38:41+00:00 da Fabrizio Bellavista

Cibo e coronavirus: cambiamenti, per ora, epocali. Finita l'emergenza, almeno in parte, ci sarà un ritorno alla normalità Quali sono le nuove abitudini e preferenze degli Italiani durante il Covid? Da febbraio a marzo Blogmeter ha raccolto 48,2 milioni di conversazioni e 835,7 milioni di interazioni sul tema. La prima cosa emersa è questa e vale per tutti i nostri lettori, sia...Cibo e coronavirus: cambiamenti, per ora, epocali… ultima modifica: 2020-04-27T16:38:41+00:00 da Fabrizio Bellavista

 

 

 

 

Fase 2: come riaprono i ristoranti e i bar dal 18 giugno ultima modifica: 2020-05-11T22:15:28+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *