50 Top Pizza: Francesco Martucci de I Masianelli è la migliore pizzeria

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Francesco Martucci, de I Masanielli a Caserta è il primo classificato nella più prestigiosa top list del campionato della pizza. Ecco le migliori da assaggiare in Italia 

La pizza migliore al mondo e d’Italia si mangia in Campania, nei pressi della Reggia di Caserta: la propone Francesco Martucci de i Masanielli. Al secondo posto si classifica Pepe in Grani di Franco Pepe di Caiazzo (Caserta) dopo tre anni che aveva occupato la prima posizione, e al terzo I Tigli di Simone Padoan di San Bonifacio (Verona). 

Ecco le migliore pizze secondo i giudici di 50 Top Pizza, il campionato del mondo dedicato al piatto italiano più conosciuto al mondo. Ce lo ha rivelato in streaming Federico Quaranta. La manifestazione nasce nel 2017 da un’idea dei gourmet Barbara Guerra e Albert Sapere e del giornalista Luciano Pignataro. É considerata una guida aggiornata da consultare on line ( www.50toppizza.it) ed è considerata la più attendibile e la più esauriente anche grazie alle sue numerose categorie, che vanno dalla pizza d’asporto fino alla pizza da viaggio.

Leggendo la top ten si scopre che ai primi posti…

Come abbiamo detto vince Francesco Martucci de I Masanielli, che si aggiudica anche il premio della Pizza dell’anno 2020 con la sua Futuro di Marinara. Al secondo posto c’è la pizzeria di Franco Pepe. Simone Padoan, si aggiudica con il suo locale il terzo posto, ma è nominato anche Pizzaiolo dell’anno. Al quarto posto c’è 50 Kalò del napoletano Ciro Salvo premiato anche per la Miglior Carta dei Vini, al quinto La Notizia 94 il napoletano Enzo Coccia, premiato per la sua Margherita dell’Anno. Al sesto i napoletani Francesco e Salvatore Salvo premiati per il Miglior Servizio in Sala. Il settimo posto lo conquista Seu Pizza Illuminati che con la sua Pizza Colada vince anche per la Pizza Dolce dell’anno. Ottavo posto poi per Dry Milano che si aggiudica anche il premio di Pasticceria in Pizzeria, nono ‘O Scugnizzo di Arezzo che si aggiudica anche il premio Giovane Pizzaiolo con il sedicenne Gennaro Pollice; decimo Le Grotticelle del salernitano Caggiano premiato anche per Innovazione e sostenibilità.

Potrebbe interessarti anche:


Cibo e cultura famelicamente cercati: Pizzeria P, una buona pizza a Lissone

Vuoi sconfiggere il luogo comune, secondo cui la pizza buona si mangia solo a Napoli? Vai a Lissone, a pochi chilometri da Milano, e varca la soglia di Pizzeria P. Una garanzia per chi ama la pizza: ottimo impasto e ingredienti di altissima qualità. Due fratelli, Giulia e Daniele Pozzi, hanno dato vita a un locale dove gustare una pizza...Cibo e cultura famelicamente cercati: Pizzeria P, una buona pizza a Lissone ultima modifica: 2019-10-10T15:34:29+00:00 da Monica Viani


Potrebbe interessarti anche:


Renato Bosco, il pizzaiolo sperimentatore. Tra piacere e audacia (+ ricetta)

Metti una sera con Renato Bosco, il pizzaiolo sperimentatore, innamorato del lievito madre e mago della cottura. Un gran curioso alla ricerca di qualcosa d'innovativo nel mondo della pizza e dei lievitati. L’occasione è una degustazione pizza e champagne organizzata presso gli studi dell'agenzia di comunicazione MN Italia. Renato Bosco, il pizzaiolo sperimentatore Classe 1967, a soli 15 anni entra nelle...Renato Bosco, il pizzaiolo sperimentatore. Tra piacere e audacia (+ ricetta) ultima modifica: 2019-05-09T00:07:00+00:00 da Monica Viani

50 Top Pizza: Francesco Martucci de I Masianelli è la migliore pizzeria ultima modifica: 2020-09-30T14:11:57+00:00 da Monica Viani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *